NOVARA – Lo scorso 29 gennaio Rossano Pirovano, referente nella segreteria provinciale del Partito democratico per i trasporti, e Marco Grazioli, segretario del circolo PD di Oleggio, hanno incontrato l’assessore Regionale ai Trasporti Francesco Balocco per approfondire la questione relativa al previsto raddoppio ferroviario della linea Vignale-Oleggio-Arona, intervento previsto nei piani di RFI e che riprende il progetto del 2004, andando ad interessare diversi Comuni novaresi.
In proposito la direzione provinciale del Pd, pur condividendo i piani di incremento del trasporto merci su rotaia rispetto al trasporto su gomma molto più inquinante, ha istituito nel novembre scorso un gruppo di lavoro per approfondire le problematiche dovute alle realizzazione dell’opera.
Tramite l’incontro con la Regione Piemonte ci è stato possibile rilevare che RFI/Italferr ha in programma la realizzazione del raddoppio ferroviario tra Novara Vignale ed Oleggio per il 2025 e il completamento fino ad Arona per il 2027. C’è tuttavia da sottolineare che tali tempistiche sono condizionate alla disponibilità effettiva delle risorse finanziarie (non ancora assegnate) e quindi suscettibili di orizzonti temporali più lunghi.
Attualmente risulta effettivamente stanziata la somma di 14 milioni di euro per la progettazione, che riprenderà entro l’anno, ed è in previsione la convocazione della conferenza dei servizi tra la fine del 2018 e la prima metà del 2019.
Il PD novarese “continuerà a monitorare la situazione, essendo pronti ad intervenire nei momenti e nei luoghi opportuni per tutelare le nostre comunità dagli impatti di quest’opera e mettendo in campo una politica costruttiva e competente anziché rilasciare dichiarazioni allarmistiche come ha fatto il movimento 5 stelle o, al contrario, minimizzare le eventuali ricadute con superficiali rassicurazioni come quelle espresse dall’amministrazione comunale di centrodestra di Oleggio”.

v.s.

NOVARA – Lo scorso 29 gennaio Rossano Pirovano, referente nella segreteria provinciale del Partito democratico per i trasporti, e Marco Grazioli, segretario del circolo PD di Oleggio, hanno incontrato l’assessore Regionale ai Trasporti Francesco Balocco per approfondire la questione relativa al previsto raddoppio ferroviario della linea Vignale-Oleggio-Arona, intervento previsto nei piani di RFI e che riprende il progetto del 2004, andando ad interessare diversi Comuni novaresi.
In proposito la direzione provinciale del Pd, pur condividendo i piani di incremento del trasporto merci su rotaia rispetto al trasporto su gomma molto più inquinante, ha istituito nel novembre scorso un gruppo di lavoro per approfondire le problematiche dovute alle realizzazione dell’opera.
Tramite l’incontro con la Regione Piemonte ci è stato possibile rilevare che RFI/Italferr ha in programma la realizzazione del raddoppio ferroviario tra Novara Vignale ed Oleggio per il 2025 e il completamento fino ad Arona per il 2027. C’è tuttavia da sottolineare che tali tempistiche sono condizionate alla disponibilità effettiva delle risorse finanziarie (non ancora assegnate) e quindi suscettibili di orizzonti temporali più lunghi.
Attualmente risulta effettivamente stanziata la somma di 14 milioni di euro per la progettazione, che riprenderà entro l’anno, ed è in previsione la convocazione della conferenza dei servizi tra la fine del 2018 e la prima metà del 2019.
Il PD novarese “continuerà a monitorare la situazione, essendo pronti ad intervenire nei momenti e nei luoghi opportuni per tutelare le nostre comunità dagli impatti di quest’opera e mettendo in campo una politica costruttiva e competente anziché rilasciare dichiarazioni allarmistiche come ha fatto il movimento 5 stelle o, al contrario, minimizzare le eventuali ricadute con superficiali rassicurazioni come quelle espresse dall’amministrazione comunale di centrodestra di Oleggio”.

v.s.