Biblioteca civica, al via il rifacimento della facciata di palazzo Negroni. L’opera rientra nel progetto selezionato tra gli “Emblematici provinciali” del 2016 finanziato da Fondazione Cariplo tramite la Fondazione Comunità del Novarese.

Biblioteca civica, al via il rifacimento della facciata di palazzo Negroni

E’ in corso dalla mattinata di oggi, venerdì 27 aprile, il montaggio dei ponteggi per avviare i lavori di rifacimento della facciata di palazzo Negroni, sede della Biblioteca civica. “L’opera – spiega il sindaco Alessandro Canelli – rientra nel progetto “Palazzo Negroni. Restauro e recupero conservativo della facciata in un progetto di innovazione di servizi per la biblioteca Civica di Novara”. Il progetto è stato selezionato tra gli “Emblematici provinciali” del 2016 finanziato da Fondazione Cariplo tramite la Fondazione Comunità del Novarese. Si prevede il recupero della facciata di un edificio di riconosciuto valore storico e architettonico, in coerenza con la politica di promozione di un servizio strategico per la vita culturale della città, quello offerto dalla Biblioteca “Negroni”.

“Custode del patrimonio librario cittadino”

“Una biblioteca di pubblica lettura – continua il sindaco – custode del patrimonio librario cittadino di 330mila volumi ai quali vanno aggiunti oltre 3500 periodici e circa 32mila fra dischi, nastri e audio cassette. Già da tempo, di fianco all’attività ordinaria, la Biblioteca si è mossa per mantenere un dialogo propositivo con la comunità attraverso iniziative come l’ampliamento dell’orario, progetti didattici e culturali, convenzioni con altri enti per la promozione della lettura, presentazioni di libri, gruppi di lettura, mostre. Il progetto selezionato dagli “Emblematici provinciali” intende  far fronte alla condizione di degrado in cui si trova la facciata del palazzo. Scopo è anche dotare la biblioteca di nuovi strumenti di lavoro dal servizio prestito a domicilio, attraverso il sistema Radio-Frequency IDentification, e la conseguente rifunzionalizzazione degli spazi interni, con moltiplicazione delle postazioni di prestito. L’importo stanziato ammonta a 125.000 euro”.

Leggi anche:  Cda Teatro Coccia, entra Mariella Enoc

Accesso solo da corso Cavallotti 6

Il sindaco ricorda in particolare che “la facciata dello storico edificio era stata lasciata da tanti, troppi anni in uno stato di sostanziale abbandono. Numerosi cittadini, che hanno a cuore il patrimonio architettonico della nostra città, avevano sollecitato un intervento. Oggi, grazie al sostegno di Fondazione Comunità Novarese e al contributo di Fondazione Cariplo, siamo riusciti a posare il primo mattone di questo importante progetto”. Si ricorda agli utenti che, a causa del cantiere, si potrà accedere al servizio solo dall’ingresso di corso Cavallotti 6. Da oggi i periodici potranno essere consultati solo presso la sezione Novarese.