NOVARA – «Anima e orgoglio!». Questo l’invito lanciato dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti ieri ai militanti novaresi del Pd. Il ministro Pinotti era in città per due appuntamenti. Prima, presso la sede della Fondazione Novara Sviluppo ha incontrato i rappresentanti del mondo delle start up, dell’università, della ricerca e delle piccole medie imprese ad alto contenuto tecnologico e innovativo. Successivamente si è spostata presso la sede Pd in via Alcarotti dove ha incontrato militanti e cittadini.

Nel pomeriggio di giovedì era arrivato in città anche il segretario nazionale di CasaPound Simone di Stefano. Nell’occasione c’è stato uno spiegamento delle forze dell’ordine nella zona della stazione, ma per fortuna nessun incidente e Di Stefano ha potuto parlare all’hotel Cavour ai numerosi mlitanti e simpatizzanti venuti ad ascoltarlo insieme ai due candidati locali Simone Gaiera e Roberto Milan. 

Luca Mattioli 

Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola 

NOVARA – «Anima e orgoglio!». Questo l’invito lanciato dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti ieri ai militanti novaresi del Pd. Il ministro Pinotti era in città per due appuntamenti. Prima, presso la sede della Fondazione Novara Sviluppo ha incontrato i rappresentanti del mondo delle start up, dell’università, della ricerca e delle piccole medie imprese ad alto contenuto tecnologico e innovativo. Successivamente si è spostata presso la sede Pd in via Alcarotti dove ha incontrato militanti e cittadini.

Leggi anche:  Interreg ChemMultimodal, la Provincia di Novara a Milano all'incontro con gli altri partner del progetto europeo

Nel pomeriggio di giovedì era arrivato in città anche il segretario nazionale di CasaPound Simone di Stefano. Nell’occasione c’è stato uno spiegamento delle forze dell’ordine nella zona della stazione, ma per fortuna nessun incidente e Di Stefano ha potuto parlare all’hotel Cavour ai numerosi mlitanti e simpatizzanti venuti ad ascoltarlo insieme ai due candidati locali Simone Gaiera e Roberto Milan. 

Luca Mattioli 

Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola