NOVARA – Sarà un’edizione con un programma di grande impatto, la settima per il Festival letterario al femminile di Novara “Voci di donna” che, come già annunciato, inizierà lunedì 5 marzo, alle 17 al Castello di Novara con Sofia Viscardi. La giovane youtuber milanese amatissima dai suoi follower presenterà il suo nuovo libro dal titolo “Abbastanza” (Mondadori). La kermesse organizzata da Libreria Lazzarelli e Circolo dei lettori con il sostegno del Comune di Novara, proseguirà il lunedì successivo, 12 marzo, alle 18.30, al Circolo dei lettori con Clara Sanchez e il suo romanzo “L’amante silenzioso” (Garzanti). Mercoledì 14 marzo, alle 18, Andrea Marcolongo e “La misura eroica” (Mondadori) mentre venerdì 16 marzo alle 21, al Piccolo Coccia il pubblico potrà incontrare Roberta Bellesini Faletti che si “farà voce” del compagno di sempre, Giorgio Faletti, attraverso l’opera a cui lo scrittore ha lavorato fino all’ultimo, intitolata “L’ultimo giorno di sole” (Baldini&Castoldi). Sabato 17 marzo alle 18, il Festival procede con l’incontro con Antonella Lattanzi e il suo noir “Una storia nera” (Mondadori) mentre, la domenica 18 marzo alle 17 sempre al Circolo dei lettori sarà la volta della “voce fuori dal coro” del giornalista Alessandro Milan e il suo “Mi vivi dentro” (DeA Planeta). Non ci si ferma e lunedì 19 marzo alle 18.30 arriva Ilaria Bernardini a presentare il nuovissimo “Faremo foresta” (Mondadori). Mercoledì 21 marzo alle 18 si potranno ascoltare le due voci di Laura Martinetti e Manuela Perugini con “Nient’altro al mondo” (Garzanti). Due voci a confronto saranno anche quelle di Camilla Dell’Orto Necchi (“Dopo, tutto è più dolce” – Piemme) e Nicoletta Sipos (“La promessa del tramonto” – Garzanti) che si potranno ascoltare sabato 24 marzo alle 18 mentre martedì 27 marzo alle 18 protagonista sarà Simona Atzori (nella foto) con “La strada nuova” (Giunti). Mercoledì 28 marzo, doppio appuntamento: alle 18 Paola Maugeri con “Rock and resilienza” (Mondadori) mentre a chiudere la settima edizione del Festival sarà alle 21 presso l’Aula Magna della Scuola di Medicina dell’Università del Piemonte Orientale (via Solaroli, 17), la straordinaria voce di Daria Bignardi, già ospite nelle scorse edizioni del Festival e, oggi, in libreria con “Storia della mia ansia” (Mondadori). Dove non diversamente specificato gli incontri si svolgono al Circolo dei lettori al Broletto di Novara. 
Per la prima volta, il Festival “Voci di donna” affianca un progetto solidale. L’edizione 2018 della manifestazione, infatti, sostiene e condivide le finalità del Fondo per la Dignità e la Libertà di ogni donna, costituito presso la Fondazione Comunità Novarese Onlus. Il Fondo, costituito nel 2014, promuove progetti a favore di donne vittime di violenza di genere, domestica, tratta, sfruttamento, mafia e, in generale donne in difficoltà. I progetti possono essere finalizzati al sostegno psicologico ma anche all’inserimento lavorativo attraverso tirocini formativi, borse lavoro o voucher e al supporto psicologico, scolastico e lavorativo degli orfani di femminicidio. Il Festival “Voci di donna” consiglia, inoltre, come appuntamenti “Off”, due spettacoli in programma al Teatro Coccia di Novara, interpretati da due “voci femminili” dello spettacolo italiano. La prima è quella di Geppi Cucciari che, mercoledì 7 marzo alle 21, al Teatro Coccia, porterà in scena “Perfetta”, con testi e regia di Mattia Torre; un monologo che racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Una donna che conduce una vita regolare, scandita da abitudini che si ripetono ogni giorno, e che come tutti noi lotta nel mondo. Il secondo spettacolo è “Miss Marple, giochi di prestigio”, interpretato da Maria Amelia Monti e in scena sabato 17 marzo alle 21 e domenica 18 marzo alle 16 al Teatro Coccia di Novara. Miss Marple – la più famosa detective di Agatha Christie – sale per la prima volta su un palcoscenico in Italia e lo fa con la simpatia di Maria Amelia Monti. 
v.s.

