OLEGGIO – Semaforo spento, un altro incidente. L’ultimo si è verificato venerdì 5 gennaio al semaforo di via Sempione, lampeggiante da ormai più di un mese. 

Ed è solo l’ultimo: due tamponamenti si erano registrati nella giornata di venerdì 22 dicembre, un altro la settimana passata e poi quello di venerdì. Fortunatamente nessun ferito grave. Il dibattito politico dell’opposizione si rinnova perché «è inaccettabile che un semaforo collocato a un incrocio così importante non funzioni da così tanto tempo», dice Massimiliano Ferrari, Per Oleggio. Il sindaco ha spiegato, anche tramite i social, che essendo un impianto datato non è conveniente intervenire per la sola riparazione ma che si interverrà piuttosto con la sostituzione e il rifacimento dell’impianto. «E’ fonte di grave pericolo – continua Ferrari – non trovare le risorse per riparare o sostituire il semaforo è vergognoso oltre che emblematico del livello di questi amministratori».

OLEGGIO – Semaforo spento, un altro incidente. L’ultimo si è verificato venerdì 5 gennaio al semaforo di via Sempione, lampeggiante da ormai più di un mese. 

Ed è solo l’ultimo: due tamponamenti si erano registrati nella giornata di venerdì 22 dicembre, un altro la settimana passata e poi quello di venerdì. Fortunatamente nessun ferito grave. Il dibattito politico dell’opposizione si rinnova perché «è inaccettabile che un semaforo collocato a un incrocio così importante non funzioni da così tanto tempo», dice Massimiliano Ferrari, Per Oleggio. Il sindaco ha spiegato, anche tramite i social, che essendo un impianto datato non è conveniente intervenire per la sola riparazione ma che si interverrà piuttosto con la sostituzione e il rifacimento dell’impianto. «E’ fonte di grave pericolo – continua Ferrari – non trovare le risorse per riparare o sostituire il semaforo è vergognoso oltre che emblematico del livello di questi amministratori».