Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 23 novembre 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 07 settembre 2017, 8:17 p.

Incendio di Mortara: gli odori, spinti dal vento, giungono anche a Novara

Centralino dei Vigili del fuoco preso d’assalto

NOVARA, Centralino dei Vigili del fuoco preso di mira, dalle 19 circa di oggi, giovedì 7 settembre, per un forte odore di plastica bruciata che si è diffuso in tutta Novara. Segnalazioni sono giunte dall’area del centro città, come anche da S. Agabio, viale Giulio Cesare, zona Rizzottaglia, via Torricelli e insomma da tutta la città. Molte le persone che lamentavano bruciori agli occhi e alla gola. Si tratta dell’incendio di Mortara, quello scaturito all’alba di ieri dall’azienda Eredi Bertè di via Enrico Fermi, sulla strada che conduce all’Alessandrino.

“Il vento è cambiato – rispondono al centralino – e sta facendo arrivare i miasmi nella zona del Novarese. Non possiamo farci nulla”. La sola precauzione, data dai Vigili, è di chiudere porte e finestre. Una mano potrebbe arrivare dalla pioggia, che sarebbe prevista già in serata su gran parte della provincia. 

Da parte del Comune di Novara, il sindaco Alessandro Canelli, tramite una diretta web sulla propria pagina Facebook, ha commentato la situazione: "Nessun panico e nessun allarmismo, siamo in costante contatto con Arpa e il monitoraggio continua. Arpa, inoltre, conferma che dalle analisi fatte non ci sono pericoli per la salute pubblica. Nel momento in cui dovessimo avere un minimo sentore di pericolo per la salute dei novaresi, saremo tempestivi nel comunicarlo e prendere provvedimenti». Canelli ha anche evidenziato come "le centraline di Arpa di Novara non rilevano anomalie nei valori di ossido di zolfo e azoto e fanno pensare che non ci siano pericoli rispetto all’evento di Mortara. Per quanto concerne le analisi sulla diossina, i valori definitivi arriveranno nel giro di 48 ore".  

Oggi sono continuate le operazioni di spegnimento, che proseguiranno quantomeno sino a domani, per gli ultimi focolai. Per conoscere se vi siano sostanze inquinanti o diossina nell’aria, bisognerà attendere i risultati dell’Arpa, stimati in 72 ore a partire da mercoledì mattina. Si potrebbero avere quindi tra venerdì e sabato.

A Borgolavezzaro, intanto, è stata collocata già mercoledì una centralina per rilevare anche nel Novarese la situazione dell’aria.

mo.c.

Articolo di: giovedì, 07 settembre 2017, 8:17 p.

Dal Territorio

Crac Phonemedia, gli ex dipendenti in aula

Crac Phonemedia, gli ex dipendenti in aula
NOVARA, Nuova udienza, martedì mattina in Tribunale a Novara, per il crac “Phonemedia”, vicenda che ha interessato molto da vicino anche il capoluogo gaudenziano. In aula, a questa nuova udienza del processo, che riguarda una delle vicende più discusse degli ultimi anni in città, anche cinque ex lavoratori, una parte dei venti che si sono costituiti parte(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

Sgarbi al teatro Coccia con il suo "Michelangelo"

Sgarbi al teatro Coccia con il suo "Michelangelo"
NOVARA - Vittorio Sgarbi torna a Novara venerdì 24 novembre per lo spettacolo al Teatro Coccia "Michelangelo" (inizio alle 21, evento fuori stagione). Il critico d'arte, la cui collezione è in mostra al castello di Novara fino al 14 gennaio, racconterà la vita del Buonarroti accompagnato dalla musica di Valentino Corvino (compositore, in scena interprete) e assieme alle(...)

continua »

Altre notizie

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto
La discarica di Barengo chiuderà nel 2018, è l’unico impianto sul territorio del Novarese per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e urge trovare un altro impianto dove conferire circa 58.000 tonnellate all’anno. Tre le soluzioni possibili. Il bando di gara si chiude con un vincitore oppure il progetto di un sopralzo. In alternativa prende piede(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top