NOVARA, The Wicked gift, primo progetto cinematografico di Roberto D’Antona, apprezzato e pluripremiato giovane attore/regista indipendente, sarà al cinema dal 5 aprile.

Un prodotto interamente girato nelle province di Novara (in particolare a Bellinzago Novarese e a Oleggio), Vercelli, Milano e Varese. Al centro del film horror/thriller di D’Antona, insonnia, paura e terrore. Il film è prodotto da Movie Planet Group in collaborazione con L/D Production e arriverà ufficialmente nelle sale italiane il 5 aprile. La pellicola, che avrebbe dovuto inizialmente sbarcare al cinema il 6 dicembre scorso e che era stata rimandata per motivi non dipendenti dalla volontà di produzione e distribuzione, ha ora una data ufficiale per il pubblico italiano.

“Siamo pronti per sbarcare nelle sale – conferma il regista Roberto D’Antona, che della pellicola è anche il protagonista principale – e mi auguro che The Wicked Gift piacerà al pubblico italiano e, in particolare, agli amanti di thriller psicologici/Soprannaturali.”. Il film è stato proiettato in anteprima nazionale al Fantafestival di Roma, dove ha registrato un buon successo di pubblico e critica. “Siamo veramente felici e soddisfatti del nostro film – commenta Annamaria Lorusso, attrice e co-produttrice novarese insieme ad Alessandro Rossi e D’Antona del film – soprattutto perché si tratta di una pellicola indipendente, nata dal basso e totalmente finanziata e prodotta da MoviePlanet Group in collaborazione con L/D Production. Un traguardo fondamentale per la nostra crescita professionale e mi auguro per il cinema di genere italiano”.

Dopo la proiezione nelle sale, film troverà distribuzione in Home Video e Digital grazie a CG Entertainment per l’Italia e a MonteCristo International per il mercato internazionale. Il film indaga il rapporto tra la realtà, il sogno e le paure nate dal passato, con incursioni nel cinema di fantasmi. Possono gli incubi del giovane protagonista avere ripercussioni orribili su chi vive accanto a lui? Quelli che emergono dal suo subconscio sono solo fantasmi del passato o c’è qualcosa di più terribile in agguato? Per scoprirlo, non resta che attendere il 5 aprile.

mo.c.


NOVARA, The Wicked gift, primo progetto cinematografico di Roberto D’Antona, apprezzato e pluripremiato giovane attore/regista indipendente, sarà al cinema dal 5 aprile.

Un prodotto interamente girato nelle province di Novara (in particolare a Bellinzago Novarese e a Oleggio), Vercelli, Milano e Varese. Al centro del film horror/thriller di D’Antona, insonnia, paura e terrore. Il film è prodotto da Movie Planet Group in collaborazione con L/D Production e arriverà ufficialmente nelle sale italiane il 5 aprile. La pellicola, che avrebbe dovuto inizialmente sbarcare al cinema il 6 dicembre scorso e che era stata rimandata per motivi non dipendenti dalla volontà di produzione e distribuzione, ha ora una data ufficiale per il pubblico italiano.

“Siamo pronti per sbarcare nelle sale – conferma il regista Roberto D’Antona, che della pellicola è anche il protagonista principale – e mi auguro che The Wicked Gift piacerà al pubblico italiano e, in particolare, agli amanti di thriller psicologici/Soprannaturali.”. Il film è stato proiettato in anteprima nazionale al Fantafestival di Roma, dove ha registrato un buon successo di pubblico e critica. “Siamo veramente felici e soddisfatti del nostro film – commenta Annamaria Lorusso, attrice e co-produttrice novarese insieme ad Alessandro Rossi e D’Antona del film – soprattutto perché si tratta di una pellicola indipendente, nata dal basso e totalmente finanziata e prodotta da MoviePlanet Group in collaborazione con L/D Production. Un traguardo fondamentale per la nostra crescita professionale e mi auguro per il cinema di genere italiano”.

Dopo la proiezione nelle sale, film troverà distribuzione in Home Video e Digital grazie a CG Entertainment per l’Italia e a MonteCristo International per il mercato internazionale. Il film indaga il rapporto tra la realtà, il sogno e le paure nate dal passato, con incursioni nel cinema di fantasmi. Possono gli incubi del giovane protagonista avere ripercussioni orribili su chi vive accanto a lui? Quelli che emergono dal suo subconscio sono solo fantasmi del passato o c’è qualcosa di più terribile in agguato? Per scoprirlo, non resta che attendere il 5 aprile.

mo.c.