Turismo nel Novarese, nel 2017 si sono registrati dati in forte aumento sia per gli arrivi sia per le presenze.I dati sono stati illustrati questa mattina a Palazzo Natta.

Turismo nel Novarese, quasi 20.000 i posti letto

I dati sui flussi turistici in Provincia di Novara nel 2017 sono stati presentati questa mattina a Palazzo Natta. Le strutture ricettive del territorio, suddivise in alberghiere ed extra-alberghiere, variano da alberghi e residence ad agriturismi, da bed & breakfast a campeggi e villaggi turistici. La Provincia di Novara complessivamente offre 19.098 posti letto all’interno di 372 strutture.
Le strutture appartenenti al settore alberghiero rappresentano poco meno di un terzo dell’intera offerta ricettiva pari a 110 esercizi e 6.710 posti letto, la suddivisione è del 35% dei posti letto totali, contro il 65% rappresentato dalle strutture extra alberghiere. Il maggior numero di strutture alberghiere è composto da alberghi a tre e quattro stelle, 69,% del settore, mentre le strutture extra alberghiere più presenti sono bed & breakfast 49%, affittacamere e agriturismi 30% (sebbene i campeggi offrano un maggior numero di posti letto 83% del settore).

Cresce il numero delle strutture extra alberghiere

L’offerta turistica negli ultimi cinque anni è costantemente aumentata. L’aumento significativo delle strutture extra alberghiere ha ampiamente compensato la chiusura di alcuni alberghi. Gli hotel sono passati da 116 del 2015 a 110 nel 2017, le strutture extra-alberghiere sono passate da 189 nel 2013 a 262 nel 2017. Per quanto riguarda la localizzazione delle strutture esistono tre macro-aree di riferimento. Il bacino Lago d’Orta è caratterizzato da un rilevante numero di esercizi extra alberghieri e 4.588 posti letto totali. Il bacino Lago Maggiore presenta l’offerta turistica maggiormente variegata con il maggior numero di campeggi e villaggi turistici e un’offerta di posti letto pari al 74% del bacino. Infine il bacino Atl di Novara, che continua a rappresentare l’offerta alberghiera maggiormente significativa con 53 strutture ricettive e 3.170 posti letto, pari al 71,5% del totale dell’offerta.

Dal 2013 al 2017 arrivi in aumento del 25%

I flussi turistici della Provincia provengono essenzialmente dal comparto alberghiero, infatti gli arrivi nel settore alberghiero (327.526) rispetto al totale generale (448.133) sono il 73% e i pernottamenti del Settore Alberghiero (747.291) rispetto al totale (1.219.208) sono il 61%. Il confronto dei dati rilevati nelle strutture ricettive della Provincia di Novara, negli anni dal 2013 al 2017 evidenzia che i pernottamenti sono in aumento, raggiungendo un incremento di quasi il 30%, anche gli arrivi hanno ripreso ad aumentare fino a raggiungere il 25%, superando la quota raggiunta in occasione di Expo 2015. Il totale delle presenze nel 2013 ammontava a 938.105 presenze (circa la metà italiani e metà stranieri); nel 2017 le presenze registrate sono state 1.219.208 con 578.509 italiani e 640.699 stranieri.

Leggi anche:  Baustelle in concerto al Phenomenon

Tanti turisti da Piemonte, Lombardia, Germania, Francia e Svizzera

Le Regioni che in assoluto portano un maggiore flusso di turisti sono il Piemonte e la Lombardia. Seguono Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Toscana e Liguria. L’area della Provincia interessata da un maggior numero di arrivi è il bacino del Novarese. I turisti europei che maggiormente hanno scelto il Novarese provengono, in ordine, da Germania, Francia, Svizzera, Paesi Bassi e Regno Unito. Gli arrivi dei turisti europei sono in costante aumento, solo il regno Unito è in leggero calo che viene abbondantemente compensato dagli altri paesi europei. Anche i pernottamenti sono complessivamente aumentati. I turisti provenienti da Paesi Bassi e la Germania fanno vacanze più lunghe nella nostra provincia. Ciò è dovuto principalmente alla scelta di soggiorno nei campeggi e villaggi turistici. Tutti i Paesi considerati prediligono come meta la zona dei laghi. I turisti tedeschi e olandesi preferiscono l’area del Lago Maggiore, gli inglesi quella del Lago d’Orta. Francesi e svizzeri si distribuiscono in modo omogeneo su tutte le zone, compreso il bacino dell’ATL di Novara.

Gli Stati Uniti guidano la classifica dei paesi extra europei di provenienza

I Paesi extra-europei da cui provengono più turisti sono in ordine: Stati Uniti, Brasile, Israele, Australia e Cina. Il Brasile e la Cina, che fanno parte dei cosiddetti BRIC, i Paesi emergenti in crescita economica, sono da tenere in grande considerazione. Questo per la possibilità di creare scambi commerciali di prodotti turistici di lusso.
Per l’anno 2017, gli arrivi dei turisti extraeuropei nella Provincia di Novara, vedono il Brasile e gli Stati Uniti ai primi posti. L’area maggiormente visitata dai brasiliani è il Bacino turistico del Lago Maggiore, mentre gli americani si suddividono in tutto il territorio. L’Australia è il Paese che registra un tasso medio di permanenza migliore. Per tutti e 5 i Paesi extraeuropei la destinazione prevalente è rappresentata dalle strutture alberghiere.

v.s.