Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 27 marzo 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 24 febbraio 2017, 7:25 m.

Orlandi: «Testa solo allo Spezia»

L’italo-spagnolo spinge il Novara: «Mi ha voluto veramente»

NOVARA - A 32 anni è sbarcato per la prima volta da calciatore in Italia. A dispetto delle sue origini “italianissime”, come tiene a sottolineare. 
Andrea Orlandi è nato a Barcellona, ma sente il cuore diviso a metà: «Sono nato in Spagna, ho vissuto sempre lì e mia moglie è spagnola - rivela - Ma i miei genitori sono italiani e mi hanno trasmesso l’italianità. E’ un orgoglio giocare qui».
Un’opportunità che si è concretizzata un po’ a sorpresa.
«Appena ho saputo di questa opzione ho accettato immediatamente. E’ stato tutto molto veloce. Il Novara mi ha voluto fortemente, l’ho preferito ad altre soluzioni e non sono affatto pentito».
A Latina un debutto coi fiocchi
«Dal primo giorno i miei compagni mi hanno fatto sentire subito a mio agio. Sono felice del mio esordio perchè è coinciso con la vittoria della squadra, che è la cosa più importante».
Come mai il calcio italiano si è accorto di Orlandi così tardi?
«Non c’è mai stata la possibilità. Ho giocato in Inghilterra per tanti anni e sarei voluto rimanere lì, ma non è stato possibile. Dopo la rescissione con l’Apoel ho colto al volo l’opportunità di venire a giocare in Italia. Come si dice non è mai troppo tardi. Ho 32 anni, ma ho voglia di continuare ancora per un po’».
Conoscevi già Novara?
«Sì, quando era stato in serie A e nel club c’era un direttore spagnolo. E avevo sentito parlare di Novarello».
A proposito di direttori, Teti ti seguiva da tempo...
«Non lo conoscevo, ma quando ho parlato con lui mi ha descritto perfettamente come calciatore. E da lì ho capito che era Novara la scelta giusta».
E poi c’è Macheda, vecchia conoscenza dal calcio inglese.
«Federico lo conoscono tutti ed è un ottimo calciatore. Inoltre è anche il mio compagno di stanza. Spero di aiutare a segnare tanti gol a lui e a Galabinov».
Ma dove può arrivare questo Novara?
«L’altro giorno abbiamo parlato col mister e ci siamo detti di pensare partita per partita. La serie B italiana mi ricorda la Championship, c’è molta fisicità ed è difficile vincere le partite contro avversari veramente duri. Ci stiamo allenando bene, con grande voglia. E soprattutto in casa dobbiamo cercare sempre la vittoria. Iniziamo, però, a pensare solo alla prossima partita contro lo Spezia».
A che punto è la tua condizione?
«Gli allenamenti sono duri e spero di essere al massimo prestissimo. Sono felice di questa nuova avventura».
E i tifosi azzurri già sognano un nuovo beniamino...
Paolo De Luca

Articolo di: venerdì, 24 febbraio 2017, 7:25 m.

Dal Territorio

La Igor Volley butta via il secondo posto

La Igor Volley butta via il secondo posto
BUSTO ARSIZIO - L’Igor esce sconfitta per 3-1 senza giustificazioni dal PalaYamamay nell’ultimo turno di regular season, battuta nella serata in cui una vittoria sarebbe servita, visto il contemporaneo stop di Casalmaggiore a Montichiari, per passare sul filo di lana al secondo posto in classifica. Una squadra azzurra arruffona, frenetica e confusionaria come avevamo(...)

continua »

Altre notizie

Viaggia con un tagliando della revisione contraffatto: denunciato 50enne

Viaggia con un tagliando della revisione contraffatto: denunciato 50enne
GRIGNASCO, In occasione di un controllo stradale, eseguito dalla Polizia stradale di Romagnano Sesia, esibisce una carta di circolazione della sua autovettura con un tagliando della revisione visibilmente contraffatto. Protagonista della vicenda è un 50enne di Grignasco, nel Novarese, A.F. le sue iniziali, alla guida di una Opel Corsa. E’ successo sabato 25 marzo intorno(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Successo di visitatori per le Giornate di Primavera del Fai

Successo di visitatori per le Giornate di Primavera del Fai
NOVARA - Ci mettono passione ed entusiasmo. E anche professionalità. Sono il valore aggiunto delle Giornate di Primavera: gli Apprendisti Ciceroni. Studenti di ogni ordine e grado che hanno accompagnato in visita per la due giorni di arte e cultura proposta sul territorio della delegazione Fai di Novara. Sabato 25 e domenica 26 marzo apertura di 29 beni tra la città (cinque nel(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top