Transito internazionale lungo la Statale 337: l’Ossola e il Canton Ticino rimarranno isolate ancora un altro mese. E’ questa, al momento, la tempistica prevista per i lavori di riapertura del transito internazionale. La conferma giunge dall’Unione Montana Valle Vigezzo: «Gli interventi procedono, finora è stato eseguito il disgaggio degli ammassi rocciosi in equilibrio precario. La successiva fase è la posa di chiodi di ancoraggio e di reti sulla superficie di frana pari a circa 1000 metri quadrati», spiega il presidente dell’Unione Enrico Barbazza.

Statale 337, il cronoprogramma

Nei prossimi giorni verrà calendarizzato un incontro fra i sindaci dell’Unione, il Prefetto, i responsabili di Anas e la Regione Piemonte per formalizzare le competenze e il cronoprogramma dei lavori. «Consapevoli dei gravi disagi legati all’interruzione della strada statale– spiegano ancora dall’Unione – , si comunica che le azioni messe in atto hanno lo scopo di ridurre al minimo i tempi di chiusura della Statale 337 e della Ferrovia Vigezzina, ma anche e soprattutto di eseguire interventi mirati per garantire l’incolumità degli utenti, la principale priorità».

Leggi anche:  Giornata nazionale del sollievo, porte aperte all'Hospice di Arona

Marco De Ambrosis