Avo Novara, nel 2017 19.000 ore di assistenza e accoglienza all’ospedale. E’ uno dei dati emersi durante l’assemblea ordinaria dell’associazione che si è svolta sabato 7 aprile nell’aula Magna dell’Azienda ospedaliero universitaria Maggiore della Carità.

Avo Novara, nel 2017 19.000 ore di assistenza e accoglienza all’ospedale

avo novara Udienza Papale
Il gruppo di Avo Novara a Roma per l’udienza papale

19.000 le ore di servizio gratuito svolte dai 180 “Camici Azzurri” dell’Avo, Associazione Volontari Ospedalieri di Novara, nel 2017. E’ uno dei dati emersi durante l’assemblea ordinaria dell’associazione che si è svolta sabato 7 aprile nell’aula Magna dell’Azienda ospedaliero universitaria Maggiore della Carità.
L’attività dei volontari si svolge sia in Assistenza, a fianco dei malati in quasi tutti i reparti dell’Ospedale, e in Accoglienza, presso i Poliambulatori, la Radiodiagnostica, il Cup, in aiuto agli utenti che devono sottoporsi a visite ed esami ed ora, in via sperimentale da due mesi e su richiesta della Direzione, anche presso gli ambulatori cardiologici ed oculistico. E’ stata presentata la nuova vicepresidente Patrizia Carrera, che affiancherà la presidente Danila Finzi per i prossimi due anni ed è stato raccontato e rivissuto l’intenso momento dell’Udienza da Papa Francesco per i volontari Avo, che si è svolta alla fine di gennaio e che ha visto la partecipazione di una delegazione novarese di più di 50 persone tra volontari, famigliari e conoscenti.

Diversi i progetti portati avanti dall’associazione

avo novara Donazione Mimose
La donazione delle mimose alle degenti in ospedale

Oltre all’assistenza e all’accoglienza sono diversi i progetti portati avanti dall’Avo Novara. Per il secondo anno consecutivo, hanno partecipato al corso base di ottobre di una trentina di studenti dell’Istituto professionale Ravizza di Novara, alcuni dei quali stanno svolgendo un breve tirocinio in corsia con tutors esperti. C’è poi il progetto vincitore del Bando Assistenza CST 2017 destinato al reparto di Ostetricia dell’Aou di Novara finalizzato all’informazione delle neo-mamme sul tema “Allattamento al seno”. Il progetto consiste nella realizzazione di un opuscolo informativo sui benefici dell’allattamento al seno distribuito alle neomamme e incontri di approfondimento sul tema. E’ stata inoltre consolidata la collaborazione con il reparto di Medicina fisica e riabilitazione, dove alcuni volontari Avo, sotto la guida delle logopediste, seguono dei pazienti con problemi cognitivi nell’utilizzo del software Rehacom, donato al reparto dall’Avo nel 2017.
Avo Novara ha anche donato mazzetti di mimose alle degenti dell’Ospedale in occasione della Festa della Donna, e ha fornito dei libri (Banco Editoriale 2017 Ed. Paoline) al reparto di Nefrologia destinati ai pazienti che si sottopongono a Dialisi.

Leggi anche:  Aldi a Novara, inaugurato il nuovo supermercato

Le attività del 2018

In Assemblea, dopo l’analisi della relazione finanziaria, la discussione e l’approvazione delle relazioni e del bilancio è stato presentato il programma delle attività del 2018. Fondamentali la selezione degli aspiranti Volontari, la formazione di base e continua.
Novità del 2018 sarà la “Giornata del Volontario”, prevista all’inizio di giugno: un interessante momento di aggiornamento aperto anche alla cittadinanza, con l’obiettivo di sensibilizzare e far conoscere il servizio dell’Avo. Parteciperanno importanti relatori con tematiche di prevenzione della salute.
“Il ruolo del volontario è fatto di piccoli gesti: essere presenti, star vicino a chi soffre nei momenti di malattia e solitudine con l’ascolto, la presenza discreta ed una parola di conforto – ribadisce la presidente Finzi – Così come è importante riuscire a rendersi utili con gli utenti nei vari punti di Accoglienza dell’Ospedale: il nostro è un ruolo sempre solo di integrazione, mai di sostituzione rispetto alle mansioni del personale medico-infermieristico”.

Si cercano volontari

avo novara assemblea 2018
Un momento dell’assemblea

“Con Avo Novara diamo ai giovani l’opportunità di conoscere e sperimentare il gratuito volontariato ospedaliero, per vivere un’esperienza coinvolgente che resterà nella loro formazione” aggiunge la vice presidente Carrera, che segue l’avvio dei tirocini in corsia degli studenti.
Avo Novara ricerca nuovi Volontari, in particolare per il servizio di Accoglienza in Ospedale. Il corso di formazione di base si svolgerà nel mese di ottobre 2018, ma è possibile iscriversi fin d’ora, per sostenere il colloquio informativo ed attitudinale. Per informazioni ed iscrizioni ci si può rivolgere alla Segreteria Avo presso l’ospedale Maggiore in corso Mazzini 18 (di fronte al CUP), tel. 0321 3733465 – 0321 1816911 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 o scrivere a info@avonovara.it.
Valentina Sarmenghi