Corriere di Novara http://corrieredinovara.com Fri, 25 May 2018 16:05:22 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.6 A Lauren Carlini la regia della Igor 2018/19 http://corrieredinovara.com/sport/a-lauren-carlini-la-regia-della-igor-2018-19/ http://corrieredinovara.com/sport/a-lauren-carlini-la-regia-della-igor-2018-19/#respond Fri, 25 May 2018 16:05:22 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62697 Lauren Carlini, 23enne americana, è l’11° tassello inserito nella nuova Igor Volley e sarà la nuova regista della Igor Volley Novara per la prossima stagione. La talentuosa atleta della nazionale a stelle e strisce è stata scelta dalla società novarese per succedere a Kasia Skorupa. Si aggiunge alla connazionale Michelle Bartsch, a Yamila Nizetich e […]

Continua la lettura di A Lauren Carlini la regia della Igor 2018/19 sul portale Corriere di Novara.

]]>
Lauren Carlini, 23enne americana, è l’11° tassello inserito nella nuova Igor Volley e sarà la nuova regista della Igor Volley Novara per la prossima stagione. La talentuosa atleta della nazionale a stelle e strisce è stata scelta dalla società novarese per succedere a Kasia Skorupa. Si aggiunge alla connazionale Michelle Bartsch, a Yamila Nizetich e Federica Stufi nel nuovo roster azzurro. Che ora aspetta, per chiudere la campagna acquisti, l’ingresso ufficiale della già promessa centrale serba, Stefana Veljkovic, e di un’altra atleta che la società sta cercando per il ruolo di vice Egonu.

Lauren Carlini,  prima esperienza fuori dagli States

Carlini è reduce dalla sua prima esperienza fuori dagli States in quel di Scandicci con la cui squadra è arrivata al secondo posto in regular season e disputato la semifinale play off scudetto. Queste le prime parole della new entry in azzurro, arrivate da oltre Oceano Atlantico. «Sono entusiasta e motivatissima di poter vestire la maglia di una delle formazioni più prestigiose del panorama non solo italiano ma anche europeo». «Giocare ancora in Italia – ha spiegato Carlini – non è solo una realtà importante per me ed il mio percorso di crescita tecnica. Farlo poi quest’anno a Novara in una città dal tifo caloroso, in una società ed una squadra in cui si gioca per vincere, sarà bellissimo».

a.m.

Continua la lettura di A Lauren Carlini la regia della Igor 2018/19 sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/sport/a-lauren-carlini-la-regia-della-igor-2018-19/feed/ 0
Salute mentale, al via la ristrutturazione delle strutture in viale Roma 7 a Novara FOTOGALLERY http://corrieredinovara.com/altro/salute-mentale-al-via-la-ristrutturazione-delle-strutture-in-viale-roma-7-a-novara-fotogallery/ http://corrieredinovara.com/altro/salute-mentale-al-via-la-ristrutturazione-delle-strutture-in-viale-roma-7-a-novara-fotogallery/#respond Fri, 25 May 2018 15:47:20 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62681 Salute mentale, al via la ristrutturazione delle strutture in viale Roma 7 a Novara. I lavori sono stati presentati nella sede dell’Asl No e nell’occasione si è ricordato il 40° della legge Basaglia. Salute mentale, al via la ristrutturazione delle strutture in viale Roma 7 a Novara Partiranno il 18 giugno i lavori di ristrutturazione […]

Continua la lettura di Salute mentale, al via la ristrutturazione delle strutture in viale Roma 7 a Novara FOTOGALLERY sul portale Corriere di Novara.

]]>
Salute mentale, al via la ristrutturazione delle strutture in viale Roma 7 a Novara. I lavori sono stati presentati nella sede dell’Asl No e nell’occasione si è ricordato il 40° della legge Basaglia.

Salute mentale, al via la ristrutturazione delle strutture in viale Roma 7 a Novara

Partiranno il 18 giugno i lavori di ristrutturazione delle Palazzine Tanzi e Fossati del Dipartimento di Salute Mentale e della Palazzina Verga del Dipartimento Patologia delle Dipendenze, nel complesso dell’Asl No in viale Roma 7 a Novara. Saranno sistemati i muri esterni e le coperture per un importo complessivo di quasi 444.000 euro. La conclusione dei lavori è prevista per la fine dell’anno 2018.

Comunità riabilitative psichiatriche

Le Palazzine Tanzi e Fossati del Dipartimento di Salute Mentale ospitano, ognuna, una Comunità Terapeutica Riabilitativa Psichiatrica. Ogni Comunità è suddivisa in 4 appartamenti oltre ad un’infermeria, due studi medici e due locali per gli operatori. Vengono ricoverati pazienti dai 18 ai 65 anni di età. Ogni paziente è protagonista di un progetto riabilitativo personalizzato che prevede attività sia di gruppo che individuali, all’interno e all’esterno della Comunità.

40° anniversario della legge Basaglia

Per presentare l’avvio di questi interventi si è tenuto ieri un incontro proprio nella sede dell’Asl in viale Roma. In apertura si sono succeduti i saluti dei rappresentanti istituzionali: i consiglieri regionali Luca Bona e Domenico Rossi, Giuliana Manica che seguì le prime fasi della trasformazione dell’ex ospedale psichiatrico, Marco Krengli presidente della Scuola di Medicina dell’Upo e Federico D’Andrea presidente dell’Ordine dei medici. “Con queste opere concludiamo un percorso che ci ha portato a realizzare diverse opere importanti – ha detto Adriano Giacoletto, direttore generale dell’Asl No – Probabilmente riusciremo a chiudere il bilancio con sufficienti risorse a disposizione per recuperare la palazzina B all’ingresso e ingrandire la Casa della salute. Oggi è una giornata con molti significati: annunciamo i lavori, ricordiamo il 40° anniversario della legge Basaglia e festeggiamo tutti insieme l’attività del Dipartimento di salute mentale”.

“Ottica di sempre maggiore inclusione sociale”

“L’anno prossimo sarà anche il 40° della nascita dei servizi per la cura delle dipendenze a Novara – ha sottolineato Liborio Martino Cammarata, direttore del Dipartimento Patologia delle Dipendenze –  Se prima ci occupavamo esclusivamente di uso di eroina, i nostri servizi di cura si sono poi ampliati all’alcol, al fumo ed oggi il gioco d’azzardo patologico. L’anno scorso abbiamo seguito 1.825 pazienti che sono solo la punta di un iceberg: sul territorio sono molte di più le persone che soffrono di dipendenze”. “Il restyling delle Palazzine riesce a mettere in relazione l’efficienza strutturale con le esigenze di una dimensione umana degli spazi in un’ottica di sempre maggiore inclusione sociale” ha detto Paola Bossi, direttore del Dipartimento di Salute Mentale ricordando che delle quattro comunità terapeutiche pubbliche in Piemonte, due sono a Novara (la prima nacque nel 1980).

I desideri dei pazienti

E’ seguito un momento molto emozionante durante il quale gli operatori del Dipartimento hanno letto i desideri espressi dai pazienti: c’è chi vorrebbe vedere Firenze, chi trovare l’amore, chi avere tanti soldi, chi guarire dalla depressione. In tutte le parole si percepiva la volontà di vivere liberamente. E’ seguita la relazione del dottor Domenico Nano sulla legge Basaglia “che ancora oggi mantiene la sua carica innovativa ed è considerata dall’Oms un modello di riferimento in campo psichiatrico con il superamento dell’ospedale psichiatrico e l’orientamento territoriale dell’assistenza”. L’incontro è proseguito in giardino, addobbato per l’occasione da tante frasi significative, con la tradizionale festa del Dipartimento di salute mentale.

Valentina Sarmenghi

Continua la lettura di Salute mentale, al via la ristrutturazione delle strutture in viale Roma 7 a Novara FOTOGALLERY sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/altro/salute-mentale-al-via-la-ristrutturazione-delle-strutture-in-viale-roma-7-a-novara-fotogallery/feed/ 0
Turismo nel Novarese, concluso con successo l’incoming di buyer organizzato da Evaet http://corrieredinovara.com/economia/turismo-nel-novarese-concluso-con-successo-lincoming-di-buyer-organizzato-da-evaet/ http://corrieredinovara.com/economia/turismo-nel-novarese-concluso-con-successo-lincoming-di-buyer-organizzato-da-evaet/#respond Fri, 25 May 2018 13:22:45 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62676 Turismo nel Novarese, concluso con successo l’incoming di buyer dal Nord Europa organizzato da Evaet, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Novara. Turismo nel Novarese, concluso con successo l’incoming di buyer organizzato da Evaet Sono ripartiti con contatti commerciali, prodotti tipici e grande soddisfazione per i luoghi visitati i buyer provenienti da Svezia, Danimarca, […]

Continua la lettura di Turismo nel Novarese, concluso con successo l’incoming di buyer organizzato da Evaet sul portale Corriere di Novara.

]]>
Turismo nel Novarese, concluso con successo l’incoming di buyer dal Nord Europa organizzato da Evaet, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Novara.

Turismo nel Novarese, concluso con successo l’incoming di buyer organizzato da Evaet

Sono ripartiti con contatti commerciali, prodotti tipici e grande soddisfazione per i luoghi visitati i buyer provenienti da Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia che hanno aderito all’incoming di Evaet, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Novara, con l’obiettivo di testare location turistiche da proporre per viaggi organizzati ed eventi.

60 incontri d’affari

turismo novarese Incoming EVAET (1)L’iniziativa, organizzata in collaborazione con Atl Novara e Unione Turistica Lago d’Orta, ha preso il via martedì 22 maggio all’hotel “L’Approdo” di Pettenasco, dove si sono svolti 60 incontri d’affari tra gli operatori stranieri e alcune strutture locali da loro stessi selezionate: l’hotel e ristorante “Al Castello” di Sillavengo, hotel “Cortese” di Armeno, il ristorante “Castello dal Pozzo” di Oleggio Castello, l’hotel e ristorante “Giardinetto” di Pettenasco, l’albergo “Casa Fantini” di Pella, “The Style Outlet Vicolungo”, l’agenzia viaggi “Stopover” di Novara, l’hotel “San Rocco” di Orta San Giulio e l’agriturismo “La Torre dei Canonici” di Lumellogno.

Visite alle strutture e alle attrazioni del territorio

Nei giorni seguenti i buyer hanno visitato alcune delle strutture incontrate. Hanno inoltre scoperto le attrazioni del territorio, dal lago d’Orta alle Colline Novaresi, dal paesaggio risicolo al centro storico di Novara, dimostrando grande apprezzamento per i prodotti tipici, gorgonzola in primis, e per il coinvolgimento in attività esperienziali, come il golf training.

“Meta apprezzata perchè al di fuori dei flussi turistici di massa”

turismo novarese Incoming EVAET«I positivi riscontri dell’iniziativa hanno confermato le potenzialità attrattive del nostro territorio – ha commentato Gianfredo Comazzi, presidente Evaet – Gli operatori stranieri sono stati piacevolmente sorpresi da una meta che non conoscevano e che hanno apprezzato proprio perché al fuori dei circuiti turistici di massa, rendendola particolarmente appetibile per viaggi organizzati ed eventi, tra cui matrimoni, con destinazione Italia. È quindi fondamentale saper rispondere con un’offerta di qualità, che risponda alle aspettative dei visitatori, unendo risorse paesaggistiche con prodotti e servizi altrettanto suggestivi».

Già in corso l’organizzazione del prossimo incoming

Nel frattempo è già in corso l’organizzazione del prossimo incoming Evaet. L’iniziativa, programmata per l’autunno 2018, interesserà operatori dell’area germanica che incontreranno alcune imprese novaresi dell’edilizia. Maggiori informazioni verranno pubblicate sul sito www.evaet.novara.it e possono essere richieste agli uffici dell’Azienda Speciale (evaet@no.camcom.it, tel. 0321.338.229).

v.s.

Continua la lettura di Turismo nel Novarese, concluso con successo l’incoming di buyer organizzato da Evaet sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/economia/turismo-nel-novarese-concluso-con-successo-lincoming-di-buyer-organizzato-da-evaet/feed/ 0
Edilizia, più salute e sicurezza nei cantieri http://corrieredinovara.com/economia/edilizia-piu-salute-e-sicurezza-nei-cantieri/ http://corrieredinovara.com/economia/edilizia-piu-salute-e-sicurezza-nei-cantieri/#respond Fri, 25 May 2018 13:09:20 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62673 Edilizia, più salute e sicurezza nei cantieri. Stipulata convenzione per il monitoraggio di un cantiere in largo Cantelli a Novara. Continua il lavoro di Senfors per ridurre gli infortuni e contrastare il lavoro irregolare. Edilizia, più salute e sicurezza nei cantieri Miglioramento delle condizioni di salute, igiene e sicurezza all’interno dei cantieri per ridurre il […]

Continua la lettura di Edilizia, più salute e sicurezza nei cantieri sul portale Corriere di Novara.

]]>
Edilizia, più salute e sicurezza nei cantieri. Stipulata convenzione per il monitoraggio di un cantiere in largo Cantelli a Novara. Continua il lavoro di Senfors per ridurre gli infortuni e contrastare il lavoro irregolare.

Edilizia, più salute e sicurezza nei cantieri

Miglioramento delle condizioni di salute, igiene e sicurezza all’interno dei cantieri per ridurre il numero degli infortuni e contrastare il diffuso fenomeno del lavoro irregolare e dell’evasione contributiva. Continua il lavoro di Senfors (Sistema Edile Novarese Formazione Sicurezza), che nei giorni scorsi ha stipulato una convenzione con la ditta I.Co.S. srl per il costante monitoraggio, consulenza ed assistenza di un cantiere edile a Novara. In un periodo in cui, ancora, resta alto l’allarme per gli infortuni sul lavoro e l’edilizia rimane il settore che paga il conto più alto in termini di vittime, l’iniziativa vuole rappresentare un esempio virtuoso in tema di sicurezza.

Convenzione per il monitoraggio di un cantiere a Novara

La convenzione, siglata il 4 maggio, riguarda un’attività di monitoraggio e controllo degli aspetti di salute e sicurezza nel cantiere, sito a Novara in largo Cantelli 13, per la realizzazione di un nuovo edificio di edilizia residenziale e commerciale. L’obiettivo di Senfors è quello di sviluppare un rapporto sempre più stretto con le stazioni appaltanti e non lasciare nulla di intentato per diminuire il numero di infortuni sul territorio, per tutelare al meglio l’incolumità dei lavoratori.

Continua l’impegno di Senfors

L’attività si chiama “Servizio Sicurezza e Salute Cantieri” e viene svolta da tecnici altamente e professionalmente qualificati di Senfors. Questi tecnici effettuano sopralluoghi nel cantiere, forniscono consigli, indicano eventuali carenze segnalando come porvi rimedio, senza fini coercitivi e in modo assolutamente collaborativo con le parti.
l.c.

Continua la lettura di Edilizia, più salute e sicurezza nei cantieri sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/economia/edilizia-piu-salute-e-sicurezza-nei-cantieri/feed/ 0
Ruba auto e poi ferisce Agente http://corrieredinovara.com/cronaca/ruba-auto-e-poi-ferisce-agente/ http://corrieredinovara.com/cronaca/ruba-auto-e-poi-ferisce-agente/#respond Fri, 25 May 2018 08:27:25 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62669 Ruba auto e poi ferisce Agente. Intensa attività lo scorso fine settimana della squadra Volante. Ruba auto e poi ferisce Agente Intensa attività di contrasto ai reati contro il patrimonio da parte della Squadra Volante della Questura di Novara lo scorso fine settimana. Sabato gli Agenti hanno arrestato per tentato furto aggravato ai danni del […]

Continua la lettura di Ruba auto e poi ferisce Agente sul portale Corriere di Novara.

]]>
Ruba auto e poi ferisce Agente. Intensa attività lo scorso fine settimana della squadra Volante.

Ruba auto e poi ferisce Agente

Intensa attività di contrasto ai reati contro il patrimonio da parte della Squadra Volante della Questura di Novara lo scorso fine settimana. Sabato gli Agenti hanno arrestato per tentato furto aggravato ai danni del supermercato “Esselunga” tre persone sorprese da uno degli addetti con merce asportata e non pagata. Si tratta di due cittadini italiani, R. F. e I. L., con vari precedenti per furto e un giovane nigeriano, S. A., incensurato. A seguito della segnalazione gli Agenti sono arrivati sul posto e hanno perquisito gli zaini dei fermati dove hanno trovato svariata merce, alimentare e non, per un valore totale di circa quattrocento euro. A seguito della convalida dell’arresto da parte del Tribunale di Novara, l’autorità giudiziaria ha disposto la messa in libertà del cittadino nigeriano, in quanto privo di precedenti e le misure dell’obbligo di firma e dell’obbligo di presentazione alla p.g. rispettivamente per R.F. e I.L. Ai tre veniva notificato il foglio di via obbligatorio.

Tentata rapina al Carrefour di viale Giulio Cesare

Nella tarda serata di domenica, stavolta al “Carrefour” di viale Giulio Cesare, un italiano, F. P., è stato arrestato dagli Agenti delle Volanti per tentata rapina, infatti veniva sorpreso anch’egli con della merce sottratta e non pagata dall’addetto alla sicurezza, il quale veniva minacciato e spintonato.  L’arresto è stato convalidato dal gip il giorno successivo.
Nella notte tra domenica e lunedì un cittadino italiano di circa sessant’anni, C. V., veniva arrestato dagli Agenti della Squadra Volante per furto, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.
Una persona ha segnalato alla questura l’avvenuto furto della propria autovettura all’esterno del ristorante “La Piramide” di corso XXIII marzo, riferendo che ne stava monitorando gli spostamenti tramite il dispositivo antifurto Gps. Il derubato ha raccontato di aver lasciato l’autovettura con il motore acceso e le chiavi inserite, parcheggiata per pochi minuti davanti al ristorante, giusto il tempo di ritirare delle pizze da asporto.

Libertà vigilata

Prontamente i poliziotti hanno ritrovato l’auto nei pressi dell’Ospedale “Maggiore” e immediatamente dopo è sopraggiunto un uomo, poi identificato per C. V., il quale ha tentato di aprire l’abitacolo con le chiavi. E’ stato tuttavia trattenuto da due guardie giurate e poi definitivamente bloccato dagli Agenti. C. V., in evidente stato di alterazione da alcol e stupefacenti, dichiarava di essere l’autore del furto. Una volta portato in Questura, “si dimostrava violento e non collaborativo in quanto minacciava di morte i poliziotti presenti, sferrava un pugno ad un Agente, tentando di aggredire anche gli altri presenti e colpiva ripetutamente le pareti della stanza in cui si trovava”.
L’uomo gravato da vari precedenti penali e di polizia specifici ed attualmente sottoposto alla misura della libertà vigilata, veniva trovato in possesso di un coltello di circa 30 cm. L’arresto veniva convalidato dal gip la mattina successiva.
m.d.

Continua la lettura di Ruba auto e poi ferisce Agente sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/cronaca/ruba-auto-e-poi-ferisce-agente/feed/ 0
Movida, il presidente del Sindacato sale da ballo attacca i locali “border-line” http://corrieredinovara.com/attualita/movida-il-presidente-del-sindacato-sale-da-ballo-attacca-i-locali-border-line/ http://corrieredinovara.com/attualita/movida-il-presidente-del-sindacato-sale-da-ballo-attacca-i-locali-border-line/#respond Fri, 25 May 2018 08:05:14 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62666 Movida, il presidente del Sindacato sale da ballo per Novara e Vco Maurizio Lo Vecchio attacca i locali “border-line”. Nei prossimi giorni sarà firmato un documento con varie norme da rispettare. Movida, il presidente del Sindacato sale da ballo attacca i locali “border-line” «Potrei rimettere la licenza e trasformarmi in bar così non avrei più […]

Continua la lettura di Movida, il presidente del Sindacato sale da ballo attacca i locali “border-line” sul portale Corriere di Novara.

]]>
Movida, il presidente del Sindacato sale da ballo per Novara e Vco Maurizio Lo Vecchio attacca i locali “border-line”. Nei prossimi giorni sarà firmato un documento con varie norme da rispettare.

Movida, il presidente del Sindacato sale da ballo attacca i locali “border-line”

«Potrei rimettere la licenza e trasformarmi in bar così non avrei più problemi né vincoli». La proposta provocatoria è di Maurizio Lo Vecchio, presidente per Novara e Verbano Cusio Ossola del Silb (Sindacato italiano locali ballo), aderente a Confcommercio Ascom ed è stata fatta nel corso di una conferenza stampa indetta per presentare la prossima firma con la prefettura del protocollo che imporrà nuove regole per l’accesso alle discoteche. Nel corso dell’incontro però Maurizio Lo Vecchio, ha voluto soprattutto evidenziare la situazione di concorrenza «dei bar che diventano locali da ballo senza però avere gli stessi oneri in materia di controllo e sicurezza».

“Sicurezza fondamentale per chi fa intrattenimento”

Il presidente del Silb spiega che «la sicurezza è fondamentale per chi fa intrattenimento. Lo scorso anno a Novara vi sono stati diversi episodi, nell’ambito della cosidetta “movida” che hanno portato alla chiusura di locali in centro a Novara. Noi come locali da ballo cerchiamo di prevenire certe situazioni». Inoltre ha proseguito evidenziando come «Vi sono molti locali border line. fanno musica fino a tardi, promuovono le serate sui social, invitano dj che operano nei nostri circuiti, ma in questi locali non ci sono buttafuori né le uscite di sicurezza, e tanti altri accorgimenti che noi dobbiamo mettere in atto per tutelarci a livello di legge».

