Vandali distruggono uno dei “Folletti guardiani” del Campo

«Ne faremo un altro». Non si perdono d’animo i povr’om di Burchvif, nemmeno davanti ai vandali che nei giorni scorsi hanno distrutto uno dei tre “folletti guardiani” posti all’ingresso del Campo della Sciura. «Uno è stato irreparabilmente danneggiato. La testa è stata strappata e rubata. Il fatto non ci sorprende più di tanto, ma spiace vedere come qualcuno entri così spesso in azione e resti sempre impunito», commenta amareggiato Giambattista Mortarino, capogruppo pro natura dell’associazione. I tre simpatici “guardiani” dell’oasi erano “nati” dal sapiente intaglio del legno poco più di un anno fa.

I tre ceppi “folletti guardiani” della Sciura. In primo piano quello danneggiato

La nuova vita di un albero

Nel gennaio 2017  l’associazione decise di trasformare tre sezioni di vecchi olmi in… gnomi intagliati nel legno. I tronchi dei tre alberi erano stati tagliati di netto nell’autunno precedente: una decisione  sofferta ma obbligata. I tre olmi, divorati dalla grafiosi, erano stati mozzati per ragioni di sicurezza perché pericolosamente esposti sulla confinante strada regionale Borgolavezzaro-Cilavegna sulla quale avrebbero anche potuto abbattersi improvvisamente e imprevedibilmente. I volontari povr’om di Burchvif avevano trasformato quella necessità in una diversa modalità di esaltazione della natura. In aprile l’opera era già completata: «Carteggiati, stuccati e protetti con vernice impregnante -, aveva detto Mortarino – stanno lì a dare il benvenuto ai passanti e ai visitatori, ammonendo ad entrarvi solo con intenzioni pacifiche e rispettose. Sono stati dotati anche di… mazze da guardia». Una dotazione difensiva che, purtroppo, non ha scoraggiato i malintenzionati entrati in azione in questi giorni.

Leggi anche:  Giovane calciatore picchiato da tre avversari

ari.mar.