Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 19 ottobre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 24 febbraio 2017, 7:25 m.

Orlandi: «Testa solo allo Spezia»

L’italo-spagnolo spinge il Novara: «Mi ha voluto veramente»

NOVARA - A 32 anni è sbarcato per la prima volta da calciatore in Italia. A dispetto delle sue origini “italianissime”, come tiene a sottolineare. 
Andrea Orlandi è nato a Barcellona, ma sente il cuore diviso a metà: «Sono nato in Spagna, ho vissuto sempre lì e mia moglie è spagnola - rivela - Ma i miei genitori sono italiani e mi hanno trasmesso l’italianità. E’ un orgoglio giocare qui».
Un’opportunità che si è concretizzata un po’ a sorpresa.
«Appena ho saputo di questa opzione ho accettato immediatamente. E’ stato tutto molto veloce. Il Novara mi ha voluto fortemente, l’ho preferito ad altre soluzioni e non sono affatto pentito».
A Latina un debutto coi fiocchi
«Dal primo giorno i miei compagni mi hanno fatto sentire subito a mio agio. Sono felice del mio esordio perchè è coinciso con la vittoria della squadra, che è la cosa più importante».
Come mai il calcio italiano si è accorto di Orlandi così tardi?
«Non c’è mai stata la possibilità. Ho giocato in Inghilterra per tanti anni e sarei voluto rimanere lì, ma non è stato possibile. Dopo la rescissione con l’Apoel ho colto al volo l’opportunità di venire a giocare in Italia. Come si dice non è mai troppo tardi. Ho 32 anni, ma ho voglia di continuare ancora per un po’».
Conoscevi già Novara?
«Sì, quando era stato in serie A e nel club c’era un direttore spagnolo. E avevo sentito parlare di Novarello».
A proposito di direttori, Teti ti seguiva da tempo...
«Non lo conoscevo, ma quando ho parlato con lui mi ha descritto perfettamente come calciatore. E da lì ho capito che era Novara la scelta giusta».
E poi c’è Macheda, vecchia conoscenza dal calcio inglese.
«Federico lo conoscono tutti ed è un ottimo calciatore. Inoltre è anche il mio compagno di stanza. Spero di aiutare a segnare tanti gol a lui e a Galabinov».
Ma dove può arrivare questo Novara?
«L’altro giorno abbiamo parlato col mister e ci siamo detti di pensare partita per partita. La serie B italiana mi ricorda la Championship, c’è molta fisicità ed è difficile vincere le partite contro avversari veramente duri. Ci stiamo allenando bene, con grande voglia. E soprattutto in casa dobbiamo cercare sempre la vittoria. Iniziamo, però, a pensare solo alla prossima partita contro lo Spezia».
A che punto è la tua condizione?
«Gli allenamenti sono duri e spero di essere al massimo prestissimo. Sono felice di questa nuova avventura».
E i tifosi azzurri già sognano un nuovo beniamino...
Paolo De Luca

Articolo di: venerdì, 24 febbraio 2017, 7:25 m.

Dal Territorio

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

Indagine dei Carabinieri: tre in manette per droga

Indagine dei Carabinieri: tre in manette per droga
Era diventata il punto di riferimento di molti giovani per lo spaccio di sostanze stupefacenti. Negli ultimi mesi, l’area di via San Bernardino da Siena a Novara era monitorata dai militari del Nucleo Investigativo dei Carabinieri, perché era stato ripetutamente segnalato un sospetto “via vai” di giovani in varie ore della giornata. Le indagini, durate(...)

continua »

Altre notizie

Con "Copenaghen" si apre il cartellone di Prosa al Teatro Coccia

Con "Copenaghen" si apre il cartellone di Prosa al Teatro Coccia
NOVARA - Si apre il cartellone di Prosa 2017/2018 al Teatro Coccia. Sabato 21 ottobre alle 21 e domenica 22 alle 16 sarà in scena "Copenaghen" con Umberto Orsini, Massimo Popolizio, Giuliana Lo Jodice. In un luogo che ricorda un'aula di fisica, immersi in un'atmosfera quasi irreale, tre persone, due uomini e una donna, parlano di cose successe in un lontano passato, cose(...)

continua »

Altre notizie

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top