Ordinanza non rispettata

Lo Vecchio è titolare del Ryan’s a Novara e del Celebrità a Trecate: «Sono da 32 anni attivo nel settore intrattenimento. So di cosa parlo. A Novara è stata fatta un’ordinanza che vieta di portare lontano dai bar i bicchieri e le bottiglie, eppure nel parcheggio del Ryan’s ogni mattina trovo decine di bicchieri di altri locali. Tanti sono i ragazzi che si presentano all’ingresso del mio locale già alticci. In piazza Martiri ruotano circa 3.000 persone a sera. Noi al Ryan’s nel fine settimana siamo costretti a lasciare fuori fra le 250-300 persone a sera , avendo una capienza totale di 600 posti. Sottolineo poi il fatto non trascurabile che circa metà degli ingressi avvengono senza la prima consumazione».

Possibili soluzioni

In merito alla situazione dei locali da ballo spiega che «sono 15 quelli rimasti nelle due province. Vi è stata una crisi delle discoteche in tutta Italia, che sono scese da 2.500 a 1.500. Noi riusciamo ad andare avanti, nonostante siano aumentati i costi per la sicurezza, solo perché i muri sono di nostra proprietà». Sulle possibile soluzioni per coniugare sicurezza con i ricavi economici propone alcune soluzioni: «Bisognerebbe gestire gli orari in modo diverso come è stato fatto ad Arona, dove la musica all’aperto termina a mezzanotte, grazie a un’ordinanza del sindaco Gusmeroli. Il limite esiste anche a Novara, dove però è concesso proseguire con la musica solo all’interno, fino alla chiusura dei bar. In merito alla somministrazione di alcol ai minori, un vero problema, penso che di fronte a richieste da chi non sembra essere maggiorenne, i nostri baristi invitano il cliente a dimostrare di avere 18 anni. Attiveremo anche un servizio navetta bus, per evitare l’utilizzo delle automobili, così come avviene in varie città d’Europa».
m.d.

Continua la lettura di Movida, il presidente del Sindacato sale da ballo attacca i locali “border-line” sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/movida-il-presidente-del-sindacato-sale-da-ballo-attacca-i-locali-border-line/feed/ 0
Angeli sognanti, l’opera scomparsa di Gaudenzio Ferrari rivive in un murale http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/angeli-sognanti-lopera-scomparsa-di-gaudenzio-ferrari-rivive-in-un-murale/ http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/angeli-sognanti-lopera-scomparsa-di-gaudenzio-ferrari-rivive-in-un-murale/#respond Fri, 25 May 2018 06:43:28 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62663 Angeli sognanti, l’opera scomparsa di Gaudenzio Ferrari rivive in un murale che sarà realizzato dall’artista Andrea Ravo Mattoni a Novara. Angeli sognanti, l’opera scomparsa di Gaudenzio Ferrari rivive in un murale L’artista Andrea Ravo Mattoni riprodurrà con un murale “Gli angeli sognanti”, opera di Gaudenzio Ferrari da anni scomparsa. “L’iniziativa – spiega il sindaco Alessandro […]

Continua la lettura di Angeli sognanti, l’opera scomparsa di Gaudenzio Ferrari rivive in un murale sul portale Corriere di Novara.

]]>
Angeli sognanti, l’opera scomparsa di Gaudenzio Ferrari rivive in un murale che sarà realizzato dall’artista Andrea Ravo Mattoni a Novara.

Angeli sognanti, l’opera scomparsa di Gaudenzio Ferrari rivive in un murale

L’artista Andrea Ravo Mattoni riprodurrà con un murale “Gli angeli sognanti”, opera di Gaudenzio Ferrari da anni scomparsa. “L’iniziativa – spiega il sindaco Alessandro Canelli – nasce da un’idea che il Soroptimist Novara, in occasione dei sessant’anni di costituzione del Club service, aveva intenzione di realizzare. Lo ha condiviso con l’assessorato alla Cultura che, data la qualità del progetto, lo ha accolto con entusiasmo, coinvolgendo quindi la Soprintendenza dei Beni culturali nelle persone di Manuela Salvitti, Cristina Natoli e Massimiliano Caldera”.

Frontiere urbane

“L’iniziativa si può peraltro annoverare tra gli eventi collaterali novaresi legati alla mostra “Il Rinascimento di Gaudenzio Ferrari” – continua il sindaco – Nell’ambito del nostro progetto “Frontiere urbane” è stata coinvolta anche l’associazione CreAttivi, che ha già portato avanti diverse iniziative nel campo della street art. Ringraziamo pertanto il Soroptimist per l’opportunità che ha saputo creare per Novara. Penso che questo sia il primo passo di un percorso che proseguirà con l’obiettivo di toccare tutte le zone cittadine con questo genere di iniziative”.

L’artista inizierà il suo lavoro il 27 maggio

La performance prenderà letteralmente forma nel pomeriggio del 27 maggio. L’opera di Gaudenzio Ferrari “sarà riprodotta sulla facciata dell’abitazione della famiglia Caporusso, che ha accolto la proposta del Soroptimist, dando da subito la sua disponibilità. Il lavoro di Andrea Ravo Mattoni non sarebbe possibile se non ci fosse il sostegno economico di Compagnia di San Paolo nell’ambito di “Frontiere urbane” e il contributo, economico e tecnico, dell’Associazione industriali di Novara e di Autovictor, con Cavour e Artekasa. Un lavoro in rete insomma – rimarca il sindaco – che consentirà ai Novaresi di poter tornare ad ammirare “Gli angeli sognanti”, opera appartenente alla collezione “Morbio” che, come noto, nel 1974 era stata trafugata dai nostri Musei civici e mai più ritrovata”.

Pinacoteca a cielo aperto

Ci vorranno diversi giorni di lavoro, “almeno fino al 31 maggio”, perché Andrea Ravo Mattoni possa ultimare il murale, che sarà presentato ufficialmente alle 12 del 29 maggio, durante una conferenza stampa che si terrà nel cortile del Broletto. Andrea Ravo Mattoni è un artista varesino, conosciuto in tutta Italia e in Europa e che ha appena terminato un murale a Varallo Sesia nel circuito di “WARAL Urban Art Project”. Da anni sta lavorando al progetto “Pinacoteca a cielo aperto” che intende proporre una sorta di collezione d’arte, fino ad oggi esposta e “rinchiusa” nelle sale dei più grandi musei del mondo, non per “sostituire”, ma anzi per “esaltare” il ruolo dei musei, promuovendone il valore e conferendo così nuova visibilità.

v.s.

Continua la lettura di Angeli sognanti, l’opera scomparsa di Gaudenzio Ferrari rivive in un murale sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/angeli-sognanti-lopera-scomparsa-di-gaudenzio-ferrari-rivive-in-un-murale/feed/ 0
Borgo in blu, torna la cena solidale organizzata da Fondazione Comunità Novarese http://corrieredinovara.com/attualita/borgo-in-blu-torna-la-cena-solidale-organizzata-da-fondazione-comunita-novarese/ http://corrieredinovara.com/attualita/borgo-in-blu-torna-la-cena-solidale-organizzata-da-fondazione-comunita-novarese/#respond Thu, 24 May 2018 13:09:12 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62658 Borgo in blu, torna in piazza Martiri a Borgomanero la cena solidale organizzata dalla Fondazione Comunità Novarese Onlus. Borgo in blu, terza edizione per l’evento solidale in piazza Dopo un anno di pausa, torna “Borgo in Blu”, Cena di Comunità sotto le stelle promossa da Fondazione Comunità Novarese Onlus in collaborazione con il Comune di […]

Continua la lettura di Borgo in blu, torna la cena solidale organizzata da Fondazione Comunità Novarese sul portale Corriere di Novara.

]]>
Borgo in blu, torna in piazza Martiri a Borgomanero la cena solidale organizzata dalla Fondazione Comunità Novarese Onlus.

Borgo in blu, terza edizione per l’evento solidale in piazza

Borgo in Blu 2018Dopo un anno di pausa, torna “Borgo in Blu”, Cena di Comunità sotto le stelle promossa da Fondazione Comunità Novarese Onlus in collaborazione con il Comune di Borgomanero e con il sostegno di diversi soggetti. L’edizione 2018 è fissata per sabato 9 giugno (con inizio alle 20) in piazza Martiri a Borgomanero. «Borgo in Blu – commenta Cesare Ponti, presidente Fondazione Comunità Novarese Onlus – è un appuntamento che la Fondazione ama molto e che siamo felici di poter tornare a proporre. Stimolare le persone a condividere non solo pietanze ma anche spazi e tempo e invogliarle a creare relazioni nuove, rispetta pienamente la filosofia del nostro modo di operare e i risultati degli scorsi anni hanno confermato la bontà dell’iniziativa».

Obiettivo 300 partecipanti

«Nel 2016 i partecipanti sono stati oltre 250. Quest’anno ci piacerebbe raggiungere i 300 posti e riempire completamente la piazza. La buona riuscita dell’evento è data soprattutto dalla Rete di associazioni e di soggetti che partecipano all’organizzazione e che decidono, ogni anno, di collaborare con noi donando qualcosa e rendendo Borgo in Blu un evento della comunità intera».  Presente e attiva nella realizzazione della serata, anche nel 2018, l’amministrazione comunale di Borgomanero: «Borgo in Blu – commenta il sindaco di Borgomanero, Sergio Bossi – è un importante momento di condivisione perché raccoglie l’interesse e la partecipazione di Comune, associazioni e cittadini e permette attraverso attimi di convivialità, di sviluppare legami di prossimità e solidarietà. L’augurio è che anche nel 2018, tale meritevole iniziativa, voluta per il terzo anno dalla Fondazione Comunità Novarese Onlus, alla quale va il nostro ringraziamento, possa raccogliere l’entusiasmo e le adesioni delle passate edizioni».

Tavola imbandita

Borgo in Blu 2018La formula di “Borgo in Blu” rimane invariata: chi sceglierà di partecipare alla cena (trecento i posti previsti in piazza) troverà una tavola imbandita con stoviglie, pane, acqua e vino. L’allestimento di tavoli e panche sarà organizzato dall’Associazione Terre delle Croatina mentre il servizio al tavolo sarà curato dai ragazzi del Centro Gazza Ladra di Invorio (guidati da Ermanno Corradi) e coadiuvato dalla Fondazione “Cecco Fornara Gianni Barbaglia” presieduta da Piergiorgio Fornara. L’Associazione Terre della Croatina (presieduta da Vittorino Moia) offrirà anche il dolce: ai partecipanti sarà, infatti, servito il celebre “Pane della Croatina”, realizzato in occasione della prima edizione del “Cascinarmangiando”.

Pane integrale frutta biologica

L’associazione Mimosa Amici del DH Oncologico di Borgomanero, presieduta dalla dottoressa Incoronata Romaniello, offrirà 3 diversi tipi di pane integrale, preparato dalla Panetteria Zoppis e cesti di frutta biologica ed a KM 0 preparati dall’Alveare di Borgomanero, come segno tangibile del binomio salute e tavola. Il pane e la frutta saranno accompagnati dal Codice Europeo contro il Cancro che ciascun partecipante potrà leggere e portare a casa. Il vino sarà offerto, invece, dalla cantina Torraccia del Piantavigna di Francoli (Ghemme). Ad arricchire ciascun posto tavola un gadget “in blu” realizzato appositamente per l’occasione dai partecipanti alle Botteghe d’Arte di Anffas Onlus Borgomanero.

Ciascun partecipante dovrà portare con sé un “cestino” di provviste

Per completare il menu della serata, ciascun partecipante dovrà poi portare con sé un “cestino” di provviste con cui sfamare se stesso e coloro con cui vorrà condividere i propri piatti (amici, conoscenti o perfetti sconosciuti) per dare vita ad una cena che sia “conviviale”, nel senso più ampio del termine. L’obiettivo? Creare allegre tavolate che vivacizzino l’intera piazza ed esprimano al meglio l’idea dello stare insieme. Come sempre il blu, colore simbolo di FCN, sarà il “segno distintivo” della serata: tutti dovranno indossare anche un semplice dettaglio cromatico (abbigliamento o accessori), per essere “in tinta” con l’evento e con il colore del cielo delle prime sere d’estate.

Musica dal vivo con i Divario

Cena e dopocena in piazza saranno accompagnati dalla musica dal vivo dei Divario, gruppo musicale sulla scena del territorio da 15 anni. La band, composta da Andrea Fabiano, Andrea Lepore e Stefano Cerutti, propone un repertorio italiano e internazionale che conta più di 200 brani di ogni genere musicale, dal rock and roll anni Cinquanta, al pop, fino alle hit del momento. Grazie alla collaborazione con Confcommercio Alto Piemonte, i negozi del centro di Borgomanero sono invitati a rimanere aperti in occasione della serata, così da rendere il centro cittadino più vivace e attrattivo per il pubblico.

In caso di maltempo

Al termine della serata, ciascuno si preoccuperà di rimuovere i propri rifiuti, poiché non dovrà rimanere alcuna traccia dell’evento. I posti per la cena sono limitati e, quindi, è consigliata la prenotazione attraverso il sito della Fondazione Comunità Novarese Onlus  o chiamando lo 0321 611781. In caso di maltempo l’evento non verrà rimandato ma si svolgerà presso il Centro Don Luciano Lilla (via Quagliotti) a Borgomanero (Frazione Santa Cristina).

v.s.

Continua la lettura di Borgo in blu, torna la cena solidale organizzata da Fondazione Comunità Novarese sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/borgo-in-blu-torna-la-cena-solidale-organizzata-da-fondazione-comunita-novarese/feed/ 0
NovaraJazz, il programma del primo weekend http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/novarajazz-il-programma-del-primo-weekend/ http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/novarajazz-il-programma-del-primo-weekend/#respond Thu, 24 May 2018 12:53:36 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62653 NovaraJazz, il programma del primo weekend del festival internazionale di musica giunto quest’anno alla quindicesima edizione. NovaraJazz, il programma del primo weekend Prende il via oggi, 24 maggio, la quindicesima edizione di NovaraJazz, il festival internazionale di musica jazz di Novara.  Il primo fine settimana prosegue nel solco del lungo calendario Taste of Jazz dell’inverno e della primavera. Il […]

Continua la lettura di NovaraJazz, il programma del primo weekend sul portale Corriere di Novara.

]]>
NovaraJazz, il programma del primo weekend del festival internazionale di musica giunto quest’anno alla quindicesima edizione.

NovaraJazz, il programma del primo weekend

Prende il via oggi, 24 maggio, la quindicesima edizione di NovaraJazz, il festival internazionale di musica jazz di Novara.  Il primo fine settimana prosegue nel solco del lungo calendario Taste of Jazz dell’inverno e della primavera. Il jazz sposa il cibo e il vino del territorio, in diverse luoghi della città e non solo. Si parte dall’Opificio Cucina e Bottega oggi alle 19.30 con l’inaugurazione della mostra fotografica collettiva “15 anni di NovaraJazz”, che ripercorre alcuni dei momenti più belli che NovaraJazz e il pubblico hanno condiviso dal 2004 ad oggi (evento in collaborazione con Società Fotografica Novarese).

Taste of Jazz ricordando Filippo Rodolfi

Segue alle 20.30 il concerto di NovaraJazz Collective, il collettivo, formato da Francesco Chiapperini (sax baritono, sax alto, clarinetto basso, flauto traverso), Filippo Cozzi (sax tenore, sax alto), Vito Emanuele Galante (tromba), Simone Lobina (chitarra elettrica), Simone Quatrana (piano), Luca Pissavini (contrabbasso) e Andrea Quattrini (batteria). Al concerto si può abbinare aperitivo o cena del menù Boccascena. Info e prenotazioni al 0321 1640587. La serata sarà inoltre l’occasione per ricordare il maestro novarese Filippo Rodolfi, recentemente scomparso. Verrà infatti presentato il CD “Afroamerica and Beyond” sulle sue musiche, realizzato da NovaraJazz anche grazie all’aiuto di Claudio Guida che ha registrato un suo quartetto per sassofoni e ad Antonella Trevisan che ha realizzato la grafica. I ricavi della vendita dei CD saranno in parte devoluti a sostegno del progetto Orchestra di Periferia, a cui Filippo Rodolfi si è dedicato da settembre a dicembre 2017 con grande passione e donando tutta la sua competenza.

ImproveU alla Cascina Bullona di Magenta

Venerdì 25 maggio NovaraJazz si sposta alla Cascina Bullona di Magenta (strada Valle 32) dove vedrà la luce, a seguito di un’intera settimana di “residenza”, il concerto di ImproveU con il violinista Emanuele Parrini, progetto a cura di Enrico Bettinello, commissionato da NovaraJazz. ImproveU è un trio che unisce tre musicisti giovani, innovativi e creativi provenienti da Finlandia, Italia e Norvegia. La sassofonista finlandese Linda Fredriksson, la bassista italiana Silvia Bolognesi e il batterista norvegese Håkon Berre formano un triangolo creativo in cui si fondono linguaggi di improvvisazione differenti. La serata prevede a partire dalle ore 20 cena + concerto. Per informazioni e prenotazioni: 02 97292091, bullona@agriturismobullona.it.

Sabato si parte dal Mulino Vecchio di Bellinzago

NovaraJazz Linda Fredriksson
Linda Fredriksson

Sabato 26 maggio alle 13 al Mulino Vecchio di Bellinzago il primo dei concerti spin off di ImproveU: Linda Fredriksson & Silvia Bolognesi. La sassofonista Linda Fredriksson è uno dei talenti più promettenti nel jazz finlandese. Silvia Bolognesi è una delle contrabbassiste jazz più famose in Italia. Alle 19 Emanuele Parrini & Håkon Berre sono protagonisti del concerto alla Centrale Idroelettrica Orlandi a Galliate. Entrambi gli eventi sono organizzati in collaborazione con Ente Parco del Ticino e Lago Maggiore. Alle 21.30 a Parco Beldì ad Oleggio serata dalle contaminazioni blues con Max Prandi Vintage Trio: Max Prandi alla voce e alla chitarra, Alessandro Porro al contrabbasso e Giancarlo Cova alla batteria, per un viaggio nella tradizione del Delta del Mississipi.

Pedalata in jazz

NovaraJazz silvia bolognesi
Silvia Bolognesi

Domenica 27 maggio l’immancabile “pedalata in jazz”, giunta alla sua ottava edizione. Un momento che permette di apprezzare e godere al meglio dei sentieri del territorio. Gli appassionati ciclisti di NovaraJazz si trovano alle 9.30 in piazza della Repubblica a Novara per raggiungere in un percorso a tappe Villa Picchetta a Cameri, guidati dall’Associazione Fiab Novara Amici della Bici. Prima tappa al diramatore Cavour, dove ad attenderli alle 11 sarà la sassofonista finlandese Linda Fredriksson. Alle 12 alla località Quercia di Cameri ci sarà la contrabbassista Silvia Bolognesi. Alle 13 a Villa Picchetta tappa finale della gita cicloturistica, dove ad attendere ciclisti e pubblico ci sarà il duo formato da Mauro Avanzini al sax alto e flauto ed Emanuele Parrini al violino.

Nella Vigna

Domenica si prosegue alle 18 in un luogo nuovo per la manifestazione. A Suno nella Vigna (strada Mottoscarone SP18) il concerto di Marthe Lea in solo, impegnata nella presentazione di canzoni popolari norvegesi per chitarra e sassofono. Alle 21 la giornata si conclude al Cascinale dei Nobili di Casalbeltrame con il duo Yugen. Håkon Aase (violino) e Marthe Lea (sax, chitarra e voce). Il loro è un microcosmo musicale radicato nella tradizione popolare norvegese che si muove, però, nei territori della musica contemporanea, e indaga tradizioni “altre” come quelle indiana e dell’estremo oriente.

Kids NovaraJazz

Prosegue l’attenzione di NovaraJazz verso i più piccoli. Sono molte le occasioni per vivere il jazz con i bambini, grazie alla collaborazione con la Libreria la Talpa dei Bambini. Gli appuntamenti Kids si aprono con due Letture Animate fiabe in Jazz: oggi alle 16.30 alla Talpa dei Bambini, con la partecipazione di Vito Emanuele Galante, e venerdì 25 maggio alle 16.30 alla Biblioteca di Galliate. Per informazioni e prenotazioni 0321033949. Sabato 26 maggio alle 10 i bambini mettono le “mani in pasta” con il laboratorio “Facciamo il Pane” al Mulino Vecchio di Bellinzago con Rita Schiavo. Prenotazioni a info@assodidatticamuseale.it o al numero 02 39680518. Domenica 27 maggio alle 13 protagonista è la natura con il laboratorio “Le Foglie In-Forma” con Emanuela Fortuna a Villa Picchetta a Cameri. Appuntamenti realizzati con il sostegno di Comoli Ferrari, in collaborazione con Ente Parco del Ticino e del Lago Maggiore, Associazione Didattica Museale e DidArtLab.

v.s.

Continua la lettura di NovaraJazz, il programma del primo weekend sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/novarajazz-il-programma-del-primo-weekend/feed/ 0
Novara Calcio, De Salvo andrà avanti anche in serie C http://corrieredinovara.com/sport/novara-calcio-de-salvo-andra-avanti-anche-in-serie-c/ http://corrieredinovara.com/sport/novara-calcio-de-salvo-andra-avanti-anche-in-serie-c/#respond Thu, 24 May 2018 08:44:46 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62650 Novara Calcio, il presidente Massimo De Salvo andrà avanti anche in serie C. Carloalberto Ludi sarà il nuovo direttore sportivo. Novara Calcio, De Salvo andrà avanti anche in serie C Il Novara Calcio riparte. Passati alcuni giorni per metabolizzare la retrocessione Massimo De Salvo ha sciolto i dubbi e scacciato i cattivi pensieri che si […]

Continua la lettura di Novara Calcio, De Salvo andrà avanti anche in serie C sul portale Corriere di Novara.

]]>
Novara Calcio, il presidente Massimo De Salvo andrà avanti anche in serie C. Carloalberto Ludi sarà il nuovo direttore sportivo.

