Africani nascosti sul treno merci, scoperti a Briga dalle autorità svizzere e rispediti in Italia. Volevano raggiungere la Germania.

Africani nascosti sul treno merci, scoperti

Il sogno di raggiungere la Germania s’è infranto poco dopo aver superato il confine italo-svizzero, a Briga. Le autorità elvetiche hanno infatti scoperto la ventina di richiedenti asilo nascosti su un treno merci partito da Novara con destinazione Friburgo. Li hanno fatti scendere e rispediti in Italia. E’ accaduto nella tarda serata di venerdì 8 giugno. Diciassette le persone, anche bambini, che avevano tentato il viaggio: 12 adulti e 5 piccini, tutti di origine africana e con regolare richiesta di asilo politico in Italia.

Volevano andare in Germania

Volevano andare in Germania e invece sono finiti alla stazione di Domodossola (nella foto), dove forze dell’ordine, Polizia di frontiera e il personale ferroviario li hanno accolti e rifocillati. Immediata la gara solidale per garantire loro conforto e ristoro, soprattutto cibo e bevande ai bambini. Non si sa di preciso dove il gruppo sia salito irregolarmente sul convoglio, se allo scalo di Novara Boschetto o in un altro punto della tratta. A Domodossola, a supporto dei colleghi alle prese con la gestione degli extracomunitari, è intervenuta portando il proprio contributo anche la Polizia ferroviaria di Novara.
m.d.