La corte di Re Biscottino e della Regina Cuneta ha partecipato ieri alla sfilata di apertura del Carnevale di Varallo Sesia, uno dei più antichi del Piemonte. Le maschere del carnevale novarese sono state accolte in Comune dal sindaco Eraldo Botta e dal Comitato Carnevale, rappresentato da Re Marcantonio e La Cecca. “Quello di Varallo è tra i carnevali più importanti del nostro territorio – ricordano Re Biscottino e la Regina Cuneta – da alcuni anni non partecipavamo all’evento a causa di una concomitanza di iniziative, ma questo anno non potevamo mancare anche perché l’iniziativa assume un significato particolare e si celebra una sorta di gemellaggio tra le città di Varallo Sesia, Vercelli e Novara”. L’edizione 2018 del carnevale è infatti dedicata all’artista valsesiano Gaudenzio Ferrari, che dedicò all’evento folcloristico un dipinto del Sacro Monte di Varallo Sesia e al quale l’amministrazione comunale ha deciso di dedicare una grande mostra dal titolo “Il Rinascimento di Gaudenzio Ferrari”, che tra marzo e settembre di quest’anno coinvolgerà anche Novara e Vercelli. Oltre a Varallo Sesia, i reali e la corte del carnevale novarese nel week-end hanno fatto visita a Prato Sesia e Cavallirio per il tradizionale giro dei cortili, evento di apertura delle manifestazioni carnevalesche dei due comuni novaresi.

La corte di Re Biscottino e della Regina Cuneta ha partecipato ieri alla sfilata di apertura del Carnevale di Varallo Sesia, uno dei più antichi del Piemonte. Le maschere del carnevale novarese sono state accolte in Comune dal sindaco Eraldo Botta e dal Comitato Carnevale, rappresentato da Re Marcantonio e La Cecca. “Quello di Varallo è tra i carnevali più importanti del nostro territorio – ricordano Re Biscottino e la Regina Cuneta – da alcuni anni non partecipavamo all’evento a causa di una concomitanza di iniziative, ma questo anno non potevamo mancare anche perché l’iniziativa assume un significato particolare e si celebra una sorta di gemellaggio tra le città di Varallo Sesia, Vercelli e Novara”. L’edizione 2018 del carnevale è infatti dedicata all’artista valsesiano Gaudenzio Ferrari, che dedicò all’evento folcloristico un dipinto del Sacro Monte di Varallo Sesia e al quale l’amministrazione comunale ha deciso di dedicare una grande mostra dal titolo “Il Rinascimento di Gaudenzio Ferrari”, che tra marzo e settembre di quest’anno coinvolgerà anche Novara e Vercelli. Oltre a Varallo Sesia, i reali e la corte del carnevale novarese nel week-end hanno fatto visita a Prato Sesia e Cavallirio per il tradizionale giro dei cortili, evento di apertura delle manifestazioni carnevalesche dei due comuni novaresi.