Novara Calcio, De Salvo andrà avanti anche in serie C

Il Novara Calcio riparte. Passati alcuni giorni per metabolizzare la retrocessione Massimo De Salvo ha sciolto i dubbi e scacciato i cattivi pensieri che si erano affollati venerdì sera dopo la sconfitta contro la Virtus Entella.  Il presidente andrà avanti anche in serie C. Martedì pomeriggio ha radunato nel suo ufficio alla clinica San Gaudenzio tutto lo staff, direzione generale, segreteria, ufficio stampa e marketing, settore giovanile, per gettare le prima basi in vista della prossima stagione.

Carloalberto Ludi nuovo direttore sportivo

Chi ha parlato con lui lo ha visto carico e proto, per nulla spaventato del lavoro che lo attenderà (assieme ai suoi collaboratori) in vista di questa nuova avventura.  Per il momento nessuna comunicazione ufficiale. De Salvo sta lavorando, infatti, per sistemare i primi tasselli su cui baserà il programma. La parte sportiva, da qualche tempo non è più un segreto, sarà affidata a Carloalberto Ludi (nella foto), che assumerà ufficialmente la carica di direttore sportivo e lavorerà in sinergia con il responsabile del settore giovanile Mauro Borghetti. Proprio lo stretto rapporto tra prima squadra e vivaio dovrà essere la nuova “stella polare” di questo Novara che si proietta verso il futuro nell’anno del 110° anniversario dalla sua nascita.

Paolo De Luca

Continua la lettura di Novara Calcio, De Salvo andrà avanti anche in serie C sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/sport/novara-calcio-de-salvo-andra-avanti-anche-in-serie-c/feed/ 0
Estate Oleggese, appuntamenti per tutti i gusti e per tutte le età http://corrieredinovara.com/attualita/estate-oleggese-appuntamenti-per-tutti-i-gusti-e-per-tutte-le-eta/ http://corrieredinovara.com/attualita/estate-oleggese-appuntamenti-per-tutti-i-gusti-e-per-tutte-le-eta/#respond Thu, 24 May 2018 08:29:43 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62648 Estate Oleggese, appuntamenti fino ad agosto per tutti i gusti e per tutte le età. Il via domani con il concerto della Fanfara del Gruppo storico dei Carabinieri Reali di Chivasso. Estate Oleggese, appuntamenti per tutti i gusti e per tutte le età Tutto è pronto per la decima edizione dell’Estate Oleggese che torna con […]

Continua la lettura di Estate Oleggese, appuntamenti per tutti i gusti e per tutte le età sul portale Corriere di Novara.

]]>
Estate Oleggese, appuntamenti fino ad agosto per tutti i gusti e per tutte le età. Il via domani con il concerto della Fanfara del Gruppo storico dei Carabinieri Reali di Chivasso.

Estate Oleggese, appuntamenti per tutti i gusti e per tutte le età

Tutto è pronto per la decima edizione dell’Estate Oleggese che torna con “Il meglio di” questi dieci anni. Il via domani venerdì 25 maggio in piazza Martiri per il concerto della Fanfara del Gruppo storico dei Carabinieri Reali di Chivasso per il centenario dalla fine della Prima Guerra Mondiale. Gli appuntamenti poi non mancheranno per tutta l’estate, per tutti i gusti e per tutte le età. “E’ la decima edizione – così l’assessore Alessandra Balocco che si occupa di coordinare la manifestazione – Un lavoro che negli anni ha pagato molto. Quest’anno abbiamo deciso di riproporre i successi più grandi ma non mancheranno novità”.

Jazz al Museo

Come la baby dance che per il primo anno sarà gestita dagli animatori della Cà Giò il 15 giugno, 1, 8 e 13 luglio. “Fondamentale la collaborazione con i commercianti e le associazioni: sono loro a proporre gli eventi e, scelte le date, il compito dell’Amministrazione è riempire il resto del calendario”.  Tra gli eventi tradizionali il concerto della Filarmonica il 2 giugno e la festa patronale il 29 giugno con lo spettacolo di arte circense e acrobatica in collaborazione con Ascom in piazza Martiri. Un esperimento di jazz in Museo porterà aria di novità sabato 9 e domenica 10 giugno. Lunedì 11 Oleggio accoglie Alessandro Bellière, che per il suo 85° compleanno ha deciso di percorrere a piedi 4.245 km partendo da Genova fino a Palermo. Con lui una serata in collaborazione con le associazioni sportive per parlare di salute e benessere.

Silent disco anche per i più piccoli

Torna l’appuntamento nell’area cave di san Giovanni con il Truck Trial il 16 e 17 giugno e sempre il 16 l’immancabile “Sorridi a una donna”, evento organizzato per parlare di donne e del loro valore. Ritornano anche la Silent Disco, con una versione anche per i più piccoli al pomeriggio, e la notte dedicata agli anni 60 il 30 giugno. Proseguono gli eventi nei mesi di luglio e agosto con il festival Brup, vari concerti, il torneo di calciobalilla con le frazioni, sfilate e tanto altro. “I ringraziamenti – conclude Balocco – vanno fatti a chi si spende per l’organizzazione e soprattutto di fronte a queste nuove normative sulla sicurezza non si ferma ma continua a fare del proprio meglio per la buona riuscita delle manifestazioni”.

Aperto bando di sponsorizzazione

Il ringraziamento anche ad Ascom, a Veronica Centamore, direzione artistica, e alla Pro loco Frazioni riunite “tante le soddisfazioni, si fa con piacere, per fare conoscere la città anche nei paesi del circondario” così Marco Fortina. Sul sito del Comune è stato aperto un bando di sponsorizzazione per le aziende che vorranno sfruttare il palco dell’Estate Oleggese come vetrina. Come ogni anno la piazza resterà chiusa al traffico venerdì, sabato e  domenica dalle 19 all’una (i residenti possono ritirare il pass al comando di polizia locale), bar e ristoranti scenderanno in piazza Martiri.

Silvia Biasio

Continua la lettura di Estate Oleggese, appuntamenti per tutti i gusti e per tutte le età sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/estate-oleggese-appuntamenti-per-tutti-i-gusti-e-per-tutte-le-eta/feed/ 0
Giunta Canelli bis, rimpasto quasi completato http://corrieredinovara.com/attualita/giunta-canelli-bis-rimpasto-quasi-completato/ http://corrieredinovara.com/attualita/giunta-canelli-bis-rimpasto-quasi-completato/#respond Thu, 24 May 2018 07:42:10 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62645 Giunta Canelli bis, rimpasto quasi completato. Dopo le dimissioni di Simona Bezzi ai Lavori Pubblici, sono arrivate anche quelle del vicesindaco Angelo Sante Bongo. Come saranno sostituiti? Giunta Canelli bis, rimpasto quasi completato Continuano le grandi manovre in vista della decisione finale del sindaco Alessandro Canelli sulla Giunta. Salvo colpi di scena dell’ultima ora il […]

Continua la lettura di Giunta Canelli bis, rimpasto quasi completato sul portale Corriere di Novara.

]]>
Giunta Canelli bis, rimpasto quasi completato. Dopo le dimissioni di Simona Bezzi ai Lavori Pubblici, sono arrivate anche quelle del vicesindaco Angelo Sante Bongo. Come saranno sostituiti?

Giunta Canelli bis, rimpasto quasi completato

Continuano le grandi manovre in vista della decisione finale del sindaco Alessandro Canelli sulla Giunta. Salvo colpi di scena dell’ultima ora il rimpasto è quasi fatto: restano alcune situazioni da risolvere ma l’impalcatura, e qualcosa di più, c’è. Dopo le dimissioni di Simona Bezzi ai Lavori Pubblici, sono arrivate anche quelle del vicesindaco Angelo Sante Bongo. Come saranno sostituiti?

Arriva l’avvocato Marina Chiarelli

A ricoprire l’incarico lasciato libero da Bezzi dovrebbe essere Marina Chiarelli (a sinistra nell’immagine di copertina), avvocato, attualmente presidente del Consiglio di amministrazione del Consorzio rifiuti del bacino Basso Novarese. Oltre ai lavori pubblici potrebbe gestire anche la delega all’ambiente.  Si parla anche di una possibile delega alla mobilità, questo per sgravare l’impegno di Silvana Moscatelli, che si dedicherebbe completamente all’assessorato al Bilancio.

Franco Caressa vicesindaco?

L’altro nuovo acquisto sarà Laura Bianchi (al centro nella foto), come da tempo anticipato. Consigliera della Lega e già presidente della Fondazione Castello, era dapprima orientata sull’assessorato alla Cultura, ma ora sembra dirottata all’assessorato al commercio. Ed inizia così il valzer di deleghe. Con le dimissioni di Bongo, il ruolo di vicesindaco dovrebbe andare a Franco Caressa che, appunto, lascerà il Commercio per prendere le politiche sociali. L’altra delega di Bongo, l’istruzione, dovrebbe finire a Federico Perugini (a destra nella foto), assessore allo Sport, alla famiglia e ai servizi demografici.

Mauro Franzinelli capo di gabinetto

Emilio Iodice potrebbe invece occuparsi della Cultura, finora gestita direttamente dal sindaco. Rimangono al loro posto Valentina Graziosi al Turismo e Mario Paganini alla Sicurezza, mentre non è ancora chiaro il destino dell’assessore al governo del territorio Federica Borreani. L’unica incognita è capire chi sarà il componente di Fratelli d’Italia in Giunta che sostituirà Bongo: sembra sempre più probabile che arrivi un “esterno”. Un altro tassello che andrà in porto è quello del capo di gabinetto: sarà Mauro Franzinelli.

Sandro Devecchi

Continua la lettura di Giunta Canelli bis, rimpasto quasi completato sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/giunta-canelli-bis-rimpasto-quasi-completato/feed/ 0
Dermatologia a Galliate chiusa per l’assenza per malattia del medico responsabile http://corrieredinovara.com/attualita/dermatologia-a-galliate-chiusa-per-lassenza-per-malattia-del-medico-responsabile/ http://corrieredinovara.com/attualita/dermatologia-a-galliate-chiusa-per-lassenza-per-malattia-del-medico-responsabile/#respond Thu, 24 May 2018 06:51:42 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62642 Dermatologia a Galliate chiusa per l’assenza per malattia del medico responsabile. Disagi per numerosi pazienti che vengono anche da fuori provincia. Dermatologia a Galliate chiusa per l’assenza per malattia del medico responsabile Porte chiuse alla struttura semplice di Dermatologia e Venereologia nella sede di Galliate dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara. L’ambulatorio, che si occupa […]

Continua la lettura di Dermatologia a Galliate chiusa per l’assenza per malattia del medico responsabile sul portale Corriere di Novara.

]]>
Dermatologia a Galliate chiusa per l’assenza per malattia del medico responsabile. Disagi per numerosi pazienti che vengono anche da fuori provincia.

Dermatologia a Galliate chiusa per l’assenza per malattia del medico responsabile

Porte chiuse alla struttura semplice di Dermatologia e Venereologia nella sede di Galliate dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara. L’ambulatorio, che si occupa di eseguire trattamenti specialistici come la fototerapia, la capillaroscopia e la terapia fotodinamica, non risulta in funziona dalla scorsa settimana. E, al momento, non è certo quando potrà riprendere la normale attività ambulatoriale.

Disagi per numerosi pazienti che vengono anche da fuori provincia

La sospensione del servizio è dovuta all’assenza per malattia del medico responsabile dell’ambulatorio galliatese. Ovvi i disagi per i numerosi pazienti che fanno riferimento all’ambulatorio anche da fuori provincia. Chi avrebbe dovuto essere sottoposto a trattamento in questi giorni ha ricevuto una chiamata dal “Maggiore” che ha rinviato a data da destinarsi la terapia. All’inaugurazione del centro, avvenuta nel febbraio 2017, era stato reso noto che nell’ambulatorio erano previste all’incirca 30/40 sedute al giorno.

L’empasse dovrebbe risolversi nei prossimi giorni

La fototerapia, la capillaroscopia e la terapia fotodinamica sono trattamenti applicabili a numerose malattie della pelle come psoriasi, vitiligine e dermatiti ma sono anche utilizzati per la cura di alcune tipologie di linfomi. L’empasse comunque dovrebbe risolversi nei prossimi giorni. L’ospedale Maggiore di Novara fa sapere che “sono state attivate procedure per la sostituzione temporanea per cui a breve il servizio, in tutto o in parte, riprenderà”.

l.pa.

Continua la lettura di Dermatologia a Galliate chiusa per l’assenza per malattia del medico responsabile sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/dermatologia-a-galliate-chiusa-per-lassenza-per-malattia-del-medico-responsabile/feed/ 0
Resistenza a pubblico ufficiale, donna condannata a cinque mesi di carcere http://corrieredinovara.com/cronaca/resistenza-a-pubblico-ufficiale-donna-condannata-a-cinque-mesi-di-carcere/ http://corrieredinovara.com/cronaca/resistenza-a-pubblico-ufficiale-donna-condannata-a-cinque-mesi-di-carcere/#respond Thu, 24 May 2018 06:37:00 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62640 Resistenza a pubblico ufficiale, donna condannata a cinque mesi di carcere. La quarantacinquenne era stata protagonista di più episodi che avevano richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine. Resistenza a pubblico ufficiale, donna condannata a cinque mesi di carcere E’ stata condannata a cinque mesi e dieci giorni di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale martedì mattina […]

Continua la lettura di Resistenza a pubblico ufficiale, donna condannata a cinque mesi di carcere sul portale Corriere di Novara.

]]>
Resistenza a pubblico ufficiale, donna condannata a cinque mesi di carcere. La quarantacinquenne era stata protagonista di più episodi che avevano richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine.

Resistenza a pubblico ufficiale, donna condannata a cinque mesi di carcere

E’ stata condannata a cinque mesi e dieci giorni di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale martedì mattina in Tribunale a Novara. A processo con rito abbreviato una 45enne novarese che, nei mesi scorsi, precisamente tra novembre e dicembre, era finita più volte al centro della cronaca, con una serie di episodi che avevano portato a più interventi da parte delle Forze dell’ordine cittadine.

Il difensore aveva chiesto l’assoluzione

Per la donna il pubblico ministero Ciro Caramore, alla penultima udienza, aveva chiesto una condanna per resistenza a pubblico ufficiale a due anni di reclusione. Il difensore della 45enne, l’avvocato Fabrizio Cardinali del Foro di Novara invece aveva chiesto l’assoluzione per la sua assistita.

Protagonista di diversi episodi in città

La donna si trova detenuta nel carcere Billiemme di Vercelli. Il primo episodio che l’aveva vista protagonista era avvenuto a metà novembre quando in via Monte San Gabriele, nell’appartamento di famiglia , in occasione di un litigio con i famigliari, avrebbe dato in escandescenze, danneggiando quanto si trovava davanti e tentando anche di incendiare l’alloggio.  Al momento dell’arrivo degli agenti della Polizia, la donna avrebbe tentato di lanciarsi dalla finestra salvo poi cercare di reagire ai poliziotti che l’avevano fermata. Sul posto anche il 118 che l’aveva portata in ospedale per i necessari controlli.

Arrestata al Pronto soccorso

Già nei mesi precedenti pare si fosse resa protagonista di altri analoghi episodi sempre a Novara e in un Comune dell’hinterland, dove era scaturito un incendio (in quel caso erano intervenuti i Carabinieri). Secondo episodio a fine novembre quando in ospedale pare abbia iniziato a infastidire i presenti al Pronto soccorso finendo con l’essere arrestata per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Se la sarebbe presa tanto con medici quanto con poliziotti.

Lanciava oggetti dal balcone

Scarcerata senza misure cautelari a inizio dicembre, la Polizia era intervenuta ancora perché la 45enne era stata sorpresa a lanciare oggetti dal balcone della propria abitazione. La donna, a quanto risulta, se la sarebbe presa con gli agenti che avrebbero riportato alcune lesioni e da qui, quindi, la custodia in carcere. Il deposito delle motivazioni avverrà a 75 giorni.

mo.c.

Continua la lettura di Resistenza a pubblico ufficiale, donna condannata a cinque mesi di carcere sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/cronaca/resistenza-a-pubblico-ufficiale-donna-condannata-a-cinque-mesi-di-carcere/feed/ 0
Esercitazione di maxiemergenza quest’anno tra Bellinzago e Varallo Pombia http://corrieredinovara.com/attualita/esercitazione-di-maxiemergenza-questanno-tra-bellinzago-e-varallo-pombia/ http://corrieredinovara.com/attualita/esercitazione-di-maxiemergenza-questanno-tra-bellinzago-e-varallo-pombia/#respond Wed, 23 May 2018 15:58:33 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62637 Esercitazione di maxiemergenza quest’anno tra Bellinzago e Varallo Pombia. L’esercitazione si svolgerà nell’ambito dello European Master in Disaster Medicine organizzato dal Crimedim dell’Università del Piemonte orientale e dalla Vrije Universiteit di Bruxelles. Esercitazione di maxiemergenza quest’anno tra Bellinzago e Varallo Pombia Al confine con uno Stato dove sono in atto da tempo conflitti interni, la […]

Continua la lettura di Esercitazione di maxiemergenza quest’anno tra Bellinzago e Varallo Pombia sul portale Corriere di Novara.

]]>
Esercitazione di maxiemergenza quest’anno tra Bellinzago e Varallo Pombia. L’esercitazione si svolgerà nell’ambito dello European Master in Disaster Medicine organizzato dal Crimedim dell’Università del Piemonte orientale e dalla Vrije Universiteit di Bruxelles.

Esercitazione di maxiemergenza quest’anno tra Bellinzago e Varallo Pombia

Al confine con uno Stato dove sono in atto da tempo conflitti interni, la cui popolazione cerca di scappare alla ricerca di migliori condizioni di vita, avviene un evento disastroso: è questo lo scenario che si troveranno ad affrontare i 25 partecipanti allo European Master in Disaster Medicine organizzato dal Crimedim, il centro di ricerca in medicina d’emergenza e dei disastri dell’Università del Piemonte orientale e dalla Vrije Universiteit di Bruxelles. La maxiesercitazione, prevista nell’ambito della fase residenziale del master, si svolgerà il 6 giugno tra Varallo Pombia e il centro sportivo di Bellinzago Novarese.

Master europeo in Medicina dei disastri

Qui alle 18 si terrà il saluto delle autorità, alle 19.30 inizierà l’esercitazione che terminerà intorno alle 22.30. L’edizione 2018 del master si aprirà il 25 maggio alle 17.30 alla cripta di Sant’Andrea a Vercelli. Sarà Raed Arafat, segretario di Stato rumeno nonché medico specializzato in medicina d’emergenza e alumnus dell’edizione 2002-2003 del master, a pronunciare la lezione inaugurale. Le altre lezioni si svolgeranno invece al Novarello di Granozzo con Monticello fino all’8 giugno.

Al quinto anno la collaborazione con l’Esercito Italiano

Il master e la maxiesercitazione sono stati presentati oggi con una conferenza stampa al campus Perrone di Novara. L’esercitazione sarà realizzata con la collaborazione della Croce Rossa Italiana di Novara, Arona, Oleggio, Trecate, Galliate, Borgomanero, Vercelli e Pavia, Croce di Sant’Andrea, Croce Bianca di Milano, Coordinamento protezione civile di Novara. Giunge al quinto anno la significativa cooperazione dell’Esercito italiano e in particolare del Reggimento Gestione Aree di Transito e il 3° Reparto di sanità “Milano”, di stanza a Bellinzago Novarese.

Oltre 400 persone coinvolte nella maxiesercitazione

“Siamo giunti alla 18a edizione, abbiamo raggiunto una grandissima visibilità internazionale e questo per noi è motivo di orgoglio – ha detto Francesco Della Corte, direttore del Master Emdm e del Crimedim –  Saranno coinvolte tra masterizzandi, comparse interpretate dagli studenti della scuola di medicina, militari, volontari, membri dello staff, circa 400 persone. Anche quest’anno non ci sarà purtroppo il dottor Ahmadreza Djalali, ancora detenuto in Iran. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente qualche giorno fa e le sue condizioni sono davvero critiche. Speriamo comunque di averlo di nuovo con noi l’anno prossimo. Ringrazio per l’immediata risposta e la collaborazione l’Amministrazione comunale di Bellinzago e invitiamo tutta la popolazione ad assistere”.

Valentina Sarmenghi

Continua la lettura di Esercitazione di maxiemergenza quest’anno tra Bellinzago e Varallo Pombia sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/esercitazione-di-maxiemergenza-questanno-tra-bellinzago-e-varallo-pombia/feed/ 0
Centesimo trapianto di rene da donatore vivente effettuato con successo all’ospedale di Novara http://corrieredinovara.com/attualita/centesimo-trapianto-di-rene-da-donatore-vivente-effettuato-con-successo-allospedale-di-novara/ http://corrieredinovara.com/attualita/centesimo-trapianto-di-rene-da-donatore-vivente-effettuato-con-successo-allospedale-di-novara/#respond Wed, 23 May 2018 12:20:00 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62635 Centesimo trapianto di rene da donatore vivente effettuato con successo all’ospedale di Novara. L’importante traguardo della Struttura di Nefrologia del Maggiore celebrato in occasione della “Giornata nazionale per la donazione degli organi”. Centesimo trapianto di rene da donatore vivente effettuato con successo all’ospedale di Novara In aprile all’Azienda ospedaliero universitaria Maggiore della Carità di Novara […]

Continua la lettura di Centesimo trapianto di rene da donatore vivente effettuato con successo all’ospedale di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
Centesimo trapianto di rene da donatore vivente effettuato con successo all’ospedale di Novara. L’importante traguardo della Struttura di Nefrologia del Maggiore celebrato in occasione della “Giornata nazionale per la donazione degli organi”.

