TRECATE – “Nelle ultime settimane molti trecatesi ci hanno purtroppo segnalato numerose rapine, aggressioni e furti in abitazione”. A rivelarlo sono Federico Binatti e Giovanni Varone, consiglieri di minoranza del Nuovo CentroDestra.

“Il numero dei delitti compiuti a Trecate – sostengono i due consiglieri – è infatti in costante aumento negli ultimi tre anni e si è passati da 946 nel 2011 a 963 nel 2012 fino a 1009 nel 2013. Il totale dei furti registra un altro aumento, sono passati da 399 nel 2012 a 477 del 2013. Le 12 rapine del 2013 rappresentano addirittura un dato superiore a quello di altri comuni della provincia di Novara. La nostra città non è affatto un’isola felice, anzi necessita di politiche per la sicurezza incisive e immediate e abbiamo deciso così di essere promotori di una politica fattiva di sicurezza e non fatta da soli proclami e apparenze, costituendo il Comitato “Trecate Città Sicura””.

 

TRECATE – “Nelle ultime settimane molti trecatesi ci hanno purtroppo segnalato numerose rapine, aggressioni e furti in abitazione”. A rivelarlo sono Federico Binatti e Giovanni Varone, consiglieri di minoranza del Nuovo CentroDestra.

“Il numero dei delitti compiuti a Trecate – sostengono i due consiglieri – è infatti in costante aumento negli ultimi tre anni e si è passati da 946 nel 2011 a 963 nel 2012 fino a 1009 nel 2013. Il totale dei furti registra un altro aumento, sono passati da 399 nel 2012 a 477 del 2013. Le 12 rapine del 2013 rappresentano addirittura un dato superiore a quello di altri comuni della provincia di Novara. La nostra città non è affatto un’isola felice, anzi necessita di politiche per la sicurezza incisive e immediate e abbiamo deciso così di essere promotori di una politica fattiva di sicurezza e non fatta da soli proclami e apparenze, costituendo il Comitato “Trecate Città Sicura””.

Leggi anche:  Consiglio comunale dei ragazzi, mille euro alla scuola media di Vespolate

“Riteniamo doveroso – continuano Binatti e Varone – mettere da parte le bandiere politiche e costituire un Comitato per dare voce alla sacrosanta protesta di migliaia di trecatesi che ci hanno contattato in questi giorni e che intendono impegnarsi in prima persona. Il comitato sarà aperto a tutti senza inutili divisioni politiche o partitiche. Abbiamo il dovere di lavorare insieme per il bene e la sicurezza della nostra città. Siamo pronti ad ascoltare consigli, proposte o suggerimenti e nelle prossime ore comunicheremo la data e il luogo per la prima riunione ufficiale del comitato. Abbiamo già alcune idee, ma ovviamente confrontandoci in modo sereno potremo sviluppare nuovi progetti”.

mo.c.