Inquinamento atmosferico, al via gli incontri organizzati da Comune di Novara e Utc. Primo appuntamento mercoledì 18 aprile al Centro commerciale San Martino.

Inquinamento atmosferico, al via gli incontri organizzati da Comune di Novara e Utc

E’ stato presentato questa mattina in Municipio il ciclo di incontri sull’inquinamento atmosferico organizzati da Comune di Novara e Utc. La prima conferenza si svolgerà il 18 aprile alle 18.30 nella sala polivalente del Centro commerciale San Martino. Titolo “Accorgimenti e controlli in atto per contrastare l’inquinamento dell’aria a Novara”.

“Un tema molto sentito dall’opinione pubblica”

“Il tema scelto per dare avvio al ciclo di conferenze di pubblico interesse concordate tra Comune e Utc sulla base di una precisa convenzione – commentano gli assessori all’Ambiente Emilio Iodice e alla Mobilità Silvana Moscatelli – è sicuramente di quelli particolarmente sentiti dall’opinione pubblica. Attraverso il contributo dei responsabili locali dell’Agenzia regionale protezione ambientale  e di alcuni esperti si cercherà di far luce su quanto viene attuato dagli organismi preposti al controllo per tutelare la salute dei cittadini. Saranno illustrate le competenze dirette e le possibili iniziative da parte del Comune per rendere la città sempre più vivibile. Al pubblico presente saranno  inoltre forniti consigli su accorgimenti adottabili nella quotidianità per prevenire l’inquinamento atmosferico”.

Leggi anche:  Silent Party, torna a Novara la festa silenziosa

Promozione di iniziative ed eventi di interesse collettivo e sociale

L’assessore al Commercio e Attività produttive ricorda che “l’incontro del 18 aprile è il primo di un ciclo di conferenze dedicate alle tematiche ambientali previsto dalla convenzione che il Comune ha sottoscritto con l’Utc. L’obiettivo è condividere azioni congiunte rispetto a questioni e temi di interesse pubblico. L’accordo tra l’Ente e associazione si concretizzerà nella promozione di iniziative ed eventi di interesse collettivo e sociale. La cittadinanza sarà resa partecipe, nell’ambito dei diversi settori e consentirà l’avvio di programmi condivisi di rilevazione e verifica della qualità dei servizi pubblici locali”.

v.s.