PETTENASCO – Si svolgerà presso Hotel “L’Approdo” venerdì 18 settembre (ore 9-16.30) “Living Waters”, conferenza per sottolineare i venticinque anni di bonifica del Lago d’Orta e i nuovi obiettivi. L’iniziativa si svolge in concomitanza con “Milano Expo 2015”. In mattinata gli incontri cui prenderanno parte relatori di fama internazionale, mentre nel pomeriggio avrà luogo una crociera sul lago, per osservare direttamente i luoghi coinvolti nelle azioni di recupero. La giornata sarà preceduta, giovedì 17 settembre (ore 21) dallo spettacolo teatrale (di Domenico Brioschi e con la partecipazio

PETTENASCO – Si svolgerà presso Hotel “L’Approdo” venerdì 18 settembre (ore 9-16.30) “Living Waters”, conferenza per sottolineare i venticinque anni di bonifica del Lago d’Orta e i nuovi obiettivi. L’iniziativa si svolge in concomitanza con “Milano Expo 2015”. In mattinata gli incontri cui prenderanno parte relatori di fama internazionale, mentre nel pomeriggio avrà luogo una crociera sul lago, per osservare direttamente i luoghi coinvolti nelle azioni di recupero. La giornata sarà preceduta, giovedì 17 settembre (ore 21) dallo spettacolo teatrale (di Domenico Brioschi e con la partecipazione di Floriano Negri) intitolato “PH”, dedicato a Rina Monti, prima scienziata italiana a porre la problematica sulla convivenza tra industria e ambiente, prima donna a ottenere (1907) una cattedra universitaria nel Regno d’Italia. “Venticinque anni fa – ricorda una nota – il Lago d’Orta era il bacino d’acqua dolce più acidificato al mondo, con un habitat divenuto inospitale alla vita a causa di emissioni tossiche sulle sue rive. Tra il 1989 e il 1990 l’Istituto per gli Ecosistemi – CNR di Pallanza ideò e realizzò un intervento di bonifica che permise un completo risanamento”. L’Ecomuseo Lago d’Orta e Mottarone ricorda l’evento nell’abito del progetto “Orta Reloaded”, invitando a porre rinnovata attenzione sulla necessità di perseguire il monitoraggio e lo studio delle acque per tutelare il lago, mostrando l’operazione di bonifica come esempio perseguibile. Quello che era stato definito un lago “morto”, a causa di “incontrollati sversamenti industriali ammonici da parte delle fabbriche tessili, già dagli anni ’20 fu risanato grazie a un’operazione di ‘liming’, intrapresa dal CNR di Pallanza che riportò il ph a livelli più che ottimali, al punto che oggi il bacino è tra i più puliti al mondo”. L’evento è organizzato da Ecomuseo Lago d’Orta e Mottarone, in collaborazione con Distretto Turistico dei Laghi, Camera di Commercio del Verbano Cusio Ossola e Unione Turistica del Lago d’Orta. Gli studiosi del Cnr di Pallanza spiegheranno l’avvenuto risanamento chimico e il ritorno di alcune specie viventi autoctone con la necessità, per un completo ripopolamento, di ulteriore aiuto, in un’azione costante di monitoraggio. Sarà inoltre  presentato il progetto fotografico scientifico “Sailing” di Walter Zerla. I relatori saranno: Giuseppe Morabito e Marzia Ciampittiello (Cnr), Andreas Kipar (Land – Milano), Riccardo Petrella (Istituto di Ricerca sulla Politica dell’Acqua) e Nadia Breda (Università di Firenze). Alle 14.30 la crociera sul lago. L’evento “Living Waters” è gratuito e aperto al pubblico, previa prenotazione obbligatoria,scaricando la scheda dal sito www.lagodorta.net da inviare via mail a ecomuseo@lagodorta.net. Info anche al numero 0323.89622. 

Leggi anche:  Dall'Ipsia Bellini ad