Voci di Donna, ultimi incontri per il festival di letteratura al femminil. Attese a Novara Simona Atzori, Paola Maugeri e Daria Bignardi.

Voci di Donna, ultimi incontri per il festival di letteratura al femminile

Ultimi sussulti per la rassegna “Voci di donna”. Il festival di letteratura al femminile, promosso da Libreria Lazzarelli e Circolo dei lettori con il sostegno del Comune di Novara, propone due giorni molto intensi. Si parte domani, martedì 27 marzo, alle 18 nell’aula magna della Scuola di Medicina dell’Università del Piemonte Orientale (via Solaroli 17) con Simona Atzori e “La strada nuova” (Giunti). Nel suo nuovo libro racconta il percorso eccezionale che l’ha portata a scoprire le sue potenzialità e ad accettare i propri limiti. Pur priva delle braccia dalla nascita, si è affermata a livello internazionale come pittrice e ballerina. «Una strada nuova, un cammino in quattro fasi, tra preparativi, partenza, transito e arrivo, che voglio condividere idealmente con i lettori – ci ha spiegato al telefono – All’origine c’è una scelta, una scelta consapevole e quello che chiedo ai lettori è di viaggiare con me».

La voce rock di Paola Maugeri

voci di donna paola maugeri
Paola Maugeri

Mercoledì 28 marzo anche una “Voce rock” nella rassegna letteraria: quella di Paola Maugeri con “Rock and resilienza” (Mondadori). Alle 18 al Circolo dei lettori, negli spazi del Broletto, in dialogo con Lara Giorcelli. Nella sua lunga carriera ha incontrato e intervistato più di 1.300 artisti. Nel libro racconta come questi personaggi, idolatrati e ammirati in tutto il mondo, non siano semidei moderni ma persone normali che cercano nella musica la forza per ottenere risultati straordinari, spesso sfidando i propri limiti. Una scommessa che hanno vinto superando le prove che la vita ci sottopone, trasformando la fatica e il dolore in energia positiva.

Leggi anche:  Telefono Azzurro, in piazza contro gli abusi

Chiusura in bellezza con Daria Bignardi

Sul festival calerà il sipario mercoledì 28 marzo: alle 21 nell’aula magna della Scuola di Medicina dell’Upo la straordinaria voce di Daria Bignardi, già ospite nelle scorse edizioni della rassegna e oggi in libreria con “Storia della mia ansia “(Mondadori). In dialogo con Alessandro Barbaglia la scrittrice e giornalista ferrarese sarà protagonista con una storia originale per “Voce di vita”. L’ansia si trasforma in elemento positivo che permette di carburare e raggiungere l’obiettivo. Al centro un’emozione che colpisce milioni di persone e che, nel romanzo, è descritta in prima persona. Nella vita di Lea irrompono la malattia e nuovi incontri che lei accoglie con curiosità, quasi allegria. Nessuno è più di buonumore di un ansioso, di un depresso o di uno scrittore, quando succede qualcosa di grosso. Tutti gli incontri sono a ingresso libero.
Eleonora Groppetti