Gozzano Calcio nella storia, è serie C. Perde allo stadio D’Albertas con l’Arconatese ma il Como pareggia. Esplode la gioia dei tifosi.

Gozzano Calcio nella storia, è serie C

6 maggio 2018: il Gozzano Calcio è nella storia, è in Lega Pro! Mai sconfitta fu più dolce, mai attesa fu più lunga in una domenica iniziata poco dopo pranzo quando i tifosi rossoblu si sono ritrovati al “Bar Serenella” e da lì, in corteo, si sono incamminati verso il “D’Albertas”. Uno stadio tutto rossoblu con un migliaio di persone a spingere il Gozzano verso un traguardo storico che al 21′ del primo tempo sembrava concretizzarsi e materializzarsi. Lunardon veniva atterrato da Vavassori e il direttore di gara cagliaritano indicava il dischetto. Dagli undici metri Segato spiazzava Guerci. Sembrava l’inizio di una marcia trionfale e, invece, in due minuti l’Arconatese, che nulla ha regalato al Gozzano, perveniva al pareggio. Petris con un braccio intercettava una conclusione di Comi da fuori area. Anche stavolta per l’arbitro era rigore e lo stesso Comi batteva Gilli. Al 36′ da Capogna in verticale per Lunardon che sull’uscita del portiere calibrava male il tocco sotto. Squadre negli spogliatoi in parità e parità anche a Carate Brianza dove il Como era impegnato contro la Caratese.

Due partite in una allo stadio D’Albertas

Due partite in una al “D’Albertas” che al 7′ della ripresa aveva un sussulto quando Lunardon serviva Segato in verticale. Tiro cross che finiva sul fondo di poco e risultato sempre in bilico. La doccia fredda giungeva due minuti dopo quando Comi fuggiva sulla sinistra e metteva in mezzo per Sow che doveva solo appoggiare in rete. Arconatese in vantaggio e Gozzano che si gettava all’attacco mentre in tribuna si cercavano solo notizie provenienti da Carate. Il Como era sempre fermo sul pari mentre il Gozzano, pur tentando in tutti i modi di pareggiare, non trovava il 2-2. Al 25′ un sinistro centrale di Guitto. Tre minuti dopo Guerci si allungava su una punizione dello stesso Guitto. Quattro minuti dopo strepitoso intervento del portiere lombrado su colpo di testa di Capogna con Gaeta che calciava alle stelle da buona posizione. Sempre 1-2 a Gozzano e sempre 0-0 a Carate anche quando scoccava il novantesimo e il tabellone del recupero segnava sei minuti. Gli attacchi del Gozzano sbattevano contro il muro dell’Arconatese e al fischio finale del direttore di gara l’attenzione si spostava ai cellulari. Un minuto dopo il boato, un minuto dopo la conferma dello 0-0 del Como, un minuto dopo la Lega Pro per il Gozzano!
Donatello Zonca