Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 23 febbraio 2018
 
 
Articolo di: sabato, 03 febbraio 2018, 8:46 p.

Per il Novara è notte profonda

Gli azzurri superati in casa dall’Ascoli per 1-2, a rischio Corini

NOVARA – ASCOLI 1 - 2

 

NOVARA: Montipò, Golubovic, Troest, Chiosa (13’ st Sansone), Moscati, Dickmann, Casarini (1’ st Orlandi), Sciaudone (24’ st Maracchi), Calderoni, Maniero, Puscas. All.: Corini.

ASCOLI: Lanni, De Santis, Padella, Gigliotti, Mogos, Addae, Buzzegoli, Bianchi (33’ st Carpani), Martinho, Varela (28’ st Clemenza), Monachello. All.:Cosmi

 

Marcatori: 29’ st Puscas, 32’ st Buzzegoli, 36’ st Monachello

Arbitro: Sacchi di Macerata

 

Novara– A fine gara le parole del direttore sportivo del Novara Domenico Teti sono chiare: «Ci prendiamo una giornata di riflessione dove ci confronteremo con la proprietà. Le colpe sono di tutti». Dopo la pesante sconfitta interna per 2-1 contro l’Ascoli ultima in classifica per la prima volta in modo deciso la panchina di mister Corini potrebbe vacillare, anche se il tecnico bresciano in sala stampa nel dopo partita si è detto tranquillo: «Quando si fa il mio lavoro si è sempre in discussione . Era una partita fondamentale. Ci siamo complicati la vita. La proprietà deve fare le proprie valutazioni. Si tratta di sconfitta pesante. Quando sono venuto ho fatto una scelta consapevole del progetto. Io ci metto la faccia non scappo. La proprietà deciderà se sono ancora l'uomo giusto».

Una partita quella contro l’Ascoli che ha visto un Novara ancora una volta senza gioco con troppi errori e poca personalità, anche se il gol del neo acquisto Puscas aveva fatto sperare, al 29’ del primo tempo. Cross di Calderoni, in area Maniero serviva Puscas, che tirava e realizzava. Passati in vantaggio gli azzurri inspiegabilmente si disunivano e già al 32’ permettevano a Buzzegoli, dopo uno slalom tra i difensori, di battere Montipò. Novara in “tilt” tanto che 4’ dopo arrivava il vantaggio di Monachello, bravo a riprendere la palla e a segnare sulla respinta del portiere novarese. La ripresa vedeva i tentativi novaresi, infruttuosi, di arrivare al pari. Moscati colpiva la traversa ma il risultato non cambiava aprendo la crisi azzurra.

m.d.

Commenti, interviste e cronaca della partita sul Corriere di Novara di lunedì

Articolo di: sabato, 03 febbraio 2018, 8:46 p.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Rubate le offerte per la Caritas

Rubate le offerte per la Caritas
ROMENTINO - È successo ancora. Un anno fa ignoti avevano scassinato la cassetta per le offerte collocata accanto al presepe in chiesa parrocchiale. Questa volta è accaduto in occasione della mostra proposta dal Gruppo Filatelico Romentinese nel 160° anniversario dell’apparizione di Nostra Signora di Lourdes: fino al 28 febbraio la cappella del Santissimo Sacramento(...)

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top