25 aprile, le celebrazioni e le iniziative a Novara promosse da Comune, Provincia e Prefettura con la collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea del Novarese e Vco “Piero Fornara”, della sezione novarese dell’Associazione nazionale partigiani italiani e di Assoarma.

25 aprile, le celebrazioni e le iniziative a Novara

Tante le iniziative in programma a Novara in occasione del 25 aprile, settantatreesimo anniversario della Liberazione.

Diversi i soggetti promotori degli eventi: Comune, Provincia e Prefettura con la collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea del Novarese e Vco “Piero Fornara”, della sezione novarese dell’Associazione nazionale partigiani italiani e di Assoarma.

Cerimonia commemorativa

Il 25 aprile alle 9.30, in viale IV Novembre, avrà inizio la cerimonia commemorativa, con il raduno delle autorità e delle rappresentanze, la deposizione della corona al Monumento ai Caduti e la partenza del corteo accompagnato dalla Banda alla volta del Duomo, dove alle 10 sarà celebrata la messa. Alle 10.45, nel cortile del Broletto, sarà reso omaggio al Monumento dei Caduti della Lotta di Liberazione, con la deposizione delle corone di alloro, i saluti delle Autorità e l’orazione ufficiale da parte di Ezio Montalenti, presidente e coordinatore del Comitato regionale Anpi Piemonte. E’ quindi prevista l’esibizione dell’orchestra e del coro della sezione musicale dell’Istituto comprensivo “Bellini” di Novara.

Eventi collaterali

Accanto al momento della commemorazione ufficiale sono previste le iniziative collaterali. Il 19 aprile alle 16, nella sala “Genocchio” della Biblitoeca civica “Negroni”, libro forum “Per non dimenticare il capitano Beltrami” a cura di Gianfranco Paracchini sul volume “Il signore dei ribelli” di Mauro Begozzi.

Alle 21.15 del 23 aprile, al cinema “Araldo” (via Maestra 12), rassegna cinematografica con proiezione di “Libera” di Rossella Schillaci, “Il giro del musicante” di Julian Civero, “Gli ultimi partigiani: Daniela Dell’Occhio” di Enrico Omodeo Salè.

Canti di Resistenza moderna

Il 24 aprile alle 21, al Circolo “XXV Aprile” (via San Giacomo 4), serata musicale “Muscoli. Canti di Resistenza moderna” con Francesco Marchetti di Arci.

Leggi anche:  FestEstate, all'ex Donnino divertimento per nonni e nipoti

Alle 17.30 del 25 aprile, al Circolo “XXV Aprile”, incontro “Resistenza, Resilienza: nomi propri femminili singolari – Biografie di donne rivoluzionarie”, reading degli studenti dell’Istituto comprensivo “Bellini” a cura della professoressa Michela Cella di Anpi Novara.

Il ricordo è la vita

Alle 16 del 26 aprile, all’Archivio di Stato (corso Cavallotti), sarà presentato il libro “Il ricordo è la vita – 26 Aprile 1945. Gli scatti della memoria. La Liberazione di Novara”, volume realizzato da Eugenio Bonzanini che raccoglie le immagini scattate dal padre Umberto. Interverranno il vescovo monsignor Franco Giulio Brambilla, il prefetto Francesco Paolo Castaldo, il sindaco Alessandro Canelli, il presidente della Provincia di Novara Matteo Besozzi, il presidente dell’Istituto storico “Piero Fornara” Paolo Cattaneo, il direttore scientifico Giovanni Cerutti e lo storico Adolfo Mignemi. Seguirà alle 18, nella sala “Genocchio” della Biblioteca civica “Negroni”, in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione dell’Istituto storico “Piero Fornara”, l’incontro “Letture 25 Aprile – Piero Fornara, un socialista cristiano” a cura di Giovanni Cerutti. Alle 21, al Circolo “XXV Aprile”, incontro “Le Madri Costituenti”, a cura di Giovanni Cerutti e di Elena Mastretta, docente responsabile della sezione didattica e delle attività di formazione e divulgazione dell’Istituto storico “Piero Fornara”.

Il racconto di una partigiana

Il 28 aprile alle 16, al Circolo “XXV Aprile”, testimonianza di e con Costanza Arbeja “Vi racconto la mia storia: Nini, partigiana garibaldina”.

Il 30 aprile alle 21, al Circolo “XXV Aprile”, incontro teatrale con “La compagnia delle donne” del Coordinamento donne Spi-Cgil di Novara e Vco con la partecipazione straordinaria di Lidia Menapace sul tema “Una lunga e dura battaglia per il voto alle donne”.