NOVARA – E’ stata presentata oggi in Municipio “#noSPRECOpiùECO – La mostra”, esposizione che sarà inaugurata alle 16 del 20 gennaio e che sarà visitabile fino al 28 del mese alla Barriera Albertina, per tutto il periodo della festa patronale di San Gaudenzio.
“La mostra – ha spiegato l’assessore all’Istruzione Angelo Sante Bongo – rappresenta il momento conclusivo del progetto didattico “#noSPRECOpiùECO” dell’anno scolastico 2016-2017, nato dall’iniziativa di sensibilizzazione rispetto agli sprechi e al recupero dei rifiuti organizzata dal Nucleo di Didattica ambientale, unità operativa dell’assessorato all’Istruzione, grazie alla disponibilità di alcuni partner istituzionali e non di forte rilievo, ovvero il Sian dell’Asl No, Assa, Acqua Novara Vco spa, Centro commerciale “San Martino” (che interviene anche con un sostegno di tipo economico, ndr), Novamont, Istituto storico della Resistenza “Piero Fornara”, Nutriziopoli, Banco Alimentare, Istituto “Ravizza” e mensa dei Frati Cappuccini del convento di San Nazzaro della Costa. Come si ricorderà a “#noSPRECOpiùECO” hanno partecipato diverse classi delle Scuole primarie di vari Istituti comprensivi novaresi: la I C della “Bellini”, la I C della “Boroli”, la I C della “Bottacchi”, la I C della “Duca d’Aosta”, la I C della “Levi Montalcini”, la I C della “Hack”, la I C della “Fornara Ossola” oltre a classi delle paritarie “Immacolata”, “Maria Ausiliatrice” e “San Vincenzo”. L’esposizione – ha continuato Bongo – che chiuderà il cerchio del lavoro svolto durante l’anno scolastico e che ha compreso lo spettacolo “Pinocchio – Storia di un burattino” che si è tenuto al teatro Coccia lo scorso 14 ottobre, metterà i visitatori in condizione di visionare il vero e proprio “racconto” del progetto, che sarà quindi presentato dal 3 all’11 febbraio anche al Centro commerciale “San Martino”. L’obiettivo che l’Amministrazione si è posta è quello di sensibilizzare le nuove generazioni a una cultura che educhi a limitare gli sprechi, soprattutto quelli di tipo alimentare, e per educare al risparmio delle risorse, al riutilizzo, al riciclo. Le azioni didattiche, anche su iniziativa degli stessi Istituti comprensivi, sono state numerose e altrettanto numerosi sono stati gli atti concreti che hanno sottolineato l’impegno profuso nei confronti delle tematiche ambientali, impegno peraltro ben esplicitato anche nell’ambito del lavoro del Consiglio dei Bambini.  Negli scorsi mesi i bambini hanno lavorato partecipando al raduno regionale dei Consiglio dei Bambini del Piemonte sul tema “No spreco”. I contenuti sono stati elaborati dal Consiglio dei Bambini e in classe sono stati approfonditi e rielaborati diversi temi anche grazie all’intervento di esperti individuati tra i vari partners territoriali coinvolti nel progetto, documentando tutto il lavoro svolto attraverso foto e riprese”.  
La mostra sarà aperta al pubblico il sabato e festivi dalle 16 alle 18 e da martedì a venerdì dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 16 alle 18.

NOVARA – E’ stata presentata oggi in Municipio “#noSPRECOpiùECO – La mostra”, esposizione che sarà inaugurata alle 16 del 20 gennaio e che sarà visitabile fino al 28 del mese alla Barriera Albertina, per tutto il periodo della festa patronale di San Gaudenzio.
“La mostra – ha spiegato l’assessore all’Istruzione Angelo Sante Bongo – rappresenta il momento conclusivo del progetto didattico “#noSPRECOpiùECO” dell’anno scolastico 2016-2017, nato dall’iniziativa di sensibilizzazione rispetto agli sprechi e al recupero dei rifiuti organizzata dal Nucleo di Didattica ambientale, unità operativa dell’assessorato all’Istruzione, grazie alla disponibilità di alcuni partner istituzionali e non di forte rilievo, ovvero il Sian dell’Asl No, Assa, Acqua Novara Vco spa, Centro commerciale “San Martino” (che interviene anche con un sostegno di tipo economico, ndr), Novamont, Istituto storico della Resistenza “Piero Fornara”, Nutriziopoli, Banco Alimentare, Istituto “Ravizza” e mensa dei Frati Cappuccini del convento di San Nazzaro della Costa. Come si ricorderà a “#noSPRECOpiùECO” hanno partecipato diverse classi delle Scuole primarie di vari Istituti comprensivi novaresi: la I C della “Bellini”, la I C della “Boroli”, la I C della “Bottacchi”, la I C della “Duca d’Aosta”, la I C della “Levi Montalcini”, la I C della “Hack”, la I C della “Fornara Ossola” oltre a classi delle paritarie “Immacolata”, “Maria Ausiliatrice” e “San Vincenzo”. L’esposizione – ha continuato Bongo – che chiuderà il cerchio del lavoro svolto durante l’anno scolastico e che ha compreso lo spettacolo “Pinocchio – Storia di un burattino” che si è tenuto al teatro Coccia lo scorso 14 ottobre, metterà i visitatori in condizione di visionare il vero e proprio “racconto” del progetto, che sarà quindi presentato dal 3 all’11 febbraio anche al Centro commerciale “San Martino”. L’obiettivo che l’Amministrazione si è posta è quello di sensibilizzare le nuove generazioni a una cultura che educhi a limitare gli sprechi, soprattutto quelli di tipo alimentare, e per educare al risparmio delle risorse, al riutilizzo, al riciclo. Le azioni didattiche, anche su iniziativa degli stessi Istituti comprensivi, sono state numerose e altrettanto numerosi sono stati gli atti concreti che hanno sottolineato l’impegno profuso nei confronti delle tematiche ambientali, impegno peraltro ben esplicitato anche nell’ambito del lavoro del Consiglio dei Bambini.  Negli scorsi mesi i bambini hanno lavorato partecipando al raduno regionale dei Consiglio dei Bambini del Piemonte sul tema “No spreco”. I contenuti sono stati elaborati dal Consiglio dei Bambini e in classe sono stati approfonditi e rielaborati diversi temi anche grazie all’intervento di esperti individuati tra i vari partners territoriali coinvolti nel progetto, documentando tutto il lavoro svolto attraverso foto e riprese”.  
La mostra sarà aperta al pubblico il sabato e festivi dalle 16 alle 18 e da martedì a venerdì dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 16 alle 18.