Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 20 gennaio 2018
 
 
Articolo di: mercoledì, 26 aprile 2017, 2:39 p.

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi

Dopo la prima gara deserta, scadono nuovamente i termini per le offerte

ARONA - Non suona più da oltre sei mesi la sua inconfondibile campanella. Per il momento il “trenino turistico” (nella foto di Emanuele Sandon), da cinque anni a servizio della città per portare turisti, villeggianti e aronesi dal centro alla Rocca e al colosso di San Carlo, si è dovuto fermare. Forse ancora per poco. Scade oggi, mercoledì 26 aprile, il bando di gara per il servizio di trasporto persone con caratteristiche atipiche denominato appunto “trenino turistico”. Questa volta si spera con un esito migliore del precedente, dopo il primo bando andato deserto. Le offerte saranno valutate con una serie di punteggi che guarderanno caratteristiche antinquinamento, servizi accessori per l’utenza, riduzione tariffe e scontistica per residenti. Dal punto di vista economico verrà valutata l’offerta più vantaggiosa a partire da un importo base di mille euro annui da destinare al miglioramento della circolazione stradale. Il servizio sarà affidato per tre anni più un anno di eventuale proroga. Il trenino dovrà viaggiare facoltativamente nel periodo da marzo a maggio e da ottobre a dicembre, obbligatoriamente da giugno a settembre nei giorni prefestivi e festivi, facoltativamente negli altri giorni della settimana dovendo comunque garantire almeno 20 ore settimanali. Il servizio negli anni scorsi era affidato ad “Arona Express”, che aveva “inventato” e portato nella città del Sancarlone per la prima volta il servizio: «In molti ci state telefonando e scrivendo per informazioni sul servizio che cinque anni fa abbiamo inventato per Arona, e che avete dimostrato di apprezzare con tanto affetto», scriveva poco tempo fa l’ex gestore del servizio. La stazione dalla quale partiva il mezzo era la rotonda di corso Repubblica all’altezza della fontana e nei pressi dell’Imbarcadero. Molti in questi anni i viaggi, anche in occasione di cerimonie, gite, ed eventi vari. La stagione turistica è iniziata e in tanti aspettano che la campanella torni a suonare.
Maria Nausica Bucci

Articolo di: mercoledì, 26 aprile 2017, 2:39 p.

Dal Territorio

I sentieri del vino Boca e l’Unesco

I sentieri del vino Boca e l’Unesco
Una cartina per favorire la conoscenza a livello internazionale di un territorio storico del Novarese e i suoi vini preziosi. Dalla collaborazione tra Il Club per l’Unesco Terre del Boca e i produttori del Boca doc è nata “I sentieri del vino. Percorsi tra i vigneti del Boca doc”. La cartina,  è stata presentata ufficialmente prima di Natale nella(...)

continua »

Altre notizie

Igor Volley, una sconfitta che brucia

Igor Volley, una sconfitta che brucia
OSIMO - Dopo Busto anche Novara viene costretta alla sconfitta al tie break dalla Lardini Filottrano, dimostratasi in casa molto difficile da affrontare ma l’Igor non è stata sicuramente all’altezza del suo nome. Una sconfitta incredibile che brucia: la squadra azzurra, presentatasi nelle Marche in piena emergenza, ha ad un certo punto rischiato anche una più che(...)

continua »

Altre notizie

Marano Ticino: incidente tra due autovetture

Marano Ticino: incidente tra due autovetture
MARANO, Serie di incidenti stradali nelle ultime ore sulle strade del Novarese. A Marano Ticino, lungo la ss 32, al km. 19,450, due autovetture, una Ford Fiesta, guidata da un 23enne di Novara, e una Citroen C3, alla cui guida c'era un 39enne di Marano, sono entrate in collisione. Il conducente della Fiesta è stato condotto al Pronto soccorso dell'ospedale Maggiore di Novara dal(...)

continua »

Altre notizie

Ragazzi Harraga, mostra al Broletto

Ragazzi Harraga, mostra al Broletto
NOVARA - Martedì prossimo verrà inaugurata al Broletto “Sguardi sui ragazzi harraga”, la mostra fotografica che racconta del progetto pilota, partito da Palemo, di accoglienza e, soprattutto d‘inserimento lavorativo e abitativo, dei giovani migranti che giungono in Italia soli. L’iniziativa è curata dal Ciai (Centro Italiano aiuti(...)

continua »

Altre notizie

^ Top