Centesimo trapianto di rene da donatore vivente effettuato con successo all’ospedale di Novara

In aprile all’Azienda ospedaliero universitaria Maggiore della Carità di Novara è stato effettuato con successo il centesimo trapianto di rene da donatore vivente. L’importante traguardo raggiunto dalla struttura complessa a direzione universitaria “Nefrologia centro trapianti rene”, diretta dal professor Vincenzo Cantaluppi, è stato celebrato in occasione della prossima “Giornata nazionale per la donazione degli organi” domenica 27 maggio.

Da madre a figlia

Si è trattato della donazione di rene da una madre alla propria figlia affetta da una malattia immunologica che l’ha portata alla necessità di trattamento emodialitico all’ospedale di Novara. E’ di questi giorni la notizia dell’esecuzione anche del centunesimo trapianto da vivente. Il trapianto renale da donatore vivente rappresenta una delle eccellenze dell’ospedale di Novara, dove tutte le strutture coinvolte nel trapianto, dalla nefrologia all’urologia, chirurgia vascolare, dialisi, anestesia e rianimazione, concorrono a risultati di alto livello per i pazienti.

Tra i primi centri in Italia e a livello europeo

La percentuale di trapianto da vivente pone Novara tra i primi centri in Italia e a livello europeo (il trapianto da vivente rappresenta circa il 25% dell’attività). L’attività di trapianto renale a Novara è iniziata nel novembre del 1998: quest’anno si festeggerà quindi il ventesimo anniversario dell’apertura del centro. Il trapianto renale è l’unico programma di trapianto di organo solido della Aou “Maggiore della Carità” e offre la possibilità di ottenere i benefici clinici e sociali del trapianto ai pazienti uremici cronici del quadrante oltre che a molte persone residenti fuori regione.

Tutte le opzioni delle tecniche di trapianto

Novara offre tutte le possibili opzioni delle tecniche di trapianto renale: trapianto singolo e doppio da donatore deceduto, trapianto da donatore vivente anche abo incompatibile, il cosiddetto “contro gruppo sanguigno”, e trapianto “pre-emptive” cioè prima dell’avvio del trattamento dialitico sia da donatore deceduto che vivente.  In concerto con il centro nazionale trapianti (CNT), Novara partecipa, inoltre, a programmi su scala nazionale come il progetto di trapianto per pazienti iperimmuni (pni) o il trapianto da donatore vivente in modalità “cross-over”.

1246 trapianti renali

Attualmente, dall’avvio del programma nel 1998, sono stati eseguiti 1246 trapianti renali di cui 101 da donatore vivente. In particolare nel 2015 sono stati effettuati 54 trapianti (di cui 15 da donatore vivente), nel 2016 53 trapianti (di cui 10 da donatore vivente), nel 2017 64 trapianti (di cui 15 da donatore vivente).
v.s.

Continua la lettura di Centesimo trapianto di rene da donatore vivente effettuato con successo all’ospedale di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/centesimo-trapianto-di-rene-da-donatore-vivente-effettuato-con-successo-allospedale-di-novara/feed/ 0
Giornata nazionale del sollievo, porte aperte all’Hospice di Arona http://corrieredinovara.com/attualita/giornata-nazionale-del-sollievo-porte-aperte-allhospice-di-arona/ http://corrieredinovara.com/attualita/giornata-nazionale-del-sollievo-porte-aperte-allhospice-di-arona/#respond Wed, 23 May 2018 08:41:38 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62632 Giornata nazionale del sollievo, porte aperte all’Hospice attivo nel Presidio Sanitario Territoriale di Arona dell’Asl No. Giornata nazionale del sollievo, porte aperte all’Hospice di Arona Il 27 maggio ricorre la “Giornata nazionale del sollievo” istituita e celebrata per la prima volta in Italia il 26 maggio 2002.  La giornata si celebra ogni anno l’ultima domenica […]

Continua la lettura di Giornata nazionale del sollievo, porte aperte all’Hospice di Arona sul portale Corriere di Novara.

]]>
Giornata nazionale del sollievo, porte aperte all’Hospice attivo nel Presidio Sanitario Territoriale di Arona dell’Asl No.

Giornata nazionale del sollievo, porte aperte all’Hospice di Arona

Il 27 maggio ricorre la “Giornata nazionale del sollievo” istituita e celebrata per la prima volta in Italia il 26 maggio 2002.  La giornata si celebra ogni anno l’ultima domenica di maggio ed è promossa dal Ministero della Salute, dalla Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti e dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.  L’Asl No aderisce alla Giornata “aprendo le porte” dell’Hospice, attivo nel Presidio Sanitario Territoriale di Arona  (in via San Carlo 11).

Visita alla struttura

Medici, infermieri e volontari saranno a disposizione degli interessati domenica 27 maggio dalle 10 alle 12.30 per fornire tutte le informazioni, far conoscere le cure palliative e la terapia del dolore, condurre nella visita alla struttura. La Giornata nasce con l’intento di promuovere le cure palliative e, in particolare, la terapia del dolore e vuole essere un passo avanti nella consapevolezza e nell’affermazione del diritto al sollievo.

Le cure palliative

“Le cure palliative attraverso il modello assistenziale che offrono e partendo dall’assioma che esistono malattie inguaribili, ma non esistono pazienti incurabili, mettono al centro della cura sia la persona malata che la sua famiglia, rispondendo a quei bisogni non solo fisici ma anche spirituali, psicologici, e sociali che si presentano e si delineano nella fase terminale di malattia” dichiara Sandra Grazioli, dirigente medico responsabile Cure Palliative e Hospice dell’Asl No.

“L’hospice non è il luogo dove si va a morire”

“Le cure palliative non sono una sospensione della cura ma un prendersi cura del paziente mettendo in atto tutti quegli interventi terapeutici assistenziali utili per quel malato in quel definito stadio di malattia – prosegue Grazioli – L’hospice nasce nella sede del presidio territoriale di Arona per far fronte alle esigenze/bisogni dei malati e delle loro famiglie. L’hospice non è il luogo dove si va a morire ma rientra piuttosto nella logica di “sollievo” quindi è previsto anche un rientro a casa dei pazienti nel momento in cui il ricovero è stato motivato da una esigenza di dare un periodo di sollievo ai familiari da una assistenza troppo impegnativa o nel momento in cui è necessario rispondere ad un sintomo di difficile controllo e che quindi necessita di un ricovero in ambiente protetto”.

v.s.

Continua la lettura di Giornata nazionale del sollievo, porte aperte all’Hospice di Arona sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/giornata-nazionale-del-sollievo-porte-aperte-allhospice-di-arona/feed/ 0
Terzo Settore, secondo incontro a Borgomanero il 26 maggio http://corrieredinovara.com/attualita/terzo-settore-secondo-incontro-a-borgomanero-il-26-maggio/ http://corrieredinovara.com/attualita/terzo-settore-secondo-incontro-a-borgomanero-il-26-maggio/#respond Wed, 23 May 2018 08:16:54 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62628 Terzo Settore, secondo incontro a Borgomanero il 26 maggio durante il quale si approfondiranno gli aspetti legali e fiscali della riforma. Terzo Settore, secondo incontro a Borgomanero il 26 maggio Si terrà sabato 26 maggio, all’Auditorium don Cavigioli di viale Dante a Borgomanero alle 9.30, la seconda giornata del convegno “Riforma del Terzo Settore: sfide […]

Continua la lettura di Terzo Settore, secondo incontro a Borgomanero il 26 maggio sul portale Corriere di Novara.

]]>
Terzo Settore, secondo incontro a Borgomanero il 26 maggio durante il quale si approfondiranno gli aspetti legali e fiscali della riforma.

Terzo Settore, secondo incontro a Borgomanero il 26 maggio

Si terrà sabato 26 maggio, all’Auditorium don Cavigioli di viale Dante a Borgomanero alle 9.30, la seconda giornata del convegno “Riforma del Terzo Settore: sfide e opportunità”. Il forum, organizzato dagli assessorati alla cultura e alle politiche sociali del Comune di Borgomanero in collaborazione con Confartigianato, Centro servizi per il territorio, Associazione Dignità e Lavoro e Fondazione Centro per lo studio e la documentazione delle Società di Mutuo Soccorso, con il patrocinio di Provincia di Novara e Regione Piemonte, ha visto un’importante partecipazione di pubblico già sabato 19 maggio.

L’impatto sulla società civile

Si sono alternati relatori di grande livello quali il sottosegretario Luigi Bobba e Anna Di Mascio responsabile del Forum Terzo Settore della Regione Piemonte. Sono intervenuti poi Daniele Giaime vice-presidente CST Novara-Vco e Giorgio Fiorentini professore dell’Università Bocconi e Giannino Piana. I relatori hanno presentato i contenuti e i principi della nuova legge e illustrato l’impatto della stessa sulla società civile.

Seconda parte dedicata agli aspetti legali, contabili e fiscali della riforma

Terzo settore convegno borgomaneroLa seconda parte del convegno avrà un taglio più pratico e sarà, invece, dedicata agli aspetti legali, contabili e fiscali introdotti dalla riforma. Aprirà i lavori l’avvocato Guido Bonfante, professore ordinario di Diritto Commerciale all’Università di Torino, con l’intervento “Il Codice del Terzo Settore: luci e ombre del nuovo quadro giuridico per gli Enti del Terzo Settore”. A seguire Federico Moine, commercialista con “Le ragioni dell’adesione al Codice del Terzo Settore e al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore”. Interverrà poi l’assessore alle Politiche Sociali della Regione Piemonte, Augusto Ferrari. Giorgio Dulio, commercialista, approfondirà gli aspetti contabili e fiscali della riforma. Chiuderà il ciclo di interventi il notaio Raimondo Pertusi.

“Importante fare squadra”

“Oggi il Terzo settore – evidenzia il sindaco di Borgomanero Sergio Bossi  – è pronto per giocarsi le sfide della riforma ma chiede di avere certezze. Il convegno è stato fortemente voluto proprio per iniziare ad informare e sensibilizzare i soggetti che operano nella società civile e sono interessati dalla riforma. E’ importante  fare squadra in modo da poter costruire strategie virtuose in cui l’intervento pubblico e quello del Terzo settore possano realizzare le condizioni per un nuovo ed efficace universalismo del welfare”.

Continua la lettura di Terzo Settore, secondo incontro a Borgomanero il 26 maggio sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/terzo-settore-secondo-incontro-a-borgomanero-il-26-maggio/feed/ 0
Classificazione acustica, deroga ai limiti di rumore in attesa del nuovo Regolamento http://corrieredinovara.com/attualita/classificazione-acustica-deroga-ai-limiti-di-rumore-in-attesa-del-nuovo-regolamento/ http://corrieredinovara.com/attualita/classificazione-acustica-deroga-ai-limiti-di-rumore-in-attesa-del-nuovo-regolamento/#respond Wed, 23 May 2018 08:01:58 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62626 Classificazione acustica, deroga ai limiti di rumore in attesa del nuovo Regolamento che verrà approvato dal Consiglio comunale nella seduta del 30 maggio. Classificazione acustica, deroga in attesa del Regolamento La Giunta comunale ha approvato nella seduta di ieri la delibera con la quale viene concessa una deroga ai limiti di rumore ed alle prescrizioni del […]

Continua la lettura di Classificazione acustica, deroga ai limiti di rumore in attesa del nuovo Regolamento sul portale Corriere di Novara.

]]>
Classificazione acustica, deroga ai limiti di rumore in attesa del nuovo Regolamento che verrà approvato dal Consiglio comunale nella seduta del 30 maggio.

Classificazione acustica, deroga in attesa del Regolamento

La Giunta comunale ha approvato nella seduta di ieri la delibera con la quale viene concessa una deroga ai limiti di rumore ed alle prescrizioni del Regolamento di Classificazione acustica comunale attualmente in vigore. Questo in attesa dell’approvazione del nuovo Regolamento da parte del Consiglio comunale, prevista per la prossima seduta del 30 maggio “a favore – come spiega l’assessore all’Ambiente Emilio Iodice – dei “piccoli intrattenimenti musicali” dei locali pubblici”.

Valida solo venerdì, sabato e prefestivi

“La deroga – spiega l’assessore Iodice – è valida solo di venerdì, sabato e prefestivi e consente la musica dal vivo con orario compreso tra le 9 e le 24 senza superare i 70 decibel. Si tratta di un provvedimento provvisorio che sarà superato, come detto, dall’approvazione del Regolamento acustico di fine mese. Abbiamo voluto dare un preciso segnale a tutte quelle attività commerciali che si trovano in una situazione di stand-by affinchè possano provvedere all’organizzazione degli eventi nei loro locali e anche a tutte le band che animano il periodo estivo. Queste disposizioni comunque non si discostano minimamente dal nostro obiettivo di tutelare anche la pubblica quiete dei residenti durante i giorni lavorativi ed entro precisi orari”.

v.s.

Continua la lettura di Classificazione acustica, deroga ai limiti di rumore in attesa del nuovo Regolamento sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/classificazione-acustica-deroga-ai-limiti-di-rumore-in-attesa-del-nuovo-regolamento/feed/ 0
Piccinini sarà ancora capitana della Igor Volley http://corrieredinovara.com/sport/piccinini-sara-ancora-capitana-della-igor-volley/ http://corrieredinovara.com/sport/piccinini-sara-ancora-capitana-della-igor-volley/#respond Tue, 22 May 2018 16:57:09 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62620 Francesca Piccinini sarà ancora la capitana della Igor Volley Novara anche per la stagione 2018/19. L’annuncio: raggiunto l’accordo con la società. Piccinini resta alla Igor Volley La 39enne di Massa (nella foto con suor Giovanna) ha raggiunto l’accordo con la società novarese per proseguire un altro anno il suo rapporto con la Igor. Un rapporto […]

Continua la lettura di Piccinini sarà ancora capitana della Igor Volley sul portale Corriere di Novara.

]]>
Francesca Piccinini sarà ancora la capitana della Igor Volley Novara anche per la stagione 2018/19. L’annuncio: raggiunto l’accordo con la società.

Piccinini resta alla Igor Volley

La 39enne di Massa (nella foto con suor Giovanna) ha raggiunto l’accordo con la società novarese per proseguire un altro anno il suo rapporto con la Igor. Un rapporto che, nelle due annate precedenti, ha contribuito alla conquista di tutti e tre i trofei nazionali possibili che la società ha messo in bacheca: scudetto, Coppa Italia e SuperCoppa italiana.

“A 25 anni di distanza dalla sua prima stagione da professionista – ha spiegato il G.M. di Igor Volley, Enrico Marchioni, nell’annunciarne la firma  – Franci si è dichiarata pronta ad affrontare una nuova sfida con la nostra maglia. Siamo molto felici che abbia accettato di condividere le nostre ambizioni”. “Siamo altresì consapevoli quanto una atleta come lei possa essere fondamentale sia in campo che fuori, un importante punto di riferimento per le più giovani e per chi arriverà a vestire per la prima volta la nostra maglia”.

“In campo mi diverto ancora”

“Il mio entusiasmo non è scemato, ho verificato che in campo mi diverto ancora – ha dichiarato Piccinini – e quindi non ho pensato assolutamente di fermarmi, accettando il prolungamento del cammino comune con Igor Volley. A Novara – ha ammesso – sono a casa, mi sento parte integrante di una “famiglia” e di un progetto a cui spero vivamente di poter contribuire ancora per renderlo sempre più vincente”.

a.m.    

Continua la lettura di Piccinini sarà ancora capitana della Igor Volley sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/sport/piccinini-sara-ancora-capitana-della-igor-volley/feed/ 0
Borgomanero, al via l’asfaltatura delle strade danneggiate http://corrieredinovara.com/attualita/borgomanero-al-via-lasfaltatura-delle-strade-danneggiate/ http://corrieredinovara.com/attualita/borgomanero-al-via-lasfaltatura-delle-strade-danneggiate/#respond Tue, 22 May 2018 13:11:43 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62617 Borgomanero, al via l’asfaltatura delle strade danneggiate. I lavori suddivisi in tre lotti si protrarranno per i mesi estivi. Borgomanero, al via l’asfaltatura delle strade danneggiate Stanno iniziando in questi giorni gli interventi di asfaltatura delle parti ammalorate di alcune strade comunali di Borgomanero. Secondo il Piano approvato dalla Giunta comunale lo scorso anno, gli […]

Continua la lettura di Borgomanero, al via l’asfaltatura delle strade danneggiate sul portale Corriere di Novara.

]]>
Borgomanero, al via l’asfaltatura delle strade danneggiate. I lavori suddivisi in tre lotti si protrarranno per i mesi estivi.

Borgomanero, al via l’asfaltatura delle strade danneggiate

Stanno iniziando in questi giorni gli interventi di asfaltatura delle parti ammalorate di alcune strade comunali di Borgomanero. Secondo il Piano approvato dalla Giunta comunale lo scorso anno, gli interventi si protrarranno per i mesi estivi. Per garantirne l’esecuzione in sicurezza delle opere saranno istituiti il divieto di transito e di sosta sulle vie di volta in volta interessate, che saranno esposti in loco dalla ditta aggiudicatrice  48 ore prima dell’esecuzione dei lavori.

Tutte le vie interessate

Si tratta di un piano diviso in tre lotti. Le vie interessate sono per il Lotto 1, a cura dell’impresa Micali di Micali Saverio & C. S.r.l. di Fara Novarese (NO), Mora e Gibin, Monte Rosa, Pozzi, dei Prati, Scuole, Don Bosco, Aldo Moro, Barcellini, Coco Martinale e via Vignale; Viale Marconi, Vicolo San Leonardo. Per il Lotto 2, a cura dell’impresa Cave di Corconio S.r.l. di Orta San Giulio (NO), gli interventi riguarderanno le vie Verdi, Simonotti, Giromini, Novara, San Martino,  Franzi, Cellini, Don Godio, Caneto, Boschetto e Vicolo Agogna. Infine per il Lotto 3, di cui si occupa l’impresa Ronchetta & C. S.r.l. di Sordevolo (BI), lavori nelle vie Risorgimento, delle Rosette, Alfieri, della Ciocca, Sant’Antonio, Baraggioni, dell’Acacia, Coco Martinale  Corso Roma prolungamento e Vicolo Sant’Antonio. Per quanto riguarda i marciapiedi la ditta Raso Antonio & C. S.r.l. di Divignano (NO) si occuperà di rifare quelli di corso Roma e delle vie Novara e Gramsci.

Proseguono i lavori di progettazione per altre strade

Nel frattempo proseguono i lavori di progettazione che interesseranno altre strade cittadine oltre al nuovo collegamento Resega/Meda. “La Giunta ha recentemente approvato il progetto per il collegamento di via Meda con i baffi della Tangenziale – dichiara il vicesindaco Ignazio Stefano Zanetta – la prossima settimana approveremo il progetto per la sistemazione della via Rattazzi, mentre proseguono i lavori per la progettazione della sistemazione di via Selvetta e la nuova strada alla Resega. Nel frattempo, dopo i lavori di sistemazione dei marciapiedi e della rotonda in zona Santa Cristinetta, il cantiere comunale sta completando il Sagrato dell’Oratorio per poi iniziare con i marciapiedi di via Libertà.”

Continua la lettura di Borgomanero, al via l’asfaltatura delle strade danneggiate sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/borgomanero-al-via-lasfaltatura-delle-strade-danneggiate/feed/ 0
Forum Pubblica Amministrazione, a Roma anche il Comune di Novara http://corrieredinovara.com/attualita/forum-pubblica-amministrazione-a-roma-anche-il-comune-di-novara/ http://corrieredinovara.com/attualita/forum-pubblica-amministrazione-a-roma-anche-il-comune-di-novara/#respond Tue, 22 May 2018 13:00:45 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62615 Forum Pubblica Amministrazione, a Roma anche il Comune di Novara che presenterà il Piano strategico per l’innovazione per il triennio 2017-2020 “Connessioni e reti, tecnologiche e umane. Novara verso il futuro”. Forum Pubblica Amministrazione, a Roma anche il Comune di Novara Anche la Città di Novara sarà presente al Forum Pubblica amministrazione in programma, da […]

Continua la lettura di Forum Pubblica Amministrazione, a Roma anche il Comune di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
Forum Pubblica Amministrazione, a Roma anche il Comune di Novara che presenterà il Piano strategico per l’innovazione per il triennio 2017-2020 “Connessioni e reti, tecnologiche e umane. Novara verso il futuro”.

Forum Pubblica Amministrazione, a Roma anche il Comune di Novara

Anche la Città di Novara sarà presente al Forum Pubblica amministrazione in programma, da oggi al 24 maggio a Roma, importante evento giunto alla sua ventinovesima edizione. L’obiettivo è il confronto sul tema dell’innovazione nella Pubblica Amministrazione e nei territori per un Paese più sostenibile. Le proposte che emergeranno durante i lavori, tutte improntate sul raggiungimento di una Pubblica Amministrazione rinnovata e aperta e sulla trasformazione digitale per raggiungere entro il 2030 gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, saranno raccolti in un Libro Bianco sull’innovazione che verrà consegnato al nuovo Governo.

“Presenteremo il nostro Piano strategico per l’innovazione”

“In quest’importante occasione – spiega il sindaco Alessandro Canelli (nella foto) – presenteremo il nostro Piano strategico per l’innovazione per il triennio 2017-2020 all’interno di un workshop specifico”. “Connessioni e reti, tecnologiche e umane. Novara verso il futuro” è appunto l’argomento che sarà trattato a più voci, oltre che dal sindaco, dal Direttore generale Roberto Moriondo, dal Dirigente del Comune dell’area Ict Davide Zanino e dal presidente della Fondazione Il Castello di Novara Massimiliano Atelli.

