NOVARA – Deve soffrire quasi due ore e mezza la Igor per avere ragione nel primo match del 2018 di una Pesaro che, dopo tre sconfitte per 3 a 0 con le novaresi, le strappa un punto dimostrando questa volta di essere squadra tignosa, organizzata e pericolo pubblico nel girone di ritorno.
L’Igor ha preso per i capelli il successo ma dopo il 2-0, conquistato ai vantaggi e con l’aiuto determinante di Piccinini che doveva riposare, la squadra si è complicata la vita, trovando difficoltà nel cambio palla e rischiando addirittura la sconfitta.
Alla fine però vince per 3 set a 2: 25-23, 27-25, 22-25, 19-25, 15-13.
Attilio Mercalli
Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola NOVARA – Deve soffrire quasi due ore e mezza la Igor per avere ragione nel primo match del 2018 di una Pesaro che, dopo tre sconfitte per 3 a 0 con le novaresi, le strappa un punto dimostrando questa volta di essere squadra tignosa, organizzata e pericolo pubblico nel girone di ritorno.
L’Igor ha preso per i capelli il successo ma dopo il 2-0, conquistato ai vantaggi e con l’aiuto determinante di Piccinini che doveva riposare, la squadra si è complicata la vita, trovando difficoltà nel cambio palla e rischiando addirittura la sconfitta.
Alla fine però vince per 3 set a 2: 25-23, 27-25, 22-25, 19-25, 15-13.
Attilio Mercalli
Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola