Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 18 ottobre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 14 luglio 2017, 12:44 p.

Bancarella, da Novara a Pontremoli

Domenica la finale del Premio

Conto alla rovescia per il Premio Bancarella. Lo scorso marzo a Novara sono stati svelati i nomi dei sei autori che domenica 16 luglio si contenderanno a Pontremoli, in piazza della Repubblica, la vittoria finale. È stato un orgoglio ospitare la prima nazionale all’ombra della Cupola, nell’Auditorium “Fratelli Olivieri” del Conservatorio Cantelli dove i finalisti dell'edizione 2017, i vincitori del Premio Selezione Bancarella, sono stati presentati da testimonial novaresi. Eccoli i magnifici sei: un novarese, il libraio e scrittore Alessandro Barbaglia con il suo romanzo d’esordio, “La Locanda dell’Ultima Solitudine” edito da Mondadori; poi la cagliaritana Cristina Caboni, autrice de “Il giardino dei fiori segreti” (Garzanti); il padovano Matteo Strukul in gara con “I Medici” (Newton Compton); la veronese Valeria Benatti che ha scritto “Gocce di veleno” (Giunti); il napoletano Lorenzo Marone con “Magari domani resto” (Feltrinelli) e il sud coreano Jung Myung Lee (unico che non aveva potuto partecipare alla prima novarese) autore de “La guardia, il poeta e l’investigatore” (Sellerio). Con un evento di portata nazionale si rafforza così il legame tra Novara e il premio che ebbe nel libraio Ottavio Lazzarelli uno dei fondatori. Legame che negli anni passati si è tradotto in tante serate sotto le stelle con la presentazione degli scrittori in gara. «Un grande orgoglio per noi – aveva detto il sindaco Alessandro Canelli alla conferenza stampa a Palazzo Cabrino – perché inizia da Novara un percorso di avvicinamento alla finale del 16 luglio. La nostra città ospita il primo evento, seguito da altre tappe in Italia. Sarà l’occasione per conoscere i sei finalisti tra cui c’è il vincitore. Perché Novara? Perché la nostra città è un terreno fertile sotto il profilo delle politiche di promozione della lettura, grazie alla forte collaborazione tra vari soggetti e le iniziative delle librerie. Si sta costruendo una bella rete con rapporti solidi e consolidati. Sono le basi per un futuro sempre più proficuo». Il premio è organizzato dall’Unione Librai Pontremolesi e dall’Unione Librai delle Bancarelle insieme alla Fondazione “Città del Libro” nel cui cda c’è Roberto Lazzarelli, erede della storica famiglia di librai novaresi. 
Eleonora Groppetti

Articolo di: venerdì, 14 luglio 2017, 12:44 p.

Dal Territorio

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

A Vicolungo l’addio a Gian Carlo Baragioli

A Vicolungo l’addio a Gian Carlo Baragioli
VICOLUNGO, “Sono parole difficili da dire quelle di oggi. Una vita non può finire così. Se tutto finisse in questo modo, il vivere sarebbe una cosa da ridere. Ma le stesse letture, il nostro essere credenti, il nostro credere, ci fa subito capire che non è così e che anzi ci sarà una vita eterna. Rivedremo Gian Carlo e rivedremo tutti i nostri(...)

continua »

Altre notizie

“Non giocarti la vita”, il contrasto alla ludopatia passa per il teatro

“Non giocarti la vita”, il contrasto alla ludopatia passa per il teatro
NOVARA - Si chiama “Non giocarti la vita” il progetto per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo promosso dall’assessorato alle Politiche giovanili in collaborazione con l’assessorato al Commercio. All’interno del progetto rientra lo spettacolo teatrale “Chiamano bingo!” dell’associazione culturale-teatrale(...)

continua »

Altre notizie

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top