Tre obiettivi strategici

Tre sono gli obiettivi strategici del piano novarese concretamente misurabili rispetto agli indicatori essenziali di prestazione in termini di quantificabilità, praticità, direzionalità e operatività. “Questi obiettivi – aggiunge il sindaco – sono stati illustrati ai cittadini in diverse occasioni. Il primo è “più abitanti”e riguarda la crescita demografica. La volontà è quella di arrestare il trend negativo degli ultimi anni, attirando in città soprattutto le famiglie, puntando sulla qualità dei servizi, e i giovani. In questo senso abbiamo avuto in più occasioni modo di ribadire che anche l’Università rappresenta un partner fondamentale. Il secondo obiettivo, “Più ricchezza”, include azioni per l’incremento del tasso di occupazione volte a favorire l’imprenditoria e l’incremento dei posti di lavoro. Infine “più bellezza” per una città nella quale non puntiamo solo sul decoro urbano e gli interventi manutentivi sui beni pubblici, ma anche sulla qualità dell’offerta per la cultura e il tempo libero”.

Continua la lettura di Forum Pubblica Amministrazione, a Roma anche il Comune di Novara sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/forum-pubblica-amministrazione-a-roma-anche-il-comune-di-novara/feed/ 0
Personalità che ha fatto Centro, chi sono i premiati della decima edizione http://corrieredinovara.com/attualita/personalita-che-ha-fatto-centro-chi-sono-i-premiati-della-decima-edizione/ http://corrieredinovara.com/attualita/personalita-che-ha-fatto-centro-chi-sono-i-premiati-della-decima-edizione/#respond Tue, 22 May 2018 12:49:32 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62612 Personalità che ha fatto Centro, è stata presentata in Municipio la decima edizione dell’iniziativa dell’associazione guidata da Stefano Ciaramella. “Personalità che ha fatto Centro” alla decima edizione E’ stata presentata in Municipio la decima edizione dell’iniziativa “Personalità che ha fatto Centro”, che ha l’obiettivo di premiare novaresi che si sono particolarmente distinti in diversi campi. […]

Continua la lettura di Personalità che ha fatto Centro, chi sono i premiati della decima edizione sul portale Corriere di Novara.

]]>
Personalità che ha fatto Centro, è stata presentata in Municipio la decima edizione dell’iniziativa dell’associazione guidata da Stefano Ciaramella.

“Personalità che ha fatto Centro” alla decima edizione

E’ stata presentata in Municipio la decima edizione dell’iniziativa “Personalità che ha fatto Centro”, che ha l’obiettivo di premiare novaresi che si sono particolarmente distinti in diversi campi. La cerimonia di premiazione si svolgerà alle 11 del 26 maggio nel Salone d’Onore del palazzo della Prefettura di Novara.

“L’Amministrazione è grata all’associazione Quartiere Centro per aver pensato, in questi anni, a persone che con la propria attività nei campi più disparati si sono distinti dando lustro non solo al quartiere, ma all’intera città” ha detto l’assessore Franco Caressa.

“Un premio di grande valore”

“Ringrazio l’associazione e il presidente Stefano Ciaramella per il valore che il premio “La personalità che ha fatto Centro” rappresenta oggi – ha continuato l’assessore – Apprezziamo infatti che siano anche i cittadini a volersi esprimere sull’operato di novaresi che sono emersi, nel corso dell’anno, nei campi sociale, culturale, sportivo ed economico. La longevità e il successo del riconoscimento testimoniano sostanzialmente che Novara continua a essere ricca di persone che “fanno Centro” nella vita cittadina per diversi tipi di meriti e, in secondo luogo, il fatto che l’associazione continui a rinnovare il proprio entusiasmo nell’organizzazione di questo appuntamento”.

Chi sono i premiati

Ecco dunque a chi saranno consegnati i premi. Il Premio intitolato allo scomparso Prefetto Amelio andrà a Marilinda Mineccia e Annamaria Di Oreste. Il Premio Sport è stato assegnato al calciatore Paolo Faragò. Per il Premio Cultura si è scelto il regista Vanni Vallino. Per il Premio Tacinelli riconoscimenti a Almanda Tritto, Raffaela Esposito e Leonardo Borghesani. Il Premio Volontariato va a Roberto Ceffa e Alfonso Marino. Per l’imprenditoria il Premio Ferrari sarà consegnato a Carlo Robiglio. Infine Premio Sanità a Gianluca Aimaretti e Premio Manager a Pietro Raeli.

v.s.

 

Continua la lettura di Personalità che ha fatto Centro, chi sono i premiati della decima edizione sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/personalita-che-ha-fatto-centro-chi-sono-i-premiati-della-decima-edizione/feed/ 0
Graduation Day Upo, ospite d’onore il direttore del Museo Egizio di Torino http://corrieredinovara.com/attualita/graduation-day-upo-ospite-donore-il-direttore-del-museo-egizio-di-torino/ http://corrieredinovara.com/attualita/graduation-day-upo-ospite-donore-il-direttore-del-museo-egizio-di-torino/#respond Tue, 22 May 2018 10:05:48 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62610 Graduation Day Upo, ospite d’onore il direttore del Museo Egizio di Torino. Oltre 1.000 laureati triennali e magistrali, i loro familiari e i docenti dell’Ateneo parteciperanno al corteo e alla cerimonia in piazza Martiri a Novara. Graduation Day Upo, quinta edizione Si terrà sabato 9 giugno il Graduation Day dell’Università del Piemonte Orientale. L’evento che festeggia i […]

Continua la lettura di Graduation Day Upo, ospite d’onore il direttore del Museo Egizio di Torino sul portale Corriere di Novara.

]]>
Graduation Day Upo, ospite d’onore il direttore del Museo Egizio di Torino. Oltre 1.000 laureati triennali e magistrali, i loro familiari e i docenti dell’Ateneo parteciperanno al corteo e alla cerimonia in piazza Martiri a Novara.

Graduation Day Upo, quinta edizione

Si terrà sabato 9 giugno il Graduation Day dell’Università del Piemonte Orientale. L’evento che festeggia i neolaureati torna con la quinta edizione, organizzato dall’ateneo con la collaborazione del Comune di Novara. Il corteo che precede la cerimonia sarà composto dagli oltre 1.000 laureati triennali e magistrali, dai loro familiari e dal corpo docente dell’Ateneo. Partirà alle 10.30 dal Campus Perrone e si snoderà lungo le vie del centro per accogliere di fronte al Municipio i sindaci Alessandro Canelli (Novara), Gianfranco Cuttica di Revigliasco (Alessandria) e Maura Forte (Vercelli).

Ospite d’onore il direttore del Museo Egizio di Torino

Proseguirà quindi il percorso fino alla centralissima Piazza Martiri, che anche quest’anno ospiterà la cerimonia. Qui sarà il rettore Cesare Emanuel a tenere il discorso di benvenuto, per poi introdurre l’ospite d’onore che terrà l’inspirational speech. Quest’anno sarà affidato a Christian Greco, direttore del Museo Egizio di Torino e membro del Comitato Tecnico-Scientifico per i Beni Archeologici del MIBACT.

Lancio del tocco

La cerimonia culminerà quindi con il tradizionale lancio del tocco, uno dei momenti più attesi dai ragazzi. La colonna sonora sarà affidata al Coro e all’Orchestra dell’Università del Piemonte Orientale che, in formazione “UPO Wind Ensemble”, accompagneranno il corteo e la cerimonia fino alla festa conclusiva.

Continua la lettura di Graduation Day Upo, ospite d’onore il direttore del Museo Egizio di Torino sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/graduation-day-upo-ospite-donore-il-direttore-del-museo-egizio-di-torino/feed/ 0
Rigenerazione urbana per ridare vita ai luoghi in degrado http://corrieredinovara.com/attualita/rigenerazione-urbana-per-ridare-vita-ai-luoghi-in-degrado/ http://corrieredinovara.com/attualita/rigenerazione-urbana-per-ridare-vita-ai-luoghi-in-degrado/#respond Tue, 22 May 2018 09:37:29 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62604 Rigenerazione urbana per ridare vita ai luoghi in degrado. Il sindaco Canelli è intervenuto a un incontro del ciclo “Progettare nei quartieri” al centro polifunzionale della Rizzottaglia. Al centro, sede delle attività del progetto “GAD-GenerAzioni Donatello”, è ora anche aperto uno sportello legale. Rigenerazione urbana per ridare vita ai luoghi in degrado Il progetto GAD-GenerAzioni […]

Continua la lettura di Rigenerazione urbana per ridare vita ai luoghi in degrado sul portale Corriere di Novara.

]]>
Rigenerazione urbana per ridare vita ai luoghi in degrado. Il sindaco Canelli è intervenuto a un incontro del ciclo “Progettare nei quartieri” al centro polifunzionale della Rizzottaglia. Al centro, sede delle attività del progetto “GAD-GenerAzioni Donatello”, è ora anche aperto uno sportello legale.

Rigenerazione urbana per ridare vita ai luoghi in degrado

Il progetto GAD-GenerAzioni Donatello, promosso da una rete di associazioni che operano nel contesto della Rizzottaglia con capofila Territorio e Cultura Onlus, è il primo progetto non milanese ad essere inserito nel programma sulle periferie “La città intorno” di Fondazione Cariplo. Il perché l’hanno spiegato Chiara Bartolozzi e Cecilia Colombo, della stessa Fondazione, lo scorso giovedì 17 maggio in una lezione del ciclo di incontri “Progettare nei quartieri” realizzato tramite GAD. «Ha caratteristiche di intervento partecipativo sul territorio ben in linea con la nostra progettualità su Milano» chiarisce Chiara Bartolozzi.

Al centro sociale un campus universitario

La parola d’ordine è rigenerazione urbana come ha ben rimarcato anche il sindaco di Novara, Alessandro Canelli, presente all’incontro: «La vera sfida non è la riqualificazione di quanto è in degrado, pur importante, ma è la rigenerazione urbana attraverso progetti mirati che rendano quei luoghi vivi – ha detto – Il centro polifunzionale della Rizzottaglia ne è un esempio. E nello stesso quartiere abbiamo forse il progetto con la p maiuscola nell’ambito della rigenerazione urbana a Novara: trasformare il centro sociale, in stato di completo abbandono, in un campus universitario aperto alla città».

Ora anche uno sportello legale

Al centro polifunzionale di piazza Donatello è ora attivo uno sportello legale. Da qualche mese, infatti, la struttura è diventata la sede della camera di mediazione Giuriform, una delle realtà che a Novara si occupa di gestire i conflitti e risolvere le controversie senza dover ricorrere alla giustizia ordinaria (nella foto la presidente Vincenza Laccisaglia con Giacomo Balduzzi). Oltre alla mediazione civile, lo sportello legale offre da sempre anche attività di prima consulenza gratuita (tramite la cassetta della “posta dell’avvocato”) e si occupa di diffondere la cultura della giustizia riparativa. Lo sportello è aperto ogni mercoledì dalle 10 alle 13. Negli altri orari di apertura è sempre possibile lasciare la propria richiesta nella cassetta della “posta dell’avvocato”.

Continua la lettura di Rigenerazione urbana per ridare vita ai luoghi in degrado sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/rigenerazione-urbana-per-ridare-vita-ai-luoghi-in-degrado/feed/ 0
Donazione organi, a Trecate una mattinata informativa http://corrieredinovara.com/attualita/donazione-organi-a-trecate-una-mattinata-informativa/ http://corrieredinovara.com/attualita/donazione-organi-a-trecate-una-mattinata-informativa/#respond Tue, 22 May 2018 09:22:46 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62606 Donazione organi, in occasione della Giornata nazionale domenica 27 maggio si terrà a Trecate una mattinata informativa. Donazione organi, a Trecate una mattinata informativa I volontari Aido con il presidente provinciale Davide Turini, gli alunni della Scuola secondaria di I grado “G. Cassano” con la professoressa Maria Rita Ausilia Impalà, i coscritti del 1969 e […]

Continua la lettura di Donazione organi, a Trecate una mattinata informativa sul portale Corriere di Novara.

]]>
Donazione organi, in occasione della Giornata nazionale domenica 27 maggio si terrà a Trecate una mattinata informativa.

Donazione organi, a Trecate una mattinata informativa

I volontari Aido con il presidente provinciale Davide Turini, gli alunni della Scuola secondaria di I grado “G. Cassano” con la professoressa Maria Rita Ausilia Impalà, i coscritti del 1969 e gli Ufficiali d’Anagrafe del Comune di Trecate sono i protagonisti dell’evento celebrativo organizzato a Trecate il 27 maggio, Giornata nazionale della donazione degli organi.

Appuntamento in teatro

“Accogliendo l’invito del Ministero della Salute – dichiara il sindaco Federico Binatti – l’Amministrazione comunale di Trecate ha deciso di favorire l’informazione sulla donazione di organi finalizzata al trapianto anche in considerazione dell’acquisizione, che avviene durante la procedura di rilascio della Carta d’Identità elettronica, della “Dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti” (consenso o diniego), trasmessa direttamente al Sistema Informativo Trapianti”. L’appuntamento è proprio per domenica 27 maggio dalle ore 10 in teatro comunale.

Il programma dell’evento

Nel corso della mattinata si susseguiranno gli interventi del presidente provinciale di Aido, Davide Turini, e del professor Edoardo Zamponi. Gli alunni della Scuola secondaria di I grado Cassano mostreranno i lavori svolti durante l’anno scolastico. Infine la testimonianza di Gianmaria Balboni, coscritto di Eva Crivellaro, che con la propria donazione ha salvato nove vite. A conclusione della mattinata, in Ufficio Anagrafe, si terrà una dimostrazione pratica di acquisizione della “Dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti” (consenso o diniego) all’interno della procedura di rilascio della C.I.E. Per tutta la mattina un punto informativo curato dai volontari Aido risponderà alle domande dei cittadini e riceverà le adesioni all’associazione.

v.s.

Continua la lettura di Donazione organi, a Trecate una mattinata informativa sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/donazione-organi-a-trecate-una-mattinata-informativa/feed/ 0
Festa dei vicini al laboratorio Fadabrav http://corrieredinovara.com/attualita/festa-dei-vicini-al-laboratorio-fadabrav/ http://corrieredinovara.com/attualita/festa-dei-vicini-al-laboratorio-fadabrav/#respond Tue, 22 May 2018 08:27:24 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62600 Festa dei vicini al laboratorio Fadabrav di Novara. Appuntamento domenica 27 maggio a partire dalle 11 con musica, giochi, street art e molto altro. Festa dei vicini al laboratorio Fadabrav Domenica 27 maggio si terrà a Novara la prima “Festa dei vicini”. La manifestazione è organizzata dalla falegnameria “Fadabrav”, laboratorio educativo del Comune con sede […]

Continua la lettura di Festa dei vicini al laboratorio Fadabrav sul portale Corriere di Novara.

]]>
Festa dei vicini al laboratorio Fadabrav di Novara. Appuntamento domenica 27 maggio a partire dalle 11 con musica, giochi, street art e molto altro.

Festa dei vicini al laboratorio Fadabrav

Domenica 27 maggio si terrà a Novara la prima “Festa dei vicini”. La manifestazione è organizzata dalla falegnameria “Fadabrav”, laboratorio educativo del Comune con sede in via Falcone 9, nel quartiere di Sant’Agabio. Si tratta della prima apertura al pubblico dopo la ristrutturazione della falegnameria.  L’iniziativa è promossa, oltre che dal Comune, da Fondazione Comunità Novarese, Sincronie, Sermais, Housing Lab, Creattivi, Libera e Novacoop.

Musica, giochi, street art e pranzo condiviso

Dalle 11 in via Falcone 9 sono previsti musica, giochi della tradizione, street art, serigrafia, progettazione condivisa e molto altro. Per il pranzo i partecipanti sono invitati a portare cibo e bevande da condividere con gli altri. La partecipazione è libera e gratuita, per informazioni e prenotazioni info@fadabrav.it o la pagina Facebook di Fadabrav.

Favorire la coesione urbana

“La “Festa dei vicini” – spiegano i responsabili di “Fadabrav” – è un format nato a Parigi nel 1999 e ormai condiviso a livello mondiale per favorire la coesione urbana e, in particolare, i rapporti collaborativi di buon vicinato. La condivisione è del resto lo spirito che meglio caratterizza il lavoro svolto dal nostro laboratorio educativo, che ha come obiettivo quello di formare, sperimentare e favorire l’incontro tra generazioni”.

v.s.

Continua la lettura di Festa dei vicini al laboratorio Fadabrav sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/festa-dei-vicini-al-laboratorio-fadabrav/feed/ 0
Sentiero Novara, testato il percorso che attraversa la città da nord a sud http://corrieredinovara.com/attualita/sentiero-novara-testato-il-percorso-che-attraversa-la-citta-da-nord-a-sud/ http://corrieredinovara.com/attualita/sentiero-novara-testato-il-percorso-che-attraversa-la-citta-da-nord-a-sud/#respond Tue, 22 May 2018 08:09:55 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62593 Sentiero Novara, testato il percorso che attraversa la città da nord a sud. La “Tappa 00” si snoda tra luoghi di interesse storico, boschi e risaie. Sentiero Novara, testato il percorso che attraversa la città da nord a sud Il 14 maggio l’assessore alle Politiche turistiche e Promozione territoriale Valentina Graziosi, su invito del Cai […]

Continua la lettura di Sentiero Novara, testato il percorso che attraversa la città da nord a sud sul portale Corriere di Novara.

]]>
Sentiero Novara, testato il percorso che attraversa la città da nord a sud. La “Tappa 00” si snoda tra luoghi di interesse storico, boschi e risaie.

Sentiero Novara, testato il percorso che attraversa la città da nord a sud

Il 14 maggio l’assessore alle Politiche turistiche e Promozione territoriale Valentina Graziosi, su invito del Cai Novara, ha partecipato a un sopralluogo del “Sentiero Novara” che attraversa la città da nord a sud. Come spiega l’assessore il sentiero “collega di fatto altri due percorsi per unire i vecchi cammini dei pellegrini come la via Francisca e la via del Sale, che arriva in Liguria. Questo tragitto è nato per essere percorso a piedi, ma è fattibile anche in bici e lo abbiamo testato in questo senso”.

“Tappa 00” tra luoghi di interesse storico, boschi e risaie

Il “Sentiero Novara”, chiamato “Tappa 00”, è di circa venti chilometri. Attraversa il centro storico “fino al parco della Battaglia e si snoda quindi tra le campagne, i boschi e le risaie. Grazie al lavoro del Cai è stato ritracciato ed è seguito un importante lavoro di pulizia e bonifica, sono stati posizionati specifici cartelli e targhette di segnaletica. Il nostro test ci ha consentito di verificare che cosa può essere ancora migliorato all’interno di questa piacevole meta, che unisce paesaggio a luoghi di interesse storico per la città”.

v.s.

Continua la lettura di Sentiero Novara, testato il percorso che attraversa la città da nord a sud sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/sentiero-novara-testato-il-percorso-che-attraversa-la-citta-da-nord-a-sud/feed/ 0
Premio Marazza, assegnati i riconoscimenti a traduttori e poeti http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/premio-marazza-assegnati-i-riconoscimenti-a-traduttori-e-poeti/ http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/premio-marazza-assegnati-i-riconoscimenti-a-traduttori-e-poeti/#respond Mon, 21 May 2018 12:28:58 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62586 Premio Marazza, assegnati a Borgomanero i riconoscimenti a traduttori e poeti. Ventiduesima edizione del Premio nazionale che ricorda la figura e l’opera di Achille Marazza. Premio Marazza, assegnati i riconoscimenti a traduttori e poeti Sabato 19 maggio si è svolta la cerimonia di premiazione del ventiduesimo Premio Marazza. L’evento si è svolto nel salone d’onore della […]

Continua la lettura di Premio Marazza, assegnati i riconoscimenti a traduttori e poeti sul portale Corriere di Novara.

]]>
Premio Marazza, assegnati a Borgomanero i riconoscimenti a traduttori e poeti. Ventiduesima edizione del Premio nazionale che ricorda la figura e l’opera di Achille Marazza.

Premio Marazza, assegnati i riconoscimenti a traduttori e poeti

premio marazza 2018 Alessandra Carnaroli
Alessandra Carnaroli

Sabato 19 maggio si è svolta la cerimonia di premiazione del ventiduesimo Premio Marazza. L’evento si è svolto nel salone d’onore della Villa Marazza a Borgomanero.  Il Premio nazionale di traduzione poetica e poesia “Achille Marazza” nacque, nel 1996, per ricordare la figura e l’opera di Achille Marazza che fu, oltre che avvocato, membro del CLN Alta Italia e della Costituente, anche persona di spiccata e non comune sensibilità culturale, attenta al mondo dei libri, dell’editoria e delle biblioteche, nonché cultore di letteratura.  Inserito anche fra gli eventi di “Torino capitale della Cultura”, può vantare il patrocinio del Ministero per i Beni Culturali, ottenuto in occasione della sua ventunesima edizione, nel 2017.

premio marazza 2018 Elena Chiti
Elena Chiti

 

Ex aequo per la traduzione poetica

premio marazza 2018 Nicola Gradini
Nicola Gradini

La Giuria del Premio Marazza 2018, era  composta da Giovanni Tinivella (presidente della Fondazione Marazza), Antonella Anedda, Franco Buffoni (presidente della Giuria), Giuliano Ladolfi, Fabio Pusterla, Fabio Scotto. La Giuria, all’unanimità,  ha deciso  di assegnare il premio  di traduzione poetica, ex aequo a Elena Chiti, per “Specchi dell’assenza” di F. Bayrakdar, edizioni  Interlinea,  e a Nicola Gardini, per “Ermafrodito” de “Il Panormita”, edizioni Einaudi.

Grande partecipazione alla sezione “Poesia”

premio marazza 2018 Matteo Fantuzzi
Matteo Fantuzzi

Per la sezione “poesia”, che ha registrato la più alta partecipazione di autori, l’attenzione della Giuria si è lungamente soffermata sulle opere di Alida Airaghi, “Omaggi”, editore Einaudi;  Alessandra Carnaroli, “Primine”, edizioni del Verri, e di  Matteo Fantuzzi, “La stazione di Bologna”, Feltrinelli editore.  La votazione della giuria popolare dei 25 lettori, ha decretato  il vincitore della Sezione Poesia in Matteo Fantuzzi. La manifestazione, che ha avuto il sostegno del  Comune di Borgomanero e del Kiwanis Club, è stata allietata dagli interventi musicali del gruppo Pubblico Dominio.

v.s.

