Il gioiello Clasti, dell’artigiana orafa oleggese Antonella Ferrara (nella foto), è stato premiato alla mostra “Maestri del Gioiello” al concorso Jacopo da Trezzo 2018 dal titolo “Il design nel gioiello”. La creazione, presentata a Milano, ha conquistato il premio della critica dagli operatori del settore, per tecnica di lavorazione, originalità, per la capacità di esprimere un lavoro di ricerca estetica e funzionale. Riconosciuta al gioiello la valenza di preziosità e sperimentazione attinente al tema del concorso che punta al design. Una grande soddisfazione per l’artista oleggese: «La soddisfazione questa volta è ancora più grande – commenta Ferrara – perché arriva da una giuria di tecnici del settore che per valutare considera il gusto estetico insieme alla tecnica, alla difficoltà di realizzazione».

Clasti, design e trasformazione

Clasti è una creazione unica che si trasforma da centrale di girocollo in anello. Un grande opale boulder tagliato e incastonato per esaltarne la forma naturale e la versatilità. E’ proprio sulla trasformazione che giocano molte delle creazioni di Ferrara. «Creo da ormai 35 anni – spiega – mentre lo faccio penso alla portabilità del gioiello, alla possibilità di indossarlo con un tacco a spillo e con una scarpa da ginnastica. Per questo tanti dei miei gioielli hanno la possibilità di trasformarsi da anello a girocollo, da orecchino lungo a orecchino a lobo e così via». Un mestiere antico al servizio delle tendenze più moderne. Recentemente ha partecipato a Orta all’Opening of the Symposium Art Exibition “Body and Fashion”. Prima di Clasti i gioielli di Antonella Ferrara sono stati premiati in altre edizioni del concorso Jacopo da Trezzo. Al concorso “Un gioiello per Expo” la collana Ghirlanda di Frutti ottenne il primo premio del pubblico e la creazione fu esposta e presentata nel padiglione della regione Lombardia ad Expo 2015.
s.b.