NOVARA – Sarà un’edizione con un programma di grande impatto, la settima per il Festival letterario al femminile di Novara “Voci di donna” che, come già annunciato, inizierà lunedì 5 marzo, alle 17 al Castello di Novara con Sofia Viscardi. La giovane youtuber milanese amatissima dai suoi follower presenterà il suo nuovo libro dal titolo “Abbastanza” (Mondadori). La kermesse organizzata da Libreria Lazzarelli e Circolo dei lettori con il sostegno del Comune di Novara, proseguirà il lunedì successivo, 12 marzo, alle 18.30, al Circolo dei lettori con Clara Sanchez e il suo romanzo “L’amante silenzioso” (Garzanti). Mercoledì 14 marzo, alle 18, Andrea Marcolongo e “La misura eroica” (Mondadori) mentre venerdì 16 marzo alle 21, al Piccolo Coccia il pubblico potrà incontrare Roberta Bellesini Faletti che si “farà voce” del compagno di sempre, Giorgio Faletti, attraverso l’opera a cui lo scrittore ha lavorato fino all’ultimo, intitolata “L’ultimo giorno di sole” (Baldini&Castoldi). Sabato 17 marzo alle 18, il Festival procede con l’incontro con Antonella Lattanzi e il suo noir “Una storia nera” (Mondadori) mentre, la domenica 18 marzo alle 17 sempre al Circolo dei lettori sarà la volta della “voce fuori dal coro” del giornalista Alessandro Milan e il suo “Mi vivi dentro” (DeA Planeta). Non ci si ferma e lunedì 19 marzo alle 18.30 arriva Ilaria Bernardini a presentare il nuovissimo “Faremo foresta” (Mondadori). Mercoledì 21 marzo alle 18 si potranno ascoltare le due voci di Laura Martinetti e Manuela Perugini con “Nient’altro al mondo” (Garzanti). Due voci a confronto saranno anche quelle di Camilla Dell’Orto Necchi (“Dopo, tutto è più dolce” – Piemme) e Nicoletta Sipos (“La promessa del tramonto” – Garzanti) che si potranno ascoltare sabato 24 marzo alle 18 mentre martedì 27 marzo alle 18 protagonista sarà Simona Atzori (nella foto) con “La strada nuova” (Giunti). Mercoledì 28 marzo, doppio appuntamento: alle 18 Paola Maugeri con “Rock and resilienza” (Mondadori) mentre a chiudere la settima edizione del Festival sarà alle 21 presso l’Aula Magna della Scuola di Medicina dell’Università del Piemonte Orientale (via Solaroli, 17), la straordinaria voce di Daria Bignardi, già ospite nelle scorse edizioni del Festival e, oggi, in libreria con “Storia della mia ansia” (Mondadori). Dove non diversamente specificato gli incontri si svolgono al Circolo dei lettori al Broletto di Novara. 
Per la prima volta, il Festival “Voci di donna” affianca un progetto solidale. L’edizione 2018 della manifestazione, infatti, sostiene e condivide le finalità del Fondo per la Dignità e la Libertà di ogni donna, costituito presso la Fondazione Comunità Novarese Onlus. Il Fondo, costituito nel 2014, promuove progetti a favore di donne vittime di violenza di genere, domestica, tratta, sfruttamento, mafia e, in generale donne in difficoltà. I progetti possono essere finalizzati al sostegno psicologico ma anche all’inserimento lavorativo attraverso tirocini formativi, borse lavoro o voucher e al supporto psicologico, scolastico e lavorativo degli orfani di femminicidio. Il Festival “Voci di donna” consiglia, inoltre, come appuntamenti “Off”, due spettacoli in programma al Teatro Coccia di Novara, interpretati da due “voci femminili” dello spettacolo italiano. La prima è quella di Geppi Cucciari che, mercoledì 7 marzo alle 21, al Teatro Coccia, porterà in scena “Perfetta”, con testi e regia di Mattia Torre; un monologo che racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Una donna che conduce una vita regolare, scandita da abitudini che si ripetono ogni giorno, e che come tutti noi lotta nel mondo. Il secondo spettacolo è “Miss Marple, giochi di prestigio”, interpretato da Maria Amelia Monti e in scena sabato 17 marzo alle 21 e domenica 18 marzo alle 16 al Teatro Coccia di Novara. Miss Marple – la più famosa detective di Agatha Christie – sale per la prima volta su un palcoscenico in Italia e lo fa con la simpatia di Maria Amelia Monti. 
v.s.