Immersi nella natura più autentica e selvaggia, restando comodi su una poltrona. Questa è l’esperienza che promette (e mantiene) il viaggio a bordo del trenino rosso del Bernina, nel cuore delle Alpi Retiche svizzere.
Valutato dal National Geographic come “uno dei dieci viaggi ferroviari più belli del mondo” e consacrato patrimonio dell’UNESCO, questa avventurosa traversata delle Alpi raccontata nel VIDEO si perde tra le infinite bellezze naturali del Canton Grigioni, partendo dalla stazione di Tirano, in Valtellina.

Tutti a bordo

La città di Tirano, importante centro economico e culturale della Valtellina, segna la partenza dell’itinerario. La destinazione finale sarà Preda, piccolo paese sperduto tra i monti, dove i turisti cambiano il treno per la slitta, affrontando una tra le discese più lunghe d’Europa.
Ma veniamo al nostro viaggio in treno. Lasciata Tirano, dopo un chilometro si entra già in territorio svizzero e la tappa di Campocologno dà il benvenuto ai passeggeri nella valle di Poschiavo. Qui si affronta uno dei percorsi più famosi dell’intero viaggio: un vero miracolo dell’ingegneria del XX secolo, lo spettacolare viadotto elicoidale che fa compiere al treno un giro completo di 360°con un dislivello di circa 30 metri di quota.

Tappe meravigliose

Il viaggio prosegue lento e magnifico, con panorami che mutano in continuazione. Si sale fino ai 2253 metri sul livello del mare del Passo Bernina dove ha sede la stazione dell’Ospizio. Il bianco è il dominatore assoluto del panorama. Alle fermate delle stazioni sciistiche Bernina Lagalb e del Bernina Diavolezza con un passaggio in funivia, chi vuole ne può approfittare per sciare tutto il giorno. Poco più avanti, la linea ferroviaria sosta davanti al magnifico ghiacciaio del Morteratsch

Due cambi e si “slitta”

Giunti a Pontresina si cambia per Samaden. I tempi di attesa sono ridotti grazie alla proverbiale puntualità svizzera con cui partono i convogli. Da Samedan, in circa 15’ si prosegue alla volta di Preda, dove ha inizio il percorso riservato alle slitte. L’avventura non è finita: ci aspetta un tuffo a valle lungo 6 chilometri di pista.

Chiuso o panoramico?

Il Bernina Express offre ai propri ospiti di viaggiare nei cosiddetti “treni panoramici”, ossia vagoni con vetrate a cupola non abbassabili che permettono una visuale ampia sul panorama circostante. Da Tirano a St. Moritz il treno impiega 2 ore e 15 minuti e per assicurarsi un posto nello scompartimento panoramico è obbligatoria la prenotazione. Nei mesi estivi è possibile approfittare delle carrozze completamente aperte, per le quali però non vale la prenotazione (chi prima arriva, meglio alloggia).