L’aggressione sabato sera all’Asl di viale Roma a Novara

Il medico, di 63 anni, ha riportato traumi e lesioni oltre che la rottura degli occhiali

ASL NOVARA L’ingresso della sede in viale Roma con l’indicazione della guardia medica dove è stato picchiato il medico

Medico picchiato durante il servizio di guardia medica

Il medico è stato picchiato durante il servizio di guardia medica all’Asl di Novara, in viale Roma. Il fatto è accaduto sabato sera per mano di quello che si è trasformato in un “branco” violento. L’aggressione, sulle cui modalità sta indagando la questura, è avvenuta attorno alle 19,45, un orario non tardo. Una mezza dozzina di persone, sembra di origine sudamericana, avrebbe chiesto al medico di fare un’iniezione a uno di loro.

L’iniezione negata

Il dottore dell’Asl avrebbe spiegato che per regolamento sanitario non poteva eseguire iniezioni, intramuscolo o endovena, prescritte da altri medici. Il diniego avrebbe scatenato la reazione dei sei che, prima verbalmente e poi fisicamente, hanno aggredito il medico rompendogli anche gli occhiali. Solo l’intervento di un collega avrebbe messo in fuga il “branco”. Portato al pronto soccorso del “Maggiore”, al medico sarebbero state diagnosticate lesioni e fratture al volto.

Leggi anche:  Si innervosisce a un controllo e viene trovato dalla Polstrada in possesso di cocaina

Condizioni di lavoro difficili

I colleghi del medico picchiato da tempo lamentano una situazione difficile per il servizio di “continuità assistenziale”, sia per il rischio aggressioni sia per la collocazione del locale nell’ambito della struttura dell’Asl.

m.d.