Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 20 gennaio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 20 aprile 2017, 8:43 p.

L’Igor Volley risorge e vola in semifinale

Sorpasso riuscito in una soffertissima “bella” con Scandicci

NOVARA - Dopo due ore di passione e di equilibrio l’Igor mata la Savino del Bene Scandicci e si guadagna il passaggio alla semifinale scudetto, dove incontrerà la vincente tra Busto e Casalmaggiore. Una gara 3 difficilissima sotto tutti i punti di vista, giocata punto a punto per lunghi tratti e che la squadra novarese ha fatto sua con il cuore ma dall’alto di una condizione fisica importante, che ha fatto la differenza viste le altre due ore di gioco disputate solo 24 ore prima ed uscita nelle parti finali di set. Certamente anche la componente tecnica ha fatto la sua parte partendo dal fatto che era chiaro che Barun non avrebbe potuto ripetere la prova “monstre” da 35 pt. del giorno prima per tanti motivi (21 comunque i punti finali per la croata ndr). Ed allora, per vincere il match decisivo contro una Savino del Bene mai doma fino all’ultimo pallone, è salita in cattedra la squadra (51% totale in attacco) con menzione particolare a Chirchella (14 pt) ed al duo olandese d’attacco, Plak-Pietersen (40 pt in due ndr), finalmente ai livelli della nazionale orange, a cui si è aggiunta una loro gestione in seconda linea, studiata ed applicata al meglio con gli innesti in corso d’opera di Donà e di una convalescente Piccinini. Il match. Le due squadre che si ripresentano con le stesse effettive di inizio gara 2, sanno di giocarsi una stagione intera e quindi inutile dire che il nervosismo è palpabile quando si comincia. Le ospiti partono meglio mentre l’Igor fatica ad entrare dentro alla contesa più di testa che di gambe; gli errori non si contano ma sono 4 i punti di vantaggio toscani a metà frazione quando è d’obbligo a Fenoglio chiedere il suo primo time out (12-16). Le azzurre, martedì in maglia bianca, riescono a recuperare lo svantaggio nel finale di set con Plak a cui Fenoglio aveva chiesto concretezza; l’olandese risponde con due ace che riportano Novara a giocarsi la frazione alla pari (23-23). L’Igor ha la possibilità di farlo suo, ma Meijners l’annulla e poi concretizza per le sue lo 0-1 (25-27). Novara torna in campo e nei due parziali successivi fa e disfa, scappa via, si fa riprendere più volte, si fa anche superare ma non molla e proprio dopo la metà, in entrambi i casi il 17-17 è lo spartiacque decisivo, trova i guizzi giusti per prendere le distanze dalle toscane di Beltrami e guadagnarsi il doppio 25-22 che fa ribaltare la situazione set portandosi sul 2 a 1. Sulle ali del doppio successo parziale che scaccia le paure, l’Igor rientra e vola 9-4; ma i giochi non sono fatti e c’è da soffrire ancora perché Scandicci soprattutto difende tanto, ribatte colpo su colpo ed è dura a morire. Sono però alcune scelte sbagliate nel campo azzurro che fan tornare sotto le ospiti (12-12) che con l’entrata di Loda su Cruz trovano nuovo vigore. 
E’ di nuovo un lungo testa a testa tra le due ma Novara ormai sa come si fa e scatta dopo il 18-18 con Barun e Pietersen (20-18) con l’olandese Utrecht che diventa la match winner per Novara perché infila i tre punti consecutivi che decidono di fatto la gara ed il passaggio del turno (23-19) anche se tocca poi a Chirichella a muro fissare il punteggio finale 25-20. 

Attilio Mercalli   

Articolo di: giovedì, 20 aprile 2017, 8:43 p.

Dal Territorio

Igor Volley, una sconfitta che brucia

Igor Volley, una sconfitta che brucia
OSIMO - Dopo Busto anche Novara viene costretta alla sconfitta al tie break dalla Lardini Filottrano, dimostratasi in casa molto difficile da affrontare ma l’Igor non è stata sicuramente all’altezza del suo nome. Una sconfitta incredibile che brucia: la squadra azzurra, presentatasi nelle Marche in piena emergenza, ha ad un certo punto rischiato anche una più che(...)

continua »

Altre notizie

Marano Ticino: incidente tra due autovetture

Marano Ticino: incidente tra due autovetture
MARANO, Serie di incidenti stradali nelle ultime ore sulle strade del Novarese. A Marano Ticino, lungo la ss 32, al km. 19,450, due autovetture, una Ford Fiesta, guidata da un 23enne di Novara, e una Citroen C3, alla cui guida c'era un 39enne di Marano, sono entrate in collisione. Il conducente della Fiesta è stato condotto al Pronto soccorso dell'ospedale Maggiore di Novara dal(...)

continua »

Altre notizie

Ragazzi Harraga, mostra al Broletto

Ragazzi Harraga, mostra al Broletto
NOVARA - Martedì prossimo verrà inaugurata al Broletto “Sguardi sui ragazzi harraga”, la mostra fotografica che racconta del progetto pilota, partito da Palemo, di accoglienza e, soprattutto d‘inserimento lavorativo e abitativo, dei giovani migranti che giungono in Italia soli. L’iniziativa è curata dal Ciai (Centro Italiano aiuti(...)

continua »

Altre notizie

I sentieri del vino Boca e l’Unesco

I sentieri del vino Boca e l’Unesco
Una cartina per favorire la conoscenza a livello internazionale di un territorio storico del Novarese e i suoi vini preziosi. Dalla collaborazione tra Il Club per l’Unesco Terre del Boca e i produttori del Boca doc è nata “I sentieri del vino. Percorsi tra i vigneti del Boca doc”. La cartina,  è stata presentata ufficialmente prima di Natale nella(...)

continua »

Altre notizie

^ Top