Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 18 ottobre 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 09 ottobre 2017, 9:18 m.

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

E' l'idea di Alberto Cerutti

Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2 aprile 2018 la riduzione della Ztl (Zona a traffico limitato). Sperimentazione che nella sostanza si traduce nell’interdizione al traffico veicolare lungo i quattro corsi principali e in piazza Martiri  dalle 8 del sabato alle 13 di domenica e sempre dalle 8 alle 13  nei giorni festivi infrasettimanali. Rispetto a qualche giorno fa  le auto potranno circolare liberamente dalle ore 15 del venerdì alle ore 8 del sabato e la domenica dalle ore 13 (anziché dalle 19). Il provvedimento, come era del resto immaginabile,  ha scatenato un’infinità di polemiche soprattutto sulla rete internet tra gli aficionados di Facebook.  Ma , commercianti a parte, c’è anche chi condivide la scelta fatta dall’amministrazione comunale. E’ il caso di Alberto Cerutti presidente de “Il Popolo della Famiglia” di Novara e VCO, associazione che alle ultime elezioni amministrative aveva proposto la candidatura a primo cittadino dello stesso Cerutti. Quest’ultimo qualche giorno fa ha inviato una lettera aperta al Sindaco Sergio Bossi per esprimergli “l’apprezzamento per la scelta fatta che mira a rilanciare le attività commerciali borgomaneresi. Se posso permettermi – prosegue Cerutti – vorrei però suggerire ciò che nel programma stilato dal “Popolo della Famiglia” in occasione delle elezioni comunali, prevedevamo come indispensabile, in abbinamento alla modifica della Ztl,ossia la variazione delle tariffe di parcheggio a strisce blu, azzerando il costo della prima ora di sosta, seppur contrapponendo un costo superiore dopo la suddetta “prima ora” per disincentivare i parcheggi a lungo termine. Tale provvedimento – prosegue Cerutti – sarebbe stato nel nostro intento, decisivo, così da incoraggiare i fruitori a soste, seppur brevi, mirate però a servirsi delle attività commerciali in modo agevole senza la sovrattassa mascherata del parcheggio. La invito a considerare tale possibilità – suggerisce il Presidente del “Popolo della Famiglia” – come investimento che potrebbe rallentare la” fuga di attività” che si registra ormai da anni senza soluzione di continuità”. Nella foto, di Panizza come si presentava venerdì pomeriggio alle 15,45 corso Garibaldi con le auto in circolazione.

Carlo Panizza

Articolo di: lunedì, 09 ottobre 2017, 9:18 m.

Dal Territorio

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

A Vicolungo l’addio a Gian Carlo Baragioli

A Vicolungo l’addio a Gian Carlo Baragioli
VICOLUNGO, “Sono parole difficili da dire quelle di oggi. Una vita non può finire così. Se tutto finisse in questo modo, il vivere sarebbe una cosa da ridere. Ma le stesse letture, il nostro essere credenti, il nostro credere, ci fa subito capire che non è così e che anzi ci sarà una vita eterna. Rivedremo Gian Carlo e rivedremo tutti i nostri(...)

continua »

Altre notizie

“Non giocarti la vita”, il contrasto alla ludopatia passa per il teatro

“Non giocarti la vita”, il contrasto alla ludopatia passa per il teatro
NOVARA - Si chiama “Non giocarti la vita” il progetto per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo promosso dall’assessorato alle Politiche giovanili in collaborazione con l’assessorato al Commercio. All’interno del progetto rientra lo spettacolo teatrale “Chiamano bingo!” dell’associazione culturale-teatrale(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top