NOVARA – Novara si conferma sempre più città longeva: a tagliare il traguardo di 104 anni è stato nei giorni scorsi Ferruccio Passarello.
Nato a Novara il 20 ottobre del 1912, il signor Passarello è cresciuto in città, dove si è sposato e ha portato avanti la storica attività di famiglia avviata dal padre nel 1906. Ha poi gestito il suo negozio fino al 2002 insieme con i figli (due maschi, nati rispettivamente nel 1943 e nel 1949, e una femmina, nata nel 1945). Attualmente vive in via Corridoni, dove risiede da sempre, con il minore dei figli e, fin dal 2002, passa il tempo libero collezionando Euro di tutte le nazionalità.
In occasione dell’importante compleanno il consigliere comunale Edoardo Brustia ha fatto visita a Ferruccio Passarello  per consegnare una lettera ufficiale e portare gli auguri di tutta l’Amministrazione. “Ho avuto il piacere – racconta il consigliere Brustia – di conoscere una persona vitale, spiritosa e simpatica, emozionata per aver ricevuto gli auguri da parte dell’Amministrazione. Ci siamo dati appuntamento al prossimo anno, per festeggiare ancora insieme”


v.s.

NOVARA – Novara si conferma sempre più città longeva: a tagliare il traguardo di 104 anni è stato nei giorni scorsi Ferruccio Passarello.
Nato a Novara il 20 ottobre del 1912, il signor Passarello è cresciuto in città, dove si è sposato e ha portato avanti la storica attività di famiglia avviata dal padre nel 1906. Ha poi gestito il suo negozio fino al 2002 insieme con i figli (due maschi, nati rispettivamente nel 1943 e nel 1949, e una femmina, nata nel 1945). Attualmente vive in via Corridoni, dove risiede da sempre, con il minore dei figli e, fin dal 2002, passa il tempo libero collezionando Euro di tutte le nazionalità.
In occasione dell’importante compleanno il consigliere comunale Edoardo Brustia ha fatto visita a Ferruccio Passarello  per consegnare una lettera ufficiale e portare gli auguri di tutta l’Amministrazione. “Ho avuto il piacere – racconta il consigliere Brustia – di conoscere una persona vitale, spiritosa e simpatica, emozionata per aver ricevuto gli auguri da parte dell’Amministrazione. Ci siamo dati appuntamento al prossimo anno, per festeggiare ancora insieme”


v.s.