Mostra maglie azzurre, un successo oltre le aspettative. Si è conclusa ieri l’esposizione allestita alla Barriera Albertina organizzata dall’associazione “I Pionieri del Pallone” in collaborazione con il Corriere di Novara e il Novara Calcio.

Mostra maglie azzurre, un successo oltre le aspettative

Un successo  che ha superato anche le più rosee aspettative. Dopo due settimane si è chiusa ieri sera alla Barriera Albertina la mostra “110 anni di Novara attraverso le sue maglie”. E’ stata organizzata dall’associazione “I Pionieri del Pallone” in collaborazione con il Corriere di Novara e il Novara Calcio e patrocinata dal Comune di Novara.
L’iniziativa, che ha aperto nel migliore dei modi i festeggiamenti per l’importante anniversario della società azzurra, ha raggiunto il suo obiettivo: sensibilizzare i novaresi su un patrimonio storico della città con uno sguardo orientato al futuro.

Tantissimi i visitatori

Non che fosse necessario vista la presenza continua di visitatori, a dimostrazione che il Novara Calcio rimane una realtà centrale nel tessuto cittadino. Si sono visti personaggi che, in epoche diverse, hanno scritto pagine importanti, da Nini Udovicich a Fabio Scienza, ma anche semplici tifosi di tutte le età.
Nutrita la pattuglia del Novara Calcio: dal d.g. Paolo Morganti all’allenatore Domenico Di Carlo, con tutto lo staff, alla prima squadra rappresentata da Montipò, Benedettini, Bove e Puscas. Hanno visitato la mostra anche  i giocatori del settore giovanile  e i ragazzi della “Novara for Special”, che ieri hanno giocato con la maglia celebrativa donata dal Coordinamento Cuore Azzurro.

Leggi anche:  Furto di energia al campo nomadi

mostra maglie azzurre

La speranza di creare un museo

Tutti hanno apprezzato l’operazione. Per due settimane si è tornato a parlare di Novara e di azzurro, dello stadio di via Alcarotti. Ognuno ha riportato a galla i propri ricordi. La speranza è che tutto il materiale non rimanga chiuso nei cassetti ma possa essere utilizzato in un museo permanente dedicato alla squadra azzurra nel suo luogo naturale, lo stadio “Silvio Piola”. A dire il vero la società ci sta lavorando da tempo e chissà che prima della fine dell’anno non possa esserci qualche novità…
Paolo De Luca