 

Continua la lettura di Premio Marazza, assegnati i riconoscimenti a traduttori e poeti sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/premio-marazza-assegnati-i-riconoscimenti-a-traduttori-e-poeti/feed/ 0
Bullismo, premiati gli alunni vincitori della mostra concorso http://corrieredinovara.com/attualita/bullismo-premiati-gli-alunni-vincitori-della-mostra-concorso/ http://corrieredinovara.com/attualita/bullismo-premiati-gli-alunni-vincitori-della-mostra-concorso/#respond Mon, 21 May 2018 12:09:16 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62583 Bullismo, premiati gli alunni vincitori della mostra concorso che si è svolta dal 13 al 18 maggio alla Barriera Albertina a Novara. Bullismo, premiati gli alunni vincitori della mostra concorso Nella mattinata del 20 maggio, alla Barriera Albertina, si è tenuta la premiazione degli alunni delle scuole primarie novaresi vincitori della mostra concorso “Come rappresentiamo il […]

Continua la lettura di Bullismo, premiati gli alunni vincitori della mostra concorso sul portale Corriere di Novara.

]]>
Bullismo, premiati gli alunni vincitori della mostra concorso che si è svolta dal 13 al 18 maggio alla Barriera Albertina a Novara.

Bullismo, premiati gli alunni vincitori della mostra concorso

Nella mattinata del 20 maggio, alla Barriera Albertina, si è tenuta la premiazione degli alunni delle scuole primarie novaresi vincitori della mostra concorso “Come rappresentiamo il bullismo”. La mostra ha costituito la fase finale del progetto didattico “Dante e la luna” organizzato da Anpana Novara e dall’associazione Andromeda Piemonte con la collaborazione dei Servizi educativi del Comune. “Dante e la luna”, svolto partendo dal libro omonimo dell’autrice novarese Laura Travaini, ha visto la partecipazione complessiva di 405 alunni novaresi.

I disegni votati anche dal pubblico

I disegni, suddivisi nelle categorie “Disegni di classe”, “Disegni di gruppo” e “Disegni singoli”, sono rimasti esposti dal 13 al 18 maggio e sono stati votati anche dal pubblico che ha visitato la mostra. La giuria ha decretato vincitori di questa prima edizione la classe la II A della Rodari per il miglior elaborato di classe, la primaria Pier Lombardo di Lumellogno con Valeria, Mattia e Amu della V classe per il premio del lavoro di gruppo ed Erika Montella della V A della Pertini. Una menzione speciale è stata inoltre attribuita ai piccoli della Scuola dell’Infanzia di Lumellogno che, fuori concorso, hanno esposto un proprio disegno.

v.s.

Continua la lettura di Bullismo, premiati gli alunni vincitori della mostra concorso sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/bullismo-premiati-gli-alunni-vincitori-della-mostra-concorso/feed/ 0
Re Biscottino al raduno delle maschere di Parma http://corrieredinovara.com/attualita/re-biscottino-al-raduno-delle-maschere-di-parma/ http://corrieredinovara.com/attualita/re-biscottino-al-raduno-delle-maschere-di-parma/#respond Mon, 21 May 2018 11:58:12 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62575 Re Biscottino con la sua corte al raduno delle maschere di Parma.  Alla manifestazione, giunta alla settima edizione, hanno partecipato gruppi provenienti da 13 regioni italiane. Re Biscottino al raduno delle maschere di Parma Anche Re Biscottino e la sua corte hanno partecipato questo weekend al raduno delle maschere a Parma. L’evento, giunto alla 7^ edizione, […]

Continua la lettura di Re Biscottino al raduno delle maschere di Parma sul portale Corriere di Novara.

]]>
Re Biscottino con la sua corte al raduno delle maschere di Parma.  Alla manifestazione, giunta alla settima edizione, hanno partecipato gruppi provenienti da 13 regioni italiane.

Re Biscottino al raduno delle maschere di Parma

Anche Re Biscottino e la sua corte hanno partecipato questo weekend al raduno delle maschere a Parma. L’evento, giunto alla 7^ edizione, ha chiamato a raccolta i gruppi provenienti da ben 13 regioni italiane, che hanno animato le vie del quartiere San Leonardo con un carnevale fuori stagione dedicato a grandi e piccini. “Da alcuni anni facciamo parte del centro di coordinamento Maschere Italiane – spiega Renato Sardo, re del carnevale novarese e presidente dell’Associazione Re Biscottino Onlus – il coordinamento nasce per valorizzare le tradizioni e le maschere del carnevale italiano, abbiamo partecipato all’evento portando con noi una corte di oltre 20 figuranti”.

“Orgogliosi di portare in giro le tradizioni del nostro territorio”

“Siamo orgogliosi di rappresentare il carnevale novarese – aggiunge Giusy Sardo, la regina Cuneta – partecipiamo a questi importanti eventi nazionali, fieri di portare in giro il folclore e le tradizioni del nostro territorio”. Il raduno delle maschere italiane è nato nel 2011 da un’idea della maschera locale, lo #Dsèvod, al secolo Maurizio Trapelli che, assieme ai membri del Centro nazionale di Coordinamento Maschere Italiane, nei mesi scorsi ha dato vita a un vero e proprio museo del carnevale nella meravigliosa cornice del Castello di Bardi.

Il museo del Carnevale nel castello di Bardi

“All’interno dell’edificio vi sono le insegne, i costumi e le maschere dei carnevali italiani – spiega Giusy Sardo, che con il fratello Renato fa parte del Centro di Coordinamento Maschere Italiane – in una delle sale dell’edificio, c’è una vetrina dedicata al nostro Carnevale, un omaggio che la nostra associazione ha voluto fare al compianto Sandro Berutti”. Al castello di Bardi è inoltre custodito il registro delle maschere italiane. Vi fanno parte i personaggi della commedia dell’arte e anche nomi meno noti ma altrettanto preziosi del patrimonio folkloristico nazionale. “Naturalmente non potevano mancare i nomi di Re Biscottino e della Regina Cunetta – concludono Giusy e Renato Sardo – soddisfazioni che ci ripagano per il grande lavoro fatto in questi anni”. Su invito dell’Associazione Re Biscottino onlus erano presenti a Parma anche le maschere del carnevale di Cameri, il Pedar e la Majot.

v.s.

Continua la lettura di Re Biscottino al raduno delle maschere di Parma sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/re-biscottino-al-raduno-delle-maschere-di-parma/feed/ 0
Boom Festival, la città invasa dai bambini FOTOGALLERY http://corrieredinovara.com/attualita/boom-festival-la-citta-invasa-dai-bambini-fotogallery/ http://corrieredinovara.com/attualita/boom-festival-la-citta-invasa-dai-bambini-fotogallery/#respond Mon, 21 May 2018 09:19:22 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62566 Boom Festival, la città invasa dai bambini per la prima edizione della manifestazione. Annullata la Festa della Famiglia che era in programma ieri al Parco delle Betulle. Boom Festival, la città invasa dai bambini Il centro storico di Novara, sabato 19 maggio, ha ospitato la prima edizione di “Boom festival dei bambini”. Una kermesse davvero […]

Continua la lettura di Boom Festival, la città invasa dai bambini FOTOGALLERY sul portale Corriere di Novara.

]]>
Boom Festival, la città invasa dai bambini per la prima edizione della manifestazione. Annullata la Festa della Famiglia che era in programma ieri al Parco delle Betulle.

Boom Festival, la città invasa dai bambini

Il centro storico di Novara, sabato 19 maggio, ha ospitato la prima edizione di “Boom festival dei bambini”. Una kermesse davvero incredibile e spettacolare, che ha interessato tutte le piazze principali, con un’affluenza di partecipanti, tra genitori, piccini e curiosi tale da riempire quasi completamente ogni angolo del centro città. Il festival era già iniziato venerdì 18 al Parco delle Betulle, dove circa settanta bambini delle scuole primarie novaresi, insieme agli operatori dell’Assa hanno partecipato all’iniziativa “Puliamo il Parco” ribattezzata per l’occasione “Operazione Assa Junior Day”.

14 piazze a tema

Sabato 19 a partire dalle 14 e fino alle 19.30, ben 14 zone tutte numerate, sono state allestite per i bambini, i quali hanno potuto presentarsi con il proprio speciale passaporto, rilasciato dal sindaco e dalla presidente dell’Atl, su cui apporre il timbro di partecipazione. La numero 1, “Piazza degli Eroi” (piazza Gramsci e piazza Matteotti), dove i piccoli hanno provato l’ebbrezza di salire sulle auto, sulle moto e sui mezzi speciali della Polizia Locale, della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco. La numero 2, “Piazza dei Giochi” (piazza Cavour), con gli stand di “Truccabimbi” e palloncini, i laboratori manuali: Montessori, origami, arte, piccola architettura, giochi da tavolo, giochi e carte e il laboratorio di falegnameria.

Libri, musica, ecologia

3, “Piazza dei Libri e dei Giornali” (piazza Duomo), dove è stato possibile incontrare scrittori, illustratori e personaggi, assistere a letture animate e alle mostre: “Come nasce un Libro” e, “Bulli fuorilegge”. 4, “Piazza Della Biblioteca” (corso Cavallotti 6) con la mostra della Pimpa, la lettura animata con pupazzi di Altan, la mostra “Nati per Leggere” e, il laboratorio di semina e lettura con la partecipazione di Anna Lavatelli, “Benvenuto Pomodoro”. 5, “Piazza della Musica” (Canonica del Duomo), con “Musica senza Confini” – Ensemble di Archi, con il corpo musicale Boffalorese, con musiche di Frozen, Harry Potter, Walt Disney e, i solisti della Cappella Musicale del Duomo. 6, “Piazza dell’Ecologia” (piazza Martiri), con laboratori, giochi, attività.

Cultura, arte, sport e divertimento

E ancora la “Piazza della Kid’s Art” (Complesso monumentale del Broletto), con laboratori di danza, teatro, musica, spettacoli di magia, laboratori sensoriali e tattili, “Disegnare con la frutta”. 8, “Piazza dello Sport” (piazza Puccini”, con percorsi educativi alle diverse discipline ed esibizioni di basket, baskin, pattinaggio e scherma. 9, “Piazza del Consiglio” (piazza delle Erbe), con l’evento straordinario del Consiglio dei bambini. 10, “Piazza del Mercato” (Mercato Coperto), con “Arte dal vivo”, “Benessere all’aperto”, “Cantastorie e al dì dla cadrega”. 11, “Museo Faraggiana Ferrandi” con la “Favola vista dal lupo”, laboratori creativi, letture ad alta voce. 12, “Galleria Giannoni”, con visite teatralizzate. 13, “Cupola di San Gaudenzio”, con le “Salite Boom”. 14 “Cortile di Palazzo Natta” (Piazza Matteotti), con la presentazione delle cartoline turistiche del territorio e con la mostra “L’arte del Riso – Agri Lab”. L’Atl ha distribuito per la prima volta la guida per giovani turisti “A spasso nel novarese”. La guida è disponibile gratuitamente negli uffici Atl, Baluardo Quintino Sella 40.

Annullata la Festa della Famiglia

La Festa della Famiglia al Parco delle Betulle che era in programma ieri è stata invece annullata a causa del maltempo. “Siamo molto dispiaciuti – scrivono gli organizzatori su Facebook – sarebbe stata un’altra bellissima giornata da passare insieme. Che ne pensate se la riorganizziamo e la rimandiamo a settembre?”.

Massimo Centrella

boom

Continua la lettura di Boom Festival, la città invasa dai bambini FOTOGALLERY sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/boom-festival-la-citta-invasa-dai-bambini-fotogallery/feed/ 0
Novara Calcio a un bivio dopo la retrocessione http://corrieredinovara.com/sport/novara-calcio-a-un-bivio-dopo-la-retrocessione/ http://corrieredinovara.com/sport/novara-calcio-a-un-bivio-dopo-la-retrocessione/#respond Mon, 21 May 2018 08:39:28 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62563 Novara Calcio a un bivio dopo la retrocessione Novara Calcio a un bivio dopo la retrocessione E adesso che succede? Dopo il dramma sportivo della retrocessione il futuro del Novara Calcio appare avvolto nell’incertezza. Che valutazioni farà Massimo De Salvo? Il presidente si è preso qualche giorno per decidere, assieme al padre Michelangelo, se il […]

Continua la lettura di Novara Calcio a un bivio dopo la retrocessione sul portale Corriere di Novara.

]]>
Novara Calcio a un bivio dopo la retrocessione

Novara Calcio a un bivio dopo la retrocessione

E adesso che succede? Dopo il dramma sportivo della retrocessione il futuro del Novara Calcio appare avvolto nell’incertezza. Che valutazioni farà Massimo De Salvo? Il presidente si è preso qualche giorno per decidere, assieme al padre Michelangelo, se il percorso potrà andare avanti in serie C oppure si interromperà dopo undici anni. Il numero uno della società azzurra è rimasto seduto in tribuna a lungo accanto ai suoi dirigenti a ricevere gli insulti dei tifosi dopo il triplice fischio di Chiffi, mentre fuori dall’impianto un gruppo di persone ha atteso fino a mezzanotte l’uscita del pullman con i giocatori diretto a Novarello. L’ingresso del Villaggio Azzurro è stato blindato da un “cordone sanitario” delle Forze dell’Ordine per evitare qualsiasi contatto. Alla fine, dunque, tutto si è svolto senza problemi.

Frustrazione e prostrazione

Restano la frustrazione e la prostrazione per un finale a cui nessuno si sarebbe mai augurato di assistere, che getta tanti dubbi sul futuro. Vedremo quali saranno le prossime mosse di una proprietà che, al momento, non sembra avere troppe vie d’uscita; in questi due lustri all’orizzonte non ci sono mai stati imprenditori disposti ad entrare o prelevare il club. Questa è la realtà. In mezzo ci sono questioni aperte, come la destinazione di un centro sportivo tra i più all’avanguardia in Europa, il progetto decennale di un settore giovanile in crescita, la proprietà dello stadio comunale e gli interessi in città con i lavori di ampliamento della Clinica San Gaudenzio.

Lasciare o rilanciare?

Insomma, i De Salvo sono ad un bivio: lasciare o rilanciare? Nel primo caso la proprietà consegnerebbe le chiavi al sindaco, con i rischi annessi e connessi, non ultimo quello del fallimento, vista la mancanza di alternative. Nel secondo caso, dopo aver ottemperato alle garanzie sull’iscrizione, bisognerà capire quali potranno essere gli investimenti sulla prima squadra in una categoria, la Lega Pro, “sanguinosa” sotto il profilo dei ricavi economici. Tentare l’ennesima risalita (come nel 2015) o garantire una stagione di transizione? Passata la delusione a caldo nei prossimi giorni, probabilmente, il presidente comunicherà le sue decisioni.

Nuovo direttore sportivo

Nel caso di conferma degli impegni il Novara Calcio ripartirà con tutta probabilità da un nuovo direttore sportivo: Carlalberto Ludi, almeno da un mese a questa parte vicino alla prima squadra dopo la fugace esperienza di dirigente responsabile nella Primavera. Dopo quattro anni sarà divorzio anticipato con Domenico Teti, ormai separato in casa nonostante un contratto fino al 30 giugno 2019. Appare scontato anche l’addio di mister Domenico Di Carlo, che ha un accordo per un altro anno, legato comunque al raggiungimento della salvezza. Un’eventualità, purtroppo, bruciata.
Paolo De Luca

Continua la lettura di Novara Calcio a un bivio dopo la retrocessione sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/sport/novara-calcio-a-un-bivio-dopo-la-retrocessione/feed/ 0
Sul bus senza biglietto, aggredito autista http://corrieredinovara.com/cronaca/sul-bus-senza-biglietto-aggredito-autista/ http://corrieredinovara.com/cronaca/sul-bus-senza-biglietto-aggredito-autista/#respond Mon, 21 May 2018 08:28:43 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62560 Sul bus senza biglietto, aggredito autista. Protagonista dell’episodio, avvenuto a Trecate, un giovane di 23 anni, che è stato poi fermato dalla Polizia locale. Sul bus senza biglietto, aggredito autista Sal sul bus senza biglietto e aggredisce l’autista della Sun, ma viene subito individuato e fermato dalla Polizia Locale di Trecate. E’ quanto accaduto sabato […]

Continua la lettura di Sul bus senza biglietto, aggredito autista sul portale Corriere di Novara.

]]>
Sul bus senza biglietto, aggredito autista. Protagonista dell’episodio, avvenuto a Trecate, un giovane di 23 anni, che è stato poi fermato dalla Polizia locale.

Sul bus senza biglietto, aggredito autista

Sal sul bus senza biglietto e aggredisce l’autista della Sun, ma viene subito individuato e fermato dalla Polizia Locale di Trecate. E’ quanto accaduto sabato pomeriggio 19 maggio verso le ore 15 quando sulla linea 8 che unisce Trecate a Novara, nel tratto tra la frazione di San Martino e il centro di Trecate, N.A.B. di 23 anni, residente a Cerano è salito sull’autobus senza essere in possesso del biglietto.

Il giovane ha preso a pugni la cabina di protezione

Alla richiesta di fornire il biglietto il 23enne ha aggredito il conducente dell’autobus prendendo a pugni la cabina di protezione. Immediato è stato l’intervento della Polizia Locale di Trecate che ha così provveduto a fermare l’aggressore e a condurlo presso la Caserma di viale Cicogna, dove è stato poi deferito all’autorità giudiziaria per il reato di violenza e minaccia a pubblico ufficiale.
cl.br.

Continua la lettura di Sul bus senza biglietto, aggredito autista sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/cronaca/sul-bus-senza-biglietto-aggredito-autista/feed/ 0
Frecce Tricolori, a Verbania in ventimila http://corrieredinovara.com/attualita/frecce-tricolori-a-verbania-in-ventimila/ http://corrieredinovara.com/attualita/frecce-tricolori-a-verbania-in-ventimila/#respond Mon, 21 May 2018 08:20:22 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62552 Frecce Tricolori, a Verbania in ventimila con il naso all’insù per la pattuglia acrobatica dell’Aeronautica militare che ha diffuso nel cielo la scia più lunga del mondo. Frecce Tricolori, a Verbania in ventimila Si sono dati “il cambio” Luciano Pavarotti (sua la registrazione di “Nessun dorma”) e le Frecce Tricolori, nell’ultimo numero dello show aereo […]

Continua la lettura di Frecce Tricolori, a Verbania in ventimila sul portale Corriere di Novara.

]]>
Frecce Tricolori, a Verbania in ventimila con il naso all’insù per la pattuglia acrobatica dell’Aeronautica militare che ha diffuso nel cielo la scia più lunga del mondo.

Frecce Tricolori, a Verbania in ventimila

Si sono dati “il cambio” Luciano Pavarotti (sua la registrazione di “Nessun dorma”) e le Frecce Tricolori, nell’ultimo numero dello show aereo di ieri, quando i velivoli della pattuglia acrobatica dell’aeronautica militare hanno diffuso nel cielo sopra Verbania la scia tricolore più lunga del mondo (5 km). Con un sincronismo perfetto, il rombo dei motori ha coperto il “vincerà” del compianto “big Luciano”. Uno spettacolo nello spettacolo al termine andato in scena con un’ora di ritardo, le 15 anziché le 14, a causa del maltempo. Maltempo che, se ha disturbato le prove, non ha scoraggiato il pubblico accorso numeroso, 20mila persone secondo le stime dell’aeroclub di Biella che ha organizzato l’evento, per assistere allo spettacolo, e ai voli dimostrativi che hanno preceduto i 25 minuti delle “Frecce Tricolori”. Una… caparbietà, quella del pubblico, cui alla fine s’è “arreso” anche il maltempo che ha consentito il diradarsi delle nubi. La pattuglia acrobatica si è alzata in volo dall’aeroporto militare di Cameri, è spuntata sopra la vetta del monte Massone per poi arrivare sopra lo specchio d’acqua che ha fatto da proscenio all’esibizione alle spalle del pubblico sulle note dell’inno nazionale.

La partenza dall’aeroporto di Cameri

Sottolineati dagli applausi del pubblico i numeri della pattuglia, commentati a terra dal capitano Liberata D’Aniello. la voce ufficiale delle Frecce. A dirigere i piloti in volo, sempre da terra, c’era il comandante, tenente colonnello Mirko Caffelli. A partire dal mutare delle geometrie in volo, dal Triangolo al Rombo passando per gli Incroci, il Ventaglio, l’Apollo 313. Le traiettorie del solista, Filippo Barbero, fino al volo finale con il tricolore più lungo del mondo. A fare da battistrada alle Frecce Tricolori è stato L’Aermacchi MB 325 arancione, l’aereo sul quale s’addestrano i piloti che intendono arruolarsi nell’aeronautica militare. Applausi anche per la simulazione del salvataggio in acqua dell’elicottero del XV stormo dell’aeronautica militare, per l’inseguimento simulato ad una imbarcazione di contrabbandieri di un elicottero della Guardia di finanza arrivato dalla base di Venegono Inferiore (Varese) e di una motovedetta della squadriglia navale di Cannobio, sempre della Guardia di Finanza, per la pattuglia aerea svizzera P3 Flyers di Locarno Magadino, per le evoluzioni del Blu Voltige. Ad aprire i voli dimostrativi è stato un elicottero del gruppo di volo della Polizia di stato dell’aeroporto della Malpensa.

