In regalo con il Corriere di Novara le stampe storiche della città. Dal 15 marzo ogni giovedì per 12 settimane con il giornale in edicola potrai trovare le cartoline che rappresentano la Novara che non c’è più.

In regalo con il Corriere di Novara le stampe storiche della città

Le 12 cartoline raffigurano scorci di Novara di fine Ottocento e dei primi del Novecento non ancora sviluppatasi al di fuori dei Baluardi. Valga come esempio la prima immagine che sarà allegata al Corriere: lungo l’attuale viale Manzoni è tutta campagna e al posto del cavalcavia di Sant’Agabio c’è il passaggio a livello tra corso Milano e l’attuale largo Pastore con corso Cavallotti sullo sfondo.

Curiosità d’epoca

Le successive foto regaleranno altre curiosità d’epoca. La stazione ferroviaria coperta come la centrale di Milano, Casa Bossi vista da sotto il Baluardo dove vi sono prati e bacini d’acqua, il santuario della Madonna del Bosco prima della ricostruzione moderna, piazza Cavour con i portici spariti e tante altre che i lettori scopriranno.