Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 23 febbraio 2018
 
 
Articolo di: martedì, 13 febbraio 2018, 9:12 m.

Ancora negativo il bilancio demografico delle imprese artigiane novaresi

L'attività più rilevante è quella delle costruzioni

NOVARA - Appare ancora negativo, ma in miglioramento rispetto alle annualità precedenti, il bilancio demografico delle imprese artigiane novaresi: il saldo tra iscrizioni e cessazioni avvenute nel periodo gennaio-dicembre 2017 registra infatti una ventina di unità in meno, corrispondente ad una variazione annuale del -0,25% (a fronte del +0,45% registrato per l’intero tessuto produttivo provinciale). 

«Per l’artigianato, che ha risentito in misura maggiormente accentuata dell’impatto della crisi, la risalita risulta più graduale e impegnativa– commenta Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara – Non mancano tuttavia segnali di miglioramento, soprattutto rispetto ai saldi negativi registrati in passato, con perdite che avevano superato le 330 unità nel 2013 e le 120 nel 2015 e che appaiono ora considerevolmente attenuate, grazie anche alla stabilità registrata dalle costruzioni». Sono 619, in particolare, le aziende artigiane che nel corso del 2017 si sono iscritte al registro delle imprese di Novara, mentre 643 hanno cessato la propria attività (al netto delle cessazioni d’ufficio), con una consistenza dell’artigianato provinciale che a fine anno ammonta a 9.482 imprese. 

Analizzando i risultati dei principali settori di attività economica si osserva una sostanziale stabilità per le costruzioni, comparto che chiude il periodo in esame con un bilancio di 4 unità in meno (rispetto alle 67 perse nel 2016), confermandosi l’attività più rilevante, in cui si concentra il 40,9% delle ditte artigiane registrate. Positivo il saldo dei servizi (commercio escluso), che registrano un lieve incremento, guadagnando 13 unità, con un’incidenza del 30,8% sulle imprese artigiane totali. Calano, invece, le imprese manifatturiere, che sfiorano il 23% del tessuto artigiano provinciale e registrano una flessione pari a -23 unità. Per quanto riguarda la forma giuridica, si conferma la rilevanza delle ditte individuali, che rappresentano oltre l’80% dell’universo artigiano e il cui risultato appare, conseguentemente, in linea con quello complessivo, chiudendo il 2017 con una lieve flessione del -0,2% rispetto all’anno precedente. Contenuto, ma superiore il calo avvertito dalle società di persone (-1,1%), che incidono per il 15,7% sull’artigianato provinciale, mentre le società di capitale realizzano la performance più favorevole (+3,5%), attestandosi al 4,1% delle ditte artigiane. 

Articolo di: martedì, 13 febbraio 2018, 9:12 m.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Rubate le offerte per la Caritas

Rubate le offerte per la Caritas
ROMENTINO - È successo ancora. Un anno fa ignoti avevano scassinato la cassetta per le offerte collocata accanto al presepe in chiesa parrocchiale. Questa volta è accaduto in occasione della mostra proposta dal Gruppo Filatelico Romentinese nel 160° anniversario dell’apparizione di Nostra Signora di Lourdes: fino al 28 febbraio la cappella del Santissimo Sacramento(...)

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top