Un successo anche dal punto di vista della logistica

L’evento è stato un successo anche dal punto di vista della logistica curata dall’associazione Croce Alata, gruppo aereo di protezione civile con base a Megolo (collabora coi vigili del fuoco nella vigilanza antincendi), in collaborazione col comando di Polizia municipale, le forze dell’ordine e Vco Trasporti srl per i bus navetta da Fondotoce, da Intra e dalla periferia nord di Verbania. Tutto s’è svolto nel massimo ordine, grazie anche al lavoro dei 100 volontari della protezione civile impegnati a gestire gli arrivi. Verbania s’era organizzata per accoglierne 40 mila. Alla fine il sindaco, Silvia Marchionini, ha ringraziato tutti, a cominciare dal pubblico che ne ha decretato il successo, per la riuscita della manifestazione.
Mauro Rampinini

Continua la lettura di Frecce Tricolori, a Verbania in ventimila sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/frecce-tricolori-a-verbania-in-ventimila/feed/ 0
Si innervosisce a un controllo e viene trovato dalla Polstrada in possesso di cocaina http://corrieredinovara.com/cronaca/si-innervosisce-a-un-controllo-e-viene-trovato-dalla-polstrada-in-possesso-di-cocaina/ http://corrieredinovara.com/cronaca/si-innervosisce-a-un-controllo-e-viene-trovato-dalla-polstrada-in-possesso-di-cocaina/#respond Sat, 19 May 2018 12:26:23 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62547 L’automobilista fermato sull’A26 è stato arrestato dalla Polizia stradale di Romagnano Sesia   Si innervosisce ai controlli della Polizia stradale e viene trovato in possesso di cocaina e quindi arrestato. Alle 21.45 di martedì sull’autostrada A/26 in zona barriera lago Maggiore, in direzione nord, nel territorio del Comune di Paruzzaro, una pattuglia della Polstrada appartenente […]

Continua la lettura di Si innervosisce a un controllo e viene trovato dalla Polstrada in possesso di cocaina sul portale Corriere di Novara.

]]>
L’automobilista fermato sull’A26 è stato arrestato dalla Polizia stradale di Romagnano Sesia

 

Si innervosisce ai controlli della Polizia stradale e viene trovato in possesso di cocaina e quindi arrestato. Alle 21.45 di martedì sull’autostrada A/26 in zona barriera lago Maggiore, in direzione nord, nel territorio del Comune di Paruzzaro, una pattuglia della Polstrada appartenente alla sottosezione di Romagnano Sesia, in servizio di vigilanza sottoponeva a controllo di polizia un’autovettura Skoda Octavia condotta da M. V. di nazionalità albanese, di 23 anni. Con lui, vi era anche C. P., di nazionalità italiana di 33 anni. Entrambi i fermati risultavano residenti in provincia di Novara ed uno di essi con precedenti specifici.

Lo stupefacente era nascosto nel cruscotto dell’automobile

I due fin dalle prime fasi del controllo, secondo quanto reso noto dalla Polstrada “palesavano un ingiustificato stato di agitazione, atteggiamento che insospettiva gli operanti facendo sorgere il dubbio che i due stessero occultando qualcosa”. Gli Agenti procedevano ad accurato controllo esteso al veicolo, rinvenendo 10 gr. di cocaina celata in un vano del cruscotto. La conseguente perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire materiale utilizzato per il confezionamento e il taglio della sostanza, materiale che confermava l’ipotesi di spaccio di stupefacenti e il sequestro di ulteriori 0,5 gr di hashish.

Trovato materiale per confezionare le dosi dopo perquisizione dell’abitazione

A seguito di questi riscontri M.V. che ammetteva le proprie responsabilità, veniva arrestato per detenzione sostanze di stupefacenti ai fini dello spaccio e ristretto ai domiciliari presso la propria abitazione. L’uomo inoltre rifiutava categoricamente di sottoporsi agli accertamenti drug-test presso il locale ospedale per la verifica della guida in stato di alterazione conseguente l’assunzione di stupefacenti, per questo motivo veniva anche deferito all’autorità giudiziaria per la violazione del rifiuto di sottoporsi agli accertamenti.

L’altro fermato, C.P. è stato segnalato per violazione amministrativa per detenzione stupefacenti a uso personale.

m.d.

 

Continua la lettura di Si innervosisce a un controllo e viene trovato dalla Polstrada in possesso di cocaina sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/cronaca/si-innervosisce-a-un-controllo-e-viene-trovato-dalla-polstrada-in-possesso-di-cocaina/feed/ 0
Vigezzina-Centovalli, riapre il traffico ferroviario internazionale http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/vigezzina-centovalli-riapre-il-traffico-ferroviario-internazionale/ http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/vigezzina-centovalli-riapre-il-traffico-ferroviario-internazionale/#respond Sat, 19 May 2018 10:34:36 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62543 La Ferrovia Vigezzina-Centovalli riapre al traffico internazionale da lunedì 21 maggio e festeggia l’evento offendo biglietti gratuiti. Torna operativa l’intera tratta, dopo l’interruzione per diverse settimane a causa della frana di Pasqua. Per festeggiare la riapertura c’è anche un’iniziativa che regalerà biglietti. I trenini panoramici in realtà non si erano mai fermati in queste settimane, […]

Continua la lettura di Vigezzina-Centovalli, riapre il traffico ferroviario internazionale sul portale Corriere di Novara.

]]>
La Ferrovia Vigezzina-Centovalli riapre al traffico internazionale da lunedì 21 maggio e festeggia l’evento offendo biglietti gratuiti. Torna operativa l’intera tratta, dopo l’interruzione per diverse settimane a causa della frana di Pasqua. Per festeggiare la riapertura c’è anche un’iniziativa che regalerà biglietti. I trenini panoramici in realtà non si erano mai fermati in queste settimane, garantendo il collegamento sulle tratte nazionali ma non sulla linea internazionale, fondamentale per i lavoratori frontalieri e per i moltissimi turisti.

Vigezzina-Centovalli, la fine dei disagi

La frana caduta il giorno di Pasqua sulla statale 337 aveva in parte coinvolto anche la linea ferroviaria. La Valle Vigezzo e le Centovalli erano state così costrette ad una “separazione forzata” per lunghe settimane. L’interruzione ha causato forti disagi anche all’economia locale.

Biglietti ferroviari in regalo

Per festeggiare l’atteso ritorno alla normalità, le società di gestione della Ferrovia Vigezzina-Centovalli lanciano un’iniziativa che regalerà 10 coppie di biglietti turistici internazionali. Basterà inviare via mail a web@vigezzinacentovalli.com oppure caricare sulla pagina Facebook della ferrovia www.facebook.com/FerroviaVigezzinaCentovalli un’immagine scattata a bordo dei trenini oppure che ritragga i treni dall’esterno. Le foto potranno essere inviate o caricate dal 21 al 31 maggio 2018. Verranno valutate le dieci foto più belle che otterranno in premio una coppia di biglietti di libera circolazione validi per una o due giornate sull’intera tratta internazionale Domodossola-Locarno.
ari.mar.

Continua la lettura di Vigezzina-Centovalli, riapre il traffico ferroviario internazionale sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/cultura-e-turismo/vigezzina-centovalli-riapre-il-traffico-ferroviario-internazionale/feed/ 0
Il Novara calcio sconfitto dall’Entella in casa retrocede in serie C http://corrieredinovara.com/altro/il-novara-calcio-sconfitto-dallentella-in-casa-retrocede-in-serie-c/ http://corrieredinovara.com/altro/il-novara-calcio-sconfitto-dallentella-in-casa-retrocede-in-serie-c/#respond Fri, 18 May 2018 21:54:13 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62540 Gli azzurri perdono 1-0 una gara che non li ha visti mai veramente pericolosi Il Novara calcio viene sconfitto per 1-0 nella sfida casalinga contro l’Entella decisiva per la permanenza in serie B e lo fa giocando una gara simile a tante altre di questo campionato, senza veramente mai impensierire gli avversari. Nel primo tempo […]

Continua la lettura di Il Novara calcio sconfitto dall’Entella in casa retrocede in serie C sul portale Corriere di Novara.

]]>
Gli azzurri perdono 1-0 una gara che non li ha visti mai veramente pericolosi

Il Novara calcio viene sconfitto per 1-0 nella sfida casalinga contro l’Entella decisiva per la permanenza in serie B e lo fa giocando una gara simile a tante altre di questo campionato, senza veramente mai impensierire gli avversari. Nel primo tempo i padroni di casa sembrano metterci grinta ma il gioco mostra fasi confuse. Nessuna delle due squadre si rende davvero pericolosa. La paura di perdere sembra averla vinta su ambo i fronti. La ripresa e il passare dei minuti rende le squadre più intraprendenti e i liguri ogni volta che ripartono danno l’impressione di poter far male alla retroguardia novarese. Aumenta il nervosismo e aumentano i falli in campo. Al 9’ l’Entella colpisce anche la traversa con un tiro di Aramu dal limite dell’area. La risposta azzurra è in un tiro di Maracchi alto sopra la porta, poi più nulla fino al 22’ quando Aramu crossa perfettamente per Crimi che solo in area di testa batte Montipò. Il gol scuote il Novara ma solo al 41’ arriva nello specchio della porta un tiro di Sansone parato da Paroni.

Al fischio finale va in scena il dramma sportivo

Si arriva al fischio finale e va in scena il dramma sportivo. La curva urla “vergogna, vergogna!” e il rettilineo insulta in tribuna il presidente De Salvo e il direttore sportivo Teti. Il resto dello stadio sfolla in silenzio in un clima surreale. Per il  Novara calcio una retrocessione che apre scenari imprevisti per il futuro.

m.d.

Continua la lettura di Il Novara calcio sconfitto dall’Entella in casa retrocede in serie C sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/altro/il-novara-calcio-sconfitto-dallentella-in-casa-retrocede-in-serie-c/feed/ 0
Nuova Touareg, benvenuto al SUV high-tech http://corrieredinovara.com/motori/nuova-touareg-benvenuto-al-suv-high-tech/ Fri, 18 May 2018 20:43:31 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62536 Nuova Touareg, siamo alla terza generazione: Volkswagen lancia sul mercato la sua nuova ammiraglia. Equipaggiata con innovative soluzioni di connettività e un’avanguardistica integrazione dei sistemi di assistenza, comfort, illuminazione e infotainment, la Touareg anticipa il futuro. Il design della vettura è poi caratterizzato da un particolare dinamismo. Con la nuova Touareg la Volkswagen offre un […]

Continua la lettura di Nuova Touareg, benvenuto al SUV high-tech sul portale Corriere di Novara.

]]>
Nuova Touareg, siamo alla terza generazione: Volkswagen lancia sul mercato la sua nuova ammiraglia. Equipaggiata con innovative soluzioni di connettività e un’avanguardistica integrazione dei sistemi di assistenza, comfort, illuminazione e infotainment, la Touareg anticipa il futuro. Il design della vettura è poi caratterizzato da un particolare dinamismo. Con la nuova Touareg la Volkswagen offre un modello evoluto il cui Innovision Cockpit anticipa l’idea degli interni digitali di domani.

Nuova Touareg e l’Innovision Cockpit

Una delle numerose innovazioni tecniche della nuova generazione di Touareg è l’Innovision Cockpit. La strumentazione digitale con Active Info Display da 12,3 pollici e il sistema di infotainment top di gamma Discover Premium con touchscreen da 15 pollici si fondono dando vita a un’unità digitale di comando, informazione, comunicazione ed entertainment sempre connessa, dall’uso intuitivo e con massime possibilità di personalizzazione. L’Innovision Cockpit rinuncia in misura quasi totale ai classici tasti, manopole e interruttori, ma li mantiene là dove hanno più senso, per esempio nella regolazione del volume.

Debutto con motori V6

In una prima fase, la Volkswagen offrirà la nuova Touareg sul mercato italiano con due motori V6 Turbodiesel da 2311 e 2862 CV (entrambi EU 6 AG). Queste motorizzazioni assicurano elevati pesi rimorchiabili. È prevista inoltre una propulsione ibrida plug-in con potenza di sistema di 367 CV, che debutterà dapprima sul mercato cinese. La data di lancio della Touareg con propulsione ibrida plug-in in Europa non è stata ancora definita. L’efficienza dei motori della Touareg è dimostrata dal V6 TDI da 286 CV: consuma appena 6,9 l/100 km (NEDC). Inoltre, il V6 TDI SCR 4MOTION può trainare rimorchi fino a 3,5 tonnellate.

Quattro ruote sterzanti

Un’altra novità assoluta per la Volkswagen è lo sterzo su quattro ruote, a richiesta. A seconda della situazione di guida, tutte e quattro le ruote vengono sterzate contemporaneamente. Le quattro ruote sterzanti contribuiscono a rendere la Touareg il più agile tra i SUV di grandi dimensioni. Le quattro ruote sterzanti operano essenzialmente sulla base di due condizioni di marcia: velocità inferiori e superiori a 37 km/h. Fino a 37 km/h le ruote posteriori sterzano automaticamente in direzione opposta rispetto alle ruote anteriori, con un conseguente miglioramento dell’agilità e della manovrabilità. Le quattro ruote sterzanti si fanno apprezzare per una riduzione del diametro di sterzata pari a un metro (11,19 anziché 12,19 m). Quando la velocità supera i 37 km/h, in fase di cambio di direzione le ruote posteriori sterzano automaticamente nella stessa direzione delle ruote anteriori.

Continua la lettura di Nuova Touareg, benvenuto al SUV high-tech sul portale Corriere di Novara.

]]>
Nuova Audi A6, upgrade in business-class http://corrieredinovara.com/motori/nuova-audi-a6-upgrade-in-business-class/ Fri, 18 May 2018 20:28:51 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62533 Nuova Audi A6, è ora di scoprirla. Non è mai stata tanto versatile. La berlina della Casa dei quattro anelli si distingue per la marcata digitalizzazione, il comfort ulteriormente migliorato, la superiore sportività e il design all’insegna dell’eleganza. Il sistema integralmente digitale MMI touch response porta in dote un azionamento dei comandi intuitivo e ampie possibilità di […]

Continua la lettura di Nuova Audi A6, upgrade in business-class sul portale Corriere di Novara.

]]>
Nuova Audi A6, è ora di scoprirla. Non è mai stata tanto versatile. La berlina della Casa dei quattro anelli si distingue per la marcata digitalizzazione, il comfort ulteriormente migliorato, la superiore sportività e il design all’insegna dell’eleganza. Il sistema integralmente digitale MMI touch response porta in dote un azionamento dei comandi intuitivo e ampie possibilità di personalizzazione. Alle molteplici tecnologie in materia di connettività e assistenza alla guida si affiancano l’assetto bilanciato, che coniuga comfort e tenuta di strada, e il sistema mild hybrid, esteso a tutte le motorizzazioni.

Nuova Audi A6 e la mild hybrid

Tutti i motori della nuova Audi A6 sono dotati della tecnologia mild-hybrid. Si tratta della terza gamma elettrificata da Audi, dopo A8 e A7 Sportback: un alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) lavora in abbinamento a una batteria agli ioni di litio con capacità di 10 Ah. Nel caso dei motori a 6 cilindri viene utilizzato un sistema mild-hybrid a 48 volt. A6 può avanzare per inerzia fra 55 e 160 km/h e il sistema start/stop si attiva già da 22 km/h. In fase di decelerazione, l’RSG può recuperare fino a 12 kW di potenza. Nella marcia reale la tecnologia mild-hybrid a 48 volt riduce i consumi fino a 0.7 l/100 km.

Ed ora tocca ai motori

La nuova Audi A6 viene proposta con tre motori V6. L’offerta sarà successivamente ampliata dai motori a 4 cilindri TFSI e TDI. Tutti i propulsori sono caratterizzati da un’erogazione vigorosa, un’elevata efficienza e una spiccata trattabilità. Il V6 benzina di Audi A6 55 TFSI è un 3.0 TFSI da 340 CV e 500 Nm. Una coppia ancora superiore, 620 Nm, è portata in dote dal 3.0 TDI di Audi A6 50 TDI nella versione da 286 CV. I motori diesel V6 sono proposti con una trasmissione tiptronic a otto rapporti, il 3.0 TFSI è abbinato a un’unità a doppia frizione S tronic a sette rapporti.

Continua la lettura di Nuova Audi A6, upgrade in business-class sul portale Corriere di Novara.

]]>
Comprare il pellet prestagionale conviene http://corrieredinovara.com/casa/comprare-il-pellet-prestagionale-conviene/ Fri, 18 May 2018 19:55:53 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62530 Comprare il pellet prestagionale conviene. E’ sempre più diffuso, specialmente in Italia, ma forse la domanda che vi state ponendo è: «perché parlarne ora? I riscaldamenti non sono necessari». Siamo fuori stagione è vero, però proprio questo fattore rende più appetibile l’acquisto del combustibile in oggetto: l’inverno e il freddo torneranno ed è bene farsi […]

Continua la lettura di Comprare il pellet prestagionale conviene sul portale Corriere di Novara.

]]>
Comprare il pellet prestagionale conviene. E’ sempre più diffuso, specialmente in Italia, ma forse la domanda che vi state ponendo è: «perché parlarne ora? I riscaldamenti non sono necessari». Siamo fuori stagione è vero, però proprio questo fattore rende più appetibile l’acquisto del combustibile in oggetto: l’inverno e il freddo torneranno ed è bene farsi trovare pronti con una scorta di pellet. Tanto meglio se acquistato a prezzo ridotto. In sostanza comprando il pellet fuori stagione è possibile risparmiare: attenzione però, perché non tutti i rivenditori effettuano la vendita nel periodo pre-stagionale.

Comprare il pellet prestagionale conviene

Questa operazione risponde alla classica legge del mercato: la domanda diminuisce, rallenta, e di conseguenza anche il prezzo fa lo stesso, per poi tornare ad alzarsi quando il consumo di pellet salirà vertiginosamente (e la disponibilità sarà minore). Si tratta dei tradizionali rincari stagionali, per un prodotto che risente molto del periodo in cui viene acquistato. Ecco perché parlare ora dell’acquisto del pellet ha senso: i prezzi sono più bassi rispetto ai mesi in cui si accendono le stufe e gli impianti di riscaldamento.
Per garantirsi un risparmio «tangibile» è bene dunque ragionare in termini di bancali anziché di sacchetti. Acquistando di più ora il vantaggio sarà maggiore.

Continua la lettura di Comprare il pellet prestagionale conviene sul portale Corriere di Novara.

]]>
Controllare l’impianto di riscaldamento in primavera http://corrieredinovara.com/casa/controllare-limpianto-di-riscaldamento-in-primavera/ Fri, 18 May 2018 19:49:02 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62527 Controllare l’impianto di riscaldamento in primavera: c’è un perché. Forse il meteo e le temperature medie non sono proprio quello che si aspetta dalla primavera, però una cosa è certa. Gli impianti di riscaldamento sono ormai spenti da tempo in tutte le case. Di conseguenza anche nei nostri pensieri caldaie, stufe e correlati sono andati […]

Continua la lettura di Controllare l’impianto di riscaldamento in primavera sul portale Corriere di Novara.

]]>
Controllare l’impianto di riscaldamento in primavera: c’è un perché. Forse il meteo e le temperature medie non sono proprio quello che si aspetta dalla primavera, però una cosa è certa. Gli impianti di riscaldamento sono ormai spenti da tempo in tutte le case. Di conseguenza anche nei nostri pensieri caldaie, stufe e correlati sono andati in pensione: arrivederci ad ottobre o ad autunno inoltrato, quando ritornerà necessario il loro utilizzo. Tuttavia è importante non perdere completamente di vista il proprio sistema di riscaldamento. Questo periodo, in cui è spento, può diventare fondamentale per migliorarne l’efficienza, per valutarlo e per intervenire se opportuno. In questo modo si limitano problemi maggiori: che fareste in caso di un guasto alla caldaia durante i mesi invernali? Rimanere al freddo non è certo una delle nostre aspirazioni quotidiane.

Controllare l’impianto di riscaldamento, questione di portafogli

Se siete meno fatalisti si può invece girare la questione sul portafogli: l’impianto domestico grava infatti sul costo della bolletta. Se è efficiente e perfettamente operativo si potrà certamente risparmiare e persino limitare le emissioni inquinanti, andando a generare un guadagno dal punto di vista «green». Quali sono dunque i ragionamenti da fare? In primis una domanda che ci si può porre è: «Sarà il momento giusto di cambiare impianto?». Se la risposta è sì scacciate le esitazioni, magari legate all’esborso per la sostituzione: cambiando per esempio una caldaia a gas con una a condensazione è possibile recuperare il calore disperso dal sistema tradizionale. Ecco dunque un risparmio della spesa, che con il passare del tempo può andare ad ammortizzare o addirittura ad assorbire l’investimento.

Le alternative

Lo stesso discorso si può fare anche utilizzando un sistema di riscaldamento a pannelli radianti. Ci sono poi tante altre valutazioni che è bene fare in questo periodo: un eventuale cambio nel vostro sistema è bene che sia fatto in primavera. Per esempio si può pensare alla possibilità di generare energia: tradotto significa integrare al vostro riscaldamento un impianto solare termico. Poi ci sono le pompe di calore, alternativa più che valida ai combustibili. E poi ancora ci sono i sistemi ibridi, in cui la caldaia a gas convive con la pompa di calore o la stufa a pellet. Potremmo continuare all’infinito.

Check Your Heating

Per un discorso completo va anche citata la «Check Your Heating», lanciata da LabelPackA+ (progetto coordinato da Solar Heat Europe che si svolge nell’ambito di Horizon 2020, il programma dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione): si tratta di una campagna che mira ad aumentare la conoscenza dell’etichettatura energetica per i sistemi di riscaldamento, fornendo le informazioni necessarie ai consumatori e agli installatori. Fra i suoi obiettivi c’è quello di promuovere controlli preventivi che permettano di verificare se l’impianto installato sia in buono stato di salute. E quindi di intervenire quando ci sono condizioni favorevoli, disponendo del tempo necessario. In questo modo si cerca di aiutare i consumatori a trarre il massimo vantaggio dall’etichettatura energetica, compiendo scelte più efficienti.

