Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 23 novembre 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 13 novembre 2017, 5:59 p.

La Croce Rossa intitola la sua sede al professor Giuliano

La sala riunione ricorderà invece Sergio Roncaglia

NOVARA - Grande festa sabato alla Croce Rossa di Novara, in corso XXIII Marzo, davanti al Prefetto, Francesco Paolo Castaldo, al vescovo Franco Giulio Brambilla, al vicesindaco Sante Bongo, al presidente regionale della Cri, Antonino Galvano, ai numerosi volontari intervenuti e ad un folto pubblico. Il presidente della Croce Rossa di Novara, Paolo Pellizzari ha ufficialmente intitolato la sede di Novara al compianto professore Vincenzo Giuliano già presidente della Cri negli anni Novanta nonché primario all’ospedale “Maggiore”. «Durante la sua presidenza – ha spiegato Pellizzari – vi fu tra le altre, anche lo storico trasferimento da via Passalacqua a questa sede». Altra intitolazione a Sergio Roncaglia, dirigente di ente pubblico e presidente della Croce Rossa subito dopo la presidenza di Giuliano, al quale è stata dedicata, la sala riunioni del comitato novarese, in quello che una volta era il suo ufficio. Presenti anche le famiglie dei due compianti presidenti, che hanno assistito, dapprima alla lettura dei principi della Croce Rossa, successivamente ai saluti e agli auguri per un prospero proseguimento dell’attività alla Cri di Novara da parte del prefetto. Il presidente regionale della Cri  Galvano ha voluto ricordare «le due persone che hanno guidato per decenni il comitato di Novara, migliorandolo sempre di più, segno che la Cri vuole andare avanti, ma guardando anche indietro, a chi ha posto le basi e calcato i principi che persegue la Croce Rossa». Il vicesindaco Sante Bongo medico tuttora operante in ospedale a Novara, in rappresentanza del Comune, ha voluto portare i saluti del Sindaco Canelli, ricordando il dottor Giuliano: «Ero un suo estimatore ed amico – ha detto – individuò in me la persona che avrebbe potuto insegnare i rudimenti della riabilitazione polmonare; un augurio per il futuro alla Croce Rossa». Infine il vescovo Brambilla ha elogiato i volontari della Cri per il grande lavoro che svolgono quotidianamente, in questa città, ma anche in regione e in tutto il Paese, dando subito dopo la benedizione alla sede e alla sala riunioni, in ricordo di due figure che hanno attraversato 45 anni di storia della Croce Rossa a Novara.
Massimo Centrella

Articolo di: lunedì, 13 novembre 2017, 5:59 p.

Dal Territorio

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

Crac Phonemedia, gli ex dipendenti in aula

Crac Phonemedia, gli ex dipendenti in aula
NOVARA, Nuova udienza, martedì mattina in Tribunale a Novara, per il crac “Phonemedia”, vicenda che ha interessato molto da vicino anche il capoluogo gaudenziano. In aula, a questa nuova udienza del processo, che riguarda una delle vicende più discusse degli ultimi anni in città, anche cinque ex lavoratori, una parte dei venti che si sono costituiti parte(...)

continua »

Altre notizie

Sgarbi al teatro Coccia con il suo "Michelangelo"

Sgarbi al teatro Coccia con il suo "Michelangelo"
NOVARA - Vittorio Sgarbi torna a Novara venerdì 24 novembre per lo spettacolo al Teatro Coccia "Michelangelo" (inizio alle 21, evento fuori stagione). Il critico d'arte, la cui collezione è in mostra al castello di Novara fino al 14 gennaio, racconterà la vita del Buonarroti accompagnato dalla musica di Valentino Corvino (compositore, in scena interprete) e assieme alle(...)

continua »

Altre notizie

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto
La discarica di Barengo chiuderà nel 2018, è l’unico impianto sul territorio del Novarese per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e urge trovare un altro impianto dove conferire circa 58.000 tonnellate all’anno. Tre le soluzioni possibili. Il bando di gara si chiude con un vincitore oppure il progetto di un sopralzo. In alternativa prende piede(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top