App per la sosta a pagamento, il sindaco Alessandro  Canelli fa chiarezza sugli aumenti dopo il passaggio da SostaFacile a EasyPark.

App per la sosta, il sindaco Canelli fa chiarezza sugli aumenti

“A seguito delle segnalazioni ricevute da alcuni cittadini novaresi abbiamo deciso di approfondire la questione dell’app per la sosta a pagamento – dice il primo cittadino – la premessa, doverosa, è che il servizio non dipende né è stato autorizzato dal Comune di Novara. La società “NordOvest parcheggi”, che gestisce la sosta a pagamento in città, ha a suo tempo incaricato “SostaFacile” di gestire il servizio di pagamento mediante smartphone”.

Il passaggio da SostaFacile a EasyPark, attiva in 150 Comuni italiani

Nelle scorse settimane “EasyPark”, società già attiva con i propri servizi in circa centocinquanta Comuni italiani, ha acquisito “SostaFacile”. “Senza comunicarlo a nessuno, “EasyPark” ha quindi applicato le proprie tariffe per il servizio di pagamento tramite smartphone, comprendenti una commissione che arriva a essere di 39 centesimi – spiega Canelli – cifra elevata se commisurata a quella che può essere una sosta minima di pochi minuti”.

Leggi anche:  La pizza novarese sbarca a Chicago

L’Amministrazione comunale al lavoro per trovare una soluzione che non gravi sui cittadini

“Preso atto del disagio che questo comporta per chi è solito usufruire del servizio, abbiamo iniziato a lavorare per trovare una soluzione che non gravi sui cittadini. Il primo consiglio che diamo a tutti è quello di non “migrare” da “SostaFacile”, che sarà attiva almeno fino a fine mese, verso il nuovo servizio ed eventualmente, qualora lo si volesse sospendere, ricordiamo che si può ottenere il rimborso del credito residuo.

“Cercheremo di ottenere che “EasyPark” elimini le commissioni”

“Nel frattempo, tramite “NordOvest parcheggi”, cercheremo di ottenere che “EasyPark” elimini le commissioni, come già avviene in altri Comuni. Siamo già, in ogni caso, al lavoro per sostituire o affiancare eventualmente il servizio con altre applicazioni che offrano condizioni migliori per i Novaresi”.

v.s.