Continua la lettura di Controllare l’impianto di riscaldamento in primavera sul portale Corriere di Novara.

]]>
Plantari su misura per vivere meglio http://corrieredinovara.com/salute/plantari-su-misura-per-vivere-meglio/ Fri, 18 May 2018 19:41:08 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62524 Plantari su misura, ci aiutano a vivere meglio. Qualcuno ha detto che non pensiamo mai ai nostri piedi, forse perché sono troppo lontani dalla nostra testa . E’ vero questo, come è vero che quando ci pensiamo non è certo con amore. Siamo pronti a lamentarci quando ci fanno male, ma un po’ meno a […]

Continua la lettura di Plantari su misura per vivere meglio sul portale Corriere di Novara.

]]>
Plantari su misura, ci aiutano a vivere meglio. Qualcuno ha detto che non pensiamo mai ai nostri piedi, forse perché sono troppo lontani dalla nostra testa . E’ vero questo, come è vero che quando ci pensiamo non è certo con amore. Siamo pronti a lamentarci quando ci fanno male, ma un po’ meno a chiederci se li abbiamo trattati come si meritano. E poi non si dice, forse alle volte, ragionare con i piedi? Questo ci dà la misura di in quale bassa considerazione teniamo le nostre estremità. E’ quindi importante utilizzare al meglio il piede conoscendo il suo ruolo primario nella nostra deambulazione.

Plantari su misura e amplicettori

Oggi i plantari, dedicati a chi ha problemi di piede, e gli amplicettori , dedicati a chi sta bene e vorrebbe continuare su questa strada, sono da considerare strumenti fondamentali per la qualità della vita. Plantari e amplicettori sono uno strumento moderno e facilmente utilizzabile che, nella tecnologia “cad-cam amfit” supervisionata dalla figura del nostro tecnico ortopedico, certamente una garanzia nel settore dei plantari. E’ una nuova tecnologia che permette di realizzare un plantare e un amplicettore che, partendo dal tuo piede, viene realizzato su misura per te.

E quali sono i vantaggi?

I vantaggi sono: la progettazione simulata del plantare prima della sua esecuzione. L’opportunità di comparazione tra l’immagine podalica in carico e quella compensata con l’ortesi plantare. Al termine della scansione del piede i dati raccolti vengono elaborati dal tecnico e inviati alla fresa che, collegata al computer, modellerà il plantare o l’amplicettore su misura. E’ proprio vero: la salute comincia dai piedi!

Continua la lettura di Plantari su misura per vivere meglio sul portale Corriere di Novara.

]]>
Caffè verde, bevanda dagli effetti benefici http://corrieredinovara.com/salute/caffe-verde-bevanda-benefici/ Fri, 18 May 2018 19:33:59 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62520 Caffè verde arabica, una tazzina al mattino per combattere il sovrappeso. Estratta dalle bacche aiuta a bruciare più calorie riducendo il senso di fame durante il giorno. Grazie al caffè verde zuccheri e grassi che si ingeriscono vengono trasformati più rapidamente in energia per i muscoli, mentre i depositi adiposi di grasso sono bruciati più […]

Continua la lettura di Caffè verde, bevanda dagli effetti benefici sul portale Corriere di Novara.

]]>
Caffè verde arabica, una tazzina al mattino per combattere il sovrappeso. Estratta dalle bacche aiuta a bruciare più calorie riducendo il senso di fame durante il giorno. Grazie al caffè verde zuccheri e grassi che si ingeriscono vengono trasformati più rapidamente in energia per i muscoli, mentre i depositi adiposi di grasso sono bruciati più rapidamente dal corpo grazie all’azione degli antiossidanti di cui il caffè verde è ricco.

Caffè verde aiuta il dimagrimento

Tecnicamente a essere efficaci sono le molecole naturali del caffè, dotate di azione lipolitica sugli adipociti bianchi ipertrofici del tessuto adiposo. Un’azione molto benefica che però s’instaura solo se la persona riduce il suo apporto energetico giornaliero ed esercita attività motoria aerobica. In caso contrario il fegato interviene e “riempie ” di nuovo gli adipociti, annullando gli effetti salutari della bevanda. Quindi il caffè è un co-adiuvante nel dimagrimento, ma non può da solo risolvere l’eccesso di peso corporeo.

Contiene meno caffeina

Nel caffè, quello verde, è contenuta una dose minore di caffeina rispetto al caffè cotto-tostato il cui assorbimento da parte dell’organismo avviene in modo lento e continuo. Questo meccanismo permette di ottenere una migliore condizione di attenzione, vigilanza e vitalità, rispetto alla tazzina di caffè tradizionale. Il caffè verde crudo è un fitocomplesso dotato di effetti benefici per la salute ed è una bevanda promossa in una sana alimentazione.

Continua la lettura di Caffè verde, bevanda dagli effetti benefici sul portale Corriere di Novara.

]]>
La polenta concia e altre specialità della Valsesia http://corrieredinovara.com/cucina/la-polenta-concia-specialita-valsesia/ Fri, 18 May 2018 19:23:09 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62517 La polenta concia è un must della cucina valsesiana. Questa è composta di piatti sostanziosi, corposi, tipicamente votati al periodo invernale. Ed è impossibile non prendere in considerazione la polenta concia, altra grande protagonista della tavola del territorio. Un piatto tipicamente portato per le basse temperature ma che può essere consumato durante tutto l’anno. La […]

Continua la lettura di La polenta concia e altre specialità della Valsesia sul portale Corriere di Novara.

]]>
La polenta concia è un must della cucina valsesiana. Questa è composta di piatti sostanziosi, corposi, tipicamente votati al periodo invernale. Ed è impossibile non prendere in considerazione la polenta concia, altra grande protagonista della tavola del territorio. Un piatto tipicamente portato per le basse temperature ma che può essere consumato durante tutto l’anno.
La sua preparazione è piuttosto semplice: serve una polenta morbida a cui, poco prima della fine della cottura, vadano aggiunti del burro e della toma tagliati a dadini. Il passo è breve: mescolando con vigore si otterrà un’amalgamata sinfonia di sapori in grado di affascinare ciascuno di noi.

La polenta concia e… i capunèt

Il resto è questione di servizio: la polenta concia va portata in tavola fumante, ancora molle e ricoperta dal burro fuso, praticamente annegata. Se volete lasciar in disparte per una volta sua maestà la toma, potrete anche utilizzare fontina, taleggio, bitto, scimudin oppure gorgonzola. Il risultato sarà comunque ottimale. Non è difficile poi trovare i capunèt, altro piatto tipico della tradizione valsesiana. Stiamo parlando di involtini di foglie di invidia (o verza) riempita di un trito di mortadella (oppure si possono usare gli avanzi di carne dei pasti precedenti ), aglio, cipolla e pane ammollato nel latte. A completare il quadro sono burro, brodo e vino bianco. E il dado è tratto.

Le patate masarai

Un ipotetico trittico di piatti tipici valsesiani va in archivio con le patate masarai: servono porri, pancetta, latte e ovviamente patate tagliate a dadini. Dopo il soffritto di porri e pancetta si aggiunge il resto, da far cuocere per un’ora e mezza.

Continua la lettura di La polenta concia e altre specialità della Valsesia sul portale Corriere di Novara.

]]>
Toma valsesiana, regina assoluta della tavola http://corrieredinovara.com/cucina/toma-valsesiana-regina-tavola/ Fri, 18 May 2018 19:12:48 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62514 Toma valsesiana: quando si parla di enogastronomia in Valsesia è difficile non considerarla. Sì, perché la toma valsesiana è il fiore all’occhiello di un intero territorio, il prodotto principe derivante dal latte vaccino appena munto. Impossibile non conoscerla, impossibile non averla mai assaggiata e ancora di più, impossibile non apprezzarla: la toma è la diretta […]

Continua la lettura di Toma valsesiana, regina assoluta della tavola sul portale Corriere di Novara.

]]>
Toma valsesiana: quando si parla di enogastronomia in Valsesia è difficile non considerarla. Sì, perché la toma valsesiana è il fiore all’occhiello di un intero territorio, il prodotto principe derivante dal latte vaccino appena munto. Impossibile non conoscerla, impossibile non averla mai assaggiata e ancora di più, impossibile non apprezzarla: la toma è la diretta discendente di una lunga tradizione casearia, giunta fino a noi di generazione in generazione, passata di padre in figlio.

La toma valsesiana e le sue origini

Si tratta di un formaggio che affonda la sua tradizione in antiche origini, prodotto con il latte delle vacche valsesiane, allevate con metodi naturali e poi lavorato secondo quanto tramandato nei secoli dei secoli. Sommando tutte queste caratteristiche si ottiene un formaggio unico, consistente, a pasta compatta, di colore paglierino, in forme il cui peso può variare da 1,5 a 2,5-3 chilogrammi. La stagionatura può variare fra un periodo breve di quindici giorni e uno lungo di due mesi (ma può arrivare anche a dodici mesi): di conseguenza cambiano inevitabilmente le caratteristiche della toma. La crosta per esempio da abbastanza morbida diventa maggiormente dura, rugosa e presenta una colorazione più marcata.

Come si consuma la toma valsesiana?

Altri elementi distintivi della toma sono l’eventuale aromatizzazione con spezie, aglio e peperoncino o un particolare tipo di maturazione. Quest’ultimo è usato per la toma salagnun, lasciata per mesi nel legno. Tendenzialmente la toma valsesiana, dal sapore deciso, si consuma per i fatti suoi, in «purezza» come si dice in gergo. Ma è possibile mangiarla anche con polenta, piuttosto che con gli gnocchi. Oppure a fine pasto combinata con miele e confetture o magari come ingrediente d’eccellenza per un’intensa mantecatura del risotto. L’abbinamento perfetto la vuole accostata a vini rossi giovani se si parla di una toma più fresca, più invecchiati se invece il formaggio è stagionato. Insomma, sulle tavole valsesiane c’è chi troverà sempre un posto di rilievo: la toma non può mancare, prodotto assolutamente tipico di questo territorio. Forse non resta altro che assaggiarne un pezzetto…

Continua la lettura di Toma valsesiana, regina assoluta della tavola sul portale Corriere di Novara.

]]>
Bonus idrocarburi: cosa è cambiato http://corrieredinovara.com/attualita/bonus-idrocarburi-cosa-e-cambiato/ http://corrieredinovara.com/attualita/bonus-idrocarburi-cosa-e-cambiato/#respond Fri, 18 May 2018 17:20:53 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62510 Che fine ha fatto il bonus idrocarburi? Perché ne è stata interrotta la distribuzione? Sono tanti i cittadini di Trecate, Galliate e Romentino che se lo chiedono. Ed ecco la risposta. Quest’anno niente “bonus” E’ il sindaco di Trecate Federico Binatti a spiegare che “quest’anno sono cambiate alcune cose. Innanzi tutto il decreto interministeriale (Ministero […]

Continua la lettura di Bonus idrocarburi: cosa è cambiato sul portale Corriere di Novara.

]]>
Che fine ha fatto il bonus idrocarburi? Perché ne è stata interrotta la distribuzione? Sono tanti i cittadini di Trecate, Galliate e Romentino che se lo chiedono. Ed ecco la risposta.

Quest’anno niente “bonus”

E’ il sindaco di Trecate Federico Binatti a spiegare che “quest’anno sono cambiate alcune cose. Innanzi tutto il decreto interministeriale (Ministero dell’Economia e delle Finanze e Ministero dello Sviluppo Economico), che ripartisce le risorse nei territori interessati dalla estrazione di idrocarburi liquidi e gassosi, ha modificato l’utilizzo del Fondo, stabilendo che lo stesso fosse destinato a progetti di valenza sociale a beneficio della popolazione”.

I fondi saranno destinati a servizi per i cittadini

“Pertanto, – prosegue Binatti – le amministrazioni coinvolte (Trecate, Galliate e Romentino) hanno presentato per il tramite della Regione Piemonte – Coesione Sociale, delle proposte progettuali che sono oggetto del protocollo d’intesa tra Mef, Mise e Regione Piemonte. A conclusione dell’iter di approvazione, validazione e assegnazione, verranno trasferite le risorse ai comuni per la realizzazione di servizi ad impatto sociale per i cittadini. Non è quindi più prevista la distribuzione diretta alla popolazione,  ma la nuova legge impone che si utilizzino le risorse esclusivamente per l’implementazione di servizi a favore della comunità”.

“In questo modo – conclude il sindaco di Trecate – dovendoci adeguare alla nuova normativa imposta dallo Stato, è pur vero che non vi è più un beneficio economico diretto per i patentati, ma si potranno sostenere attività e servizi a favore di tutti i cittadini presenti sul territorio, indipendentemente dal possesso della patente di guida”.

l.c.

Continua la lettura di Bonus idrocarburi: cosa è cambiato sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/bonus-idrocarburi-cosa-e-cambiato/feed/ 0
Dall’incubatoio parte il rilancio della pesca nel lago Maggiore http://corrieredinovara.com/attualita/dallincubatoio-parte-il-rilancio-della-pesca-nel-lago-maggiore/ http://corrieredinovara.com/attualita/dallincubatoio-parte-il-rilancio-della-pesca-nel-lago-maggiore/#respond Fri, 18 May 2018 16:44:32 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62504 Un impianto all’avanguardia per creare l’ambiente adatto ad ospitare i “baby pesci” di persici e lavarelli: ecco l’idea dell’incubatoio ittico, portata avanti da più di un anno, per favorire il ripopolamento del lago Maggiore e riprendere l’attività di pesca sul lago. A renderlo noto è Coldiretti Impresa Pesca, che ha sostenuto la realizzazione di quest’impianto […]

Continua la lettura di Dall’incubatoio parte il rilancio della pesca nel lago Maggiore sul portale Corriere di Novara.

]]>
Un impianto all’avanguardia per creare l’ambiente adatto ad ospitare i “baby pesci” di persici e lavarelli: ecco l’idea dell’incubatoio ittico, portata avanti da più di un anno, per favorire il ripopolamento del lago Maggiore e riprendere l’attività di pesca sul lago. A renderlo noto è Coldiretti Impresa Pesca, che ha sostenuto la realizzazione di quest’impianto per tutelare le attività dei pescatori locali, pescatori passati da 150 a poche decine negli ultimi anni.

Incubatoio ittico, un impianto all’avanguardia

Il vivaio di avannotti, su idea dalla Cooperativa Pescatori Golfo di Solcio, è stato ricavato in locali attrezzati in tre arcate sottostanti la statale del Sempione, concessi in comodato per vent’anni dal Comune di Lesa. Proprio lì si stanno per schiudere 200 mila uova certificate di trota fario. Al momento le uova sono in incubazione nelle bottiglie di Zug, ampolle che riproducono condizioni di “acqua corrente” collegate alle vasche della nursery, ma saranno a breve rilasciate tra il Toce, l’Erno e il San Bernardino.

“L’incubatoio – afferma la responsabile di Coldiretti Impresa Pesca, Daniela Borriello –  è una soluzione ricercata per evitare di perdere il pesce di lago, preservare e salvaguardare l’ecosistema e valorizzare l’antico mestiere del pescatore di lago. Il progetto è stato fortemente sostenuto dai soci e dalle istituzioni piemontesi, in quanto si è ritenuto fondamentale un intervento come questo per avere sempre a disposizione pesce italiano, tracciabile e di qualità garantita, e, inoltre, per non perdere le nostre radici in quanto a mestieri e territorio.”

Obiettivi: ripopolamento del lago e tutela della pesca

“Il ripopolamento del lago – afferma il delegato confederale Bruno Rivarossa – risponde ad un’esigenza non solo locale ma nazionale: i pescatori del lago Maggiore erano una realtà storica considerevole che metteva a disposizione del mercato un prodotto d’eccellenza, simbolo distintivo del territorio. Siamo sicuri che grazie a questa formula il lago tornerà ben presto a vivere”.

Il taglio del nastro dell’incubatoio di Solcio si svolgerà domani (sabato 19) alle ore 11; a seguire degustazione a base di pesce locale, fornito dalla Cooperativa Pescatori Golfo di Solcio.

Pesce di lago “parte integrante del paniere agroalimentare del territorio”

“Il pesce di lago è parte integrante di un paniere agroalimentare che sul territorio è amplissimo e trova nell’agricoltura e nella pesca del territorio la sua grande completezza”, afferma Sara Baudo, presidente della Coldiretti interprovinciale di Novara-Vco. “Importante è dunque la presenza del pesce del lago Maggiore sul territorio e, in particolare, la sua valorizzazione, come già avviene, all’interno della rete di Campagna Amica e dei suoi AgriMercati sul territorio, dove i consumatori possono vivere in prima persona questa straordinaria realtà ittica e rurale”.

l.c.

Continua la lettura di Dall’incubatoio parte il rilancio della pesca nel lago Maggiore sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/dallincubatoio-parte-il-rilancio-della-pesca-nel-lago-maggiore/feed/ 0
Controlli antidroga, vigili sul territorio http://corrieredinovara.com/attualita/controlli-antidroga-vigili-sul-territorio/ http://corrieredinovara.com/attualita/controlli-antidroga-vigili-sul-territorio/#respond Fri, 18 May 2018 16:26:03 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62503 Servizio di controllo del territorio per il contrasto di comportamenti contrari al decoro urbano e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Mercoledì pomeriggio sono state impegnate quattro pattuglie di agenti del comando di Polizia locale, cordinate dal  comandante Pietro Di Troia. A dar loro supporto c’erano due unità cinofili della Polizia Locale di Vigevano, specializzate in […]

Continua la lettura di Controlli antidroga, vigili sul territorio sul portale Corriere di Novara.

]]>
Servizio di controllo del territorio per il contrasto di comportamenti contrari al decoro urbano e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Mercoledì pomeriggio sono state impegnate quattro pattuglie di agenti del comando di Polizia locale, cordinate dal  comandante Pietro Di Troia. A dar loro supporto c’erano due unità cinofili della Polizia Locale di Vigevano, specializzate in attività antidroga.

Controlli antidroga in numerose zone cittadine

Numerose le zone cittadine interessate dai controlli: l’allea San Luca e via IV Novembre con la zona retrostante al monumento ai caduti; il parco del Valentino; piazza Garibaldi. Poi l’interno, il sottopasso, i marciapiedi e i binari della stazione ferroviaria (con l’assistenza di alcuni agenti della Polizia ferroviaria), il parco di via Pernati, il parco Giubertoni e la zona di corso Trieste, in prossimità del Centro Ipazia.

Identificate venti persone

«Sono state identificate venti persone tra italiani e stranieri – riferisce Di Troia – . Una di queste, trovata in possesso di una piccola quantità di hashish, verrà segnalata all’autorità prefettizia. Due persone sono state sanzionate per violazione delle ordinanze sul consumo di alcolici nelle aree verdi e altre tre per bivacco nei giardini di piazza Garibaldi». Nella stessa piazza i vigili hanno anche soccorso un senzatetto colto da malore, allertando il 118. «Una cittadina extracomunitaria, sprovvista di biglietto durante il controllo del personale di Sun, è risultata destinataria di un decreto di espulsione emesso dalla Questura di Vercelli. La donna è stata piantonata per tutta la notte dagli agenti della Polizia locale e in giornata gli agenti della Polizia di Stato hanno provveduto a far eseguire il rimpatrio».

ari.mar.

 

Continua la lettura di Controlli antidroga, vigili sul territorio sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/attualita/controlli-antidroga-vigili-sul-territorio/feed/ 0
“Junior day”, i bambini puliscono il parco http://corrieredinovara.com/economia/junior-day-i-bambini-puliscono-il-parco/ http://corrieredinovara.com/economia/junior-day-i-bambini-puliscono-il-parco/#comments Fri, 18 May 2018 16:05:59 +0000 http://corrieredinovara.com/?p=62499 Sono stati circa un centinaio i bambini delle scuole primarie novaresi che si sono ritrovati al parco delle Betulle per il “Junior day”. Protagonisti gli alunni delle scuole “Maria Ausiliatrice”, “San Vincenzo”, “Buscaglia”, “Coppino”, “De Amicis”, “Calvino”, “Levi” e “Bollini”. “Junior day” a tutela dell’ambiente «L’iniziativa didattica di tutela dell’ambiente è stata il primo appuntamento […]

Continua la lettura di “Junior day”, i bambini puliscono il parco sul portale Corriere di Novara.

]]>
Sono stati circa un centinaio i bambini delle scuole primarie novaresi che si sono ritrovati al parco delle Betulle per il “Junior day”. Protagonisti gli alunni delle scuole “Maria Ausiliatrice”, “San Vincenzo”, “Buscaglia”, “Coppino”, “De Amicis”, “Calvino”, “Levi” e “Bollini”.

“Junior day” a tutela dell’ambiente

«L’iniziativa didattica di tutela dell’ambiente è stata il primo appuntamento di “Boom – Il festival dei bambini”, in programma per questo fine settimana», spiega l’assessore all’Istruzione ed Educazione Angelo Sante Bongo che ha partecipato alle operazioni di pulizia del parco con il personale dei Servizi educativi del Comune. «L’iniziativa – prosegue l’assessore – è stata resa possibile dalla collaborazione di Assa, che ha assistito i piccoli operatori ecologici e che ha fornito loro il materiale e gli attrezzi per poter lavorare e preparare il parco per la “Festa della famiglia” di domenica, giornata concusiva di “Boom”.  Il “Junior day” è tra l’altro inserito nel ciclo “Giornate insubriche del verde pulito” patrocinate dalla Provincia di Novara».

ari.mar.

 

Continua la lettura di “Junior day”, i bambini puliscono il parco sul portale Corriere di Novara.

]]>
http://corrieredinovara.com/economia/junior-day-i-bambini-puliscono-il-parco/feed/ 1