“Lavorate sodo e arriverete in alto”: il ricercatore Edoardo D’Imprima ha incontrato oggi gli studenti dell’istituto Omar di Novara.

“Lavorate sodo e arriverete in alto”: il ricercatore Edoardo D’Imprima incontra gli studenti dell’Omar

Edoardo D'Imprima Omar “Se volete realizzare qualcosa non importa da dove venite e quale scuola avete fatto, lavorando sodo lo potete fare”: questo uno dei messaggi che ha voluto trasmettere Edoardo D’Imprima agli studenti dell’istituto tecnico industriale Omar questa mattina. Durante l’incontro sono stati consegnati gli attestati di partecipazione allo stage agli alunni meritevoli che hanno visitato il Max Planck Institute di Francoforte, dove svolge la sua attività di ricercatore il dottor D’Imprima. I ragazzi che hanno fatto questa esperienza, accompagnati dalle docenti Cristina Manferti ed Emanuela Parravicini, sono Niccolò Porazzi, Samantha Quartara, Simone Racchi, Marco Koten, Vanessa De Rosa, Ivan Ongaro delle classi quinte dell’indirizzo di Chimica. Il progetto è stato sostenuto dal Fondo D’Imprima costituito presso la Fondazione Comunità Novarese.

Consegnati gli attestati agli studenti che hanno visitato il Max Planck Institute

Dopo la consegna degli attestati il ricercatore novarese, classe 1987, ha raccontato agli studenti il proprio percorso personale e ha proposto loro delle riflessioni sulla realizzazione di sè, su quali sono le reali competenze richieste dal mondo del lavoro una volta completati gli studi e sulle opportunità offerte dall’università.  “Dovete avere una visione, un piano di quello che volete realizzare nella vostra vita – ha detto tra l’altro D’Imprima – puntate più in alto possibile, rimanete sempre aggiornati, abbiate elasticità mentale e soprattutto lavorate, lavorate sodo e vedrete che i risultati arriveranno presto”.

Leggi anche:  Riscaldamenti accesi per un massimo di sette ore al giorno

Valentina Sarmenghi