TRECATE – Domenica 20 settembre, nell’ambito delle feste patronali, le Amministrazioni comunali di Trecate, Cerano e Sozzago hanno consegnato un encomio speciale al maresciallo Giovanni Ferrara, comandante della Stazione dei Carabinieri di Trecate.
Alla cerimonia di premiazione, tenutasi nel teatro comunale, erano presenti i sindaci Enrico Ruggerone, Flavio Gatti e Carla Zucco con i rappresentanti dei rispettivi Comuni, il sindaco di Terdobbiate Domenico Merisi, il viceprefetto Marco Baldino, il tenente Domenico Cerminara in rappresentanza del Comando Provinciale dei Carabinieri, i carabinieri delle Stazione di Trecate e i rappresentanti dell’Associazione Carabinieri di Trecate.
“Abbiamo deciso di conferire un encomio solenne al maresciallo Ferrara – ha dichiarato il sindaco di Trecate Enrico Ruggerone – perché proprio lui, in quest’ultimo anno, si è occupato del coordinamento degli interventi delle varie forze dell’ordine sul nostro territorio. La presenza di tutte le forze dell’ordine, infatti, è stata potenziata a seguito dell’aumento dei fenomeni di criminalità, in particolare dei furti in appartamento. A vari mesi di distanza, possiamo constatare con soddisfazione che i reati sono diminuiti e che le forze dell’ordine hanno svolto un lavoro eccellente. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’impegno di tutti e senza il coordinamento del maresciallo Ferrara, che ha dimostrato grande attaccamento al nostro territorio”. “Si tratta di un riconoscimento ampiamente meritato – ha aggiunto il sindaco di Sozzago, Carla Zucco –  sia per le doti professionali che per le qualità umane del maresciallo. Dobbiamo, infatti riconoscere, che il senso di sicurezza dei cittadini negli ultimi mesi è aumentato”. “Questo –  ha concluso il sindaco di Cerano, Flavio Gatti – è un attestato di stima sia verso il maresciallo Ferrara che verso tutta l’Arma dei Carabinieri”. “E’ giusto – ha commentato il viceprefetto, Marco Baldino –  riconoscere il grande sforzo effettuato dall’Arma in un periodo come questo, particolarmente difficile sia per la scarsità di risorse che per i pericoli interni ed internazionali. La sicurezza è  garanzia di libertà, perciò dobbiamo essere grati a quanti operano in questo settore”.
Dopo aver ricevuto la targa con l’encomio, il maresciallo Giovanni Ferrara ha ringraziato le Amministrazioni comunali con la voce rotta dall’emozione ed ha ricordato, in particolare, l’impegno dei suoi carabinieri: “Questa targa non è  solo per me – ha detto – ma per tutti i carabinieri che lavorano nel silenzio e sono la forza della nostra stazione di Trecate. I problemi che abbiamo dovuto affrontare sono stati superati con il sacrificio di tutti: vorrei ricordare soprattutto i giovani carabinieri che hanno rinunciato alle ferie natalizie per rimanere al lavoro a Trecate, anziché festeggiare con le proprie famiglie. Infine l’augurio che fra tutte le forze dell’ordine – ha dichiarato Ferrara – vi sia sempre maggior coesione per il bene dei territori in cui siamo chiamati ad operare”. Al termine della cerimonia di premiazione tutti i presenti sono stati invitati a partecipare ad un rinfresco offerto da Coop.
Daniela Uglietti

TRECATE – Domenica 20 settembre, nell’ambito delle feste patronali, le Amministrazioni comunali di Trecate, Cerano e Sozzago hanno consegnato un encomio speciale al maresciallo Giovanni Ferrara, comandante della Stazione dei Carabinieri di Trecate.
Alla cerimonia di premiazione, tenutasi nel teatro comunale, erano presenti i sindaci Enrico Ruggerone, Flavio Gatti e Carla Zucco con i rappresentanti dei rispettivi Comuni, il sindaco di Terdobbiate Domenico Merisi, il viceprefetto Marco Baldino, il tenente Domenico Cerminara in rappresentanza del Comando Provinciale dei Carabinieri, i carabinieri delle Stazione di Trecate e i rappresentanti dell’Associazione Carabinieri di Trecate.
“Abbiamo deciso di conferire un encomio solenne al maresciallo Ferrara – ha dichiarato il sindaco di Trecate Enrico Ruggerone – perché proprio lui, in quest’ultimo anno, si è occupato del coordinamento degli interventi delle varie forze dell’ordine sul nostro territorio. La presenza di tutte le forze dell’ordine, infatti, è stata potenziata a seguito dell’aumento dei fenomeni di criminalità, in particolare dei furti in appartamento. A vari mesi di distanza, possiamo constatare con soddisfazione che i reati sono diminuiti e che le forze dell’ordine hanno svolto un lavoro eccellente. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’impegno di tutti e senza il coordinamento del maresciallo Ferrara, che ha dimostrato grande attaccamento al nostro territorio”. “Si tratta di un riconoscimento ampiamente meritato – ha aggiunto il sindaco di Sozzago, Carla Zucco –  sia per le doti professionali che per le qualità umane del maresciallo. Dobbiamo, infatti riconoscere, che il senso di sicurezza dei cittadini negli ultimi mesi è aumentato”. “Questo –  ha concluso il sindaco di Cerano, Flavio Gatti – è un attestato di stima sia verso il maresciallo Ferrara che verso tutta l’Arma dei Carabinieri”. “E’ giusto – ha commentato il viceprefetto, Marco Baldino –  riconoscere il grande sforzo effettuato dall’Arma in un periodo come questo, particolarmente difficile sia per la scarsità di risorse che per i pericoli interni ed internazionali. La sicurezza è  garanzia di libertà, perciò dobbiamo essere grati a quanti operano in questo settore”.
Dopo aver ricevuto la targa con l’encomio, il maresciallo Giovanni Ferrara ha ringraziato le Amministrazioni comunali con la voce rotta dall’emozione ed ha ricordato, in particolare, l’impegno dei suoi carabinieri: “Questa targa non è  solo per me – ha detto – ma per tutti i carabinieri che lavorano nel silenzio e sono la forza della nostra stazione di Trecate. I problemi che abbiamo dovuto affrontare sono stati superati con il sacrificio di tutti: vorrei ricordare soprattutto i giovani carabinieri che hanno rinunciato alle ferie natalizie per rimanere al lavoro a Trecate, anziché festeggiare con le proprie famiglie. Infine l’augurio che fra tutte le forze dell’ordine – ha dichiarato Ferrara – vi sia sempre maggior coesione per il bene dei territori in cui siamo chiamati ad operare”. Al termine della cerimonia di premiazione tutti i presenti sono stati invitati a partecipare ad un rinfresco offerto da Coop.
Daniela Uglietti