NOVARA – Il percorso dei tavoli tematici messo in campo dal Pd in vista delle prossime elezioni amministrative sta per concludersi. Un mese e mezzo dopo la presentazione dello scorso 14 febbraio, infatti, tutti i protagonisti dell’iniziativa  “Novara21” si ritroveranno alla Sala Borsa di piazza Martiri per l’evento di restituzione di un intenso percorso di confronto sulla governance futura della città. All’appuntamento, organizzato per domenica 3 aprile, dalle 10,30, parteciperà Debora Serracchiani, vice segretaria del Partito democratico e presidente della Regione Friuli Venezia Giulia. La giornata di studio verterà sulla politica intesa come amministrazione. Con lo stesso spirito, i coordinatori dei 21 tavoli civici riporteranno la sintesi dei lavori al candidato sindaco del Partito democratico e del Centrosinistra, Andrea Ballaré.  

Sarà l’occasione per presentare stimoli, soluzioni e analisi, ma anche progetti mirati, determinati nel corso di oltre 50 incontri, per un totale che supera le 500 presenze. 

Un patrimonio di idee raccolto non solo dagli iscritti e dai simpatizzanti del Pd, ma frutto della disponibilità di tutta la società civile: dai rappresentati delle associazioni di categoria a quelli delle partecipate, dai soggetti per la promozione del territorio alle associazioni che, a vario titolo, contribuiscono al benessere della comunità. Una partecipazione a 360 gradi, libera da preconcetti e votata alla trasparenza, che ha già coinvolto la cittadinanza a fronte di oltre 20mila interazioni su facebook.

Un riscontro tale da convincere i coordinatori dei tavoli tematici a proseguire nel percorso di confronto, programmando anche per le prossime settimane ulteriori incontri aperti, suddivisi secondo le cinque macro aree:

1. Sviluppo economico e lavoro. La città che guarda al futuro: crescita, sviluppo e lavoro.

2. Progetto di città e rigenerazione urbana. La nuova identità dei luoghi urbani, la Rigenerazione urbana, la carta d’identità della città.

3. Mobilità, trasporti e ambiente. Sostenibilità, sicurezza, vivibilità degli spazi urbani, verde pubblico, miglioramento e salvaguardia dell’ambiente.

4. Servizi al cittadino, Città della Salute e politiche sociali. La città si prende cura dei cittadini: politiche sociali per famiglie e stranieri, la casa, la Città della salute.

5. Politiche giovanili, cultura, sport, scuola e università. Nuovi percorsi per i beni culturali, promozione della città, sostegno alla creatività giovanile, Novara è sport, la scuola: una “casa” aperta a tutti.

s.d.

Leggi anche:  Fauser, giovani manager crescono

NOVARA – Il percorso dei tavoli tematici messo in campo dal Pd in vista delle prossime elezioni amministrative sta per concludersi. Un mese e mezzo dopo la presentazione dello scorso 14 febbraio, infatti, tutti i protagonisti dell’iniziativa  “Novara21” si ritroveranno alla Sala Borsa di piazza Martiri per l’evento di restituzione di un intenso percorso di confronto sulla governance futura della città. All’appuntamento, organizzato per domenica 3 aprile, dalle 10,30, parteciperà Debora Serracchiani, vice segretaria del Partito democratico e presidente della Regione Friuli Venezia Giulia. La giornata di studio verterà sulla politica intesa come amministrazione. Con lo stesso spirito, i coordinatori dei 21 tavoli civici riporteranno la sintesi dei lavori al candidato sindaco del Partito democratico e del Centrosinistra, Andrea Ballaré.  

Sarà l’occasione per presentare stimoli, soluzioni e analisi, ma anche progetti mirati, determinati nel corso di oltre 50 incontri, per un totale che supera le 500 presenze. 

Un patrimonio di idee raccolto non solo dagli iscritti e dai simpatizzanti del Pd, ma frutto della disponibilità di tutta la società civile: dai rappresentati delle associazioni di categoria a quelli delle partecipate, dai soggetti per la promozione del territorio alle associazioni che, a vario titolo, contribuiscono al benessere della comunità. Una partecipazione a 360 gradi, libera da preconcetti e votata alla trasparenza, che ha già coinvolto la cittadinanza a fronte di oltre 20mila interazioni su facebook.

Un riscontro tale da convincere i coordinatori dei tavoli tematici a proseguire nel percorso di confronto, programmando anche per le prossime settimane ulteriori incontri aperti, suddivisi secondo le cinque macro aree:

1. Sviluppo economico e lavoro. La città che guarda al futuro: crescita, sviluppo e lavoro.

2. Progetto di città e rigenerazione urbana. La nuova identità dei luoghi urbani, la Rigenerazione urbana, la carta d’identità della città.

3. Mobilità, trasporti e ambiente. Sostenibilità, sicurezza, vivibilità degli spazi urbani, verde pubblico, miglioramento e salvaguardia dell’ambiente.

4. Servizi al cittadino, Città della Salute e politiche sociali. La città si prende cura dei cittadini: politiche sociali per famiglie e stranieri, la casa, la Città della salute.

5. Politiche giovanili, cultura, sport, scuola e università. Nuovi percorsi per i beni culturali, promozione della città, sostegno alla creatività giovanile, Novara è sport, la scuola: una “casa” aperta a tutti.

s.d.