Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 24 settembre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 25 agosto 2017, 10:21 m.

La nuova Igor ha iniziato a sudare

Prima settimana di allenamenti per le 5 atlete agli ordini di Barbolini

Vacanze finite per l’Igor Volley che, seppur radunatasi a ranghi ridotti giovedì scorso presso la sede Agil di Trecate accolta come al solito dal calore dai suoi numerosi irriducibili fans ma anche da molti curiosi, sta già lavorando dal punto di vista fisico e tecnico sotto la guida dello staff guidato dal nuovo coach, Massimo Barbolini.

Cinque le atlete della prima squadra alle prese con i primi 10 giorni di preparazione; le confermate Piccinini, Sansonna e Zannoni, le due nuove registe, Kasia Skorupa e Letizia Camera, a cui sono state aggregate le giovani del vivaio, Brumat, Parini, Piacentini e la new entry, Corti.

A dare il senso della prossima stagione sono stati giovedì pomeriggio in sede la presidente, suor Giovanna Saporiti, e il nuovo tecnico Massimo Barbolini nella conferenza seguita al benvenuto alle atlete vecchie e nuove.

«Per arrivare finalmente allo scudetto – ha detto nel suo intervento Suor Giò – abbiamo fatto un percorso di crescita durato 5 anni e adesso, con il primo tricolore nella storia del volley novarese sul petto e dentro il cuore, ci aspetta la stagione più difficile perché tutte le squadre si sono rafforzate e sarà molto complicato primeggiare».

Al tecnico modenese invece il compito di presentare il programma di lavoro e le speranze di stagione. «Era una necessità quella di cominciare abbastanza presto – ha esordito Barbolini – non solo perché già il 1 novembre avremo un appuntamento molto importante che assegnerà il primo trofeo della stagione, la SuperCoppa italiana, tra l’altro in casa, ma anche perché l’ultimo campionato è ormai in archivio da quasi tre mesi, troppo per chi non ha avuto poi impegni di nazionale». «In questi primi 10/11 giorni – ha spiegato - lavoreremo subito non solo dal punto di vista fisico ma anche da quello tecnico perché, e questo è stato ribadito alle ragazze, non c’è tempo da perdere perché saremo chiamati ad una stagione importante e dai tanti obbiettivi e quindi la parola d’ordine è quella di sfruttare tutti i momenti utili per migliorare».

Attilio Mercalli 

Articolo di: venerdì, 25 agosto 2017, 10:21 m.

Dal Territorio

Il Novara cede all’Avellino

Il Novara cede all’Avellino
NOVARA -  AVELLINO  1- 2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Troest, Chiosa, Calderoni, Moscati, Ronaldo (15’ st Da Cruz), Sciaudone, Di Mariano (1’ st Macheda), Maniero, Chajia (36’ st Sansone).  All.:  Corini.   AVELLINO:  Radu, Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato, Laverone (33’ st Lasik), Paghera(...)

continua »

Altre notizie

Incidente in autostrada: ferito trasportato grave al Cto di Torino

Incidente in autostrada: ferito trasportato grave al Cto di Torino
NOVARA, Incidente stradale lungo l’autostrada A4 Torino-Milano, poco prima delle 13 di oggi, sabato 23 settembre, in direzione del capoluogo lombardo, ancora in territorio novarese.Il sinistro ha coinvolto un’autovettura e un mezzo pesante. Giunto sul posto, il personale dei Vigili del fuoco si è occupato di estrarre un ferito rimasto incastrato nell’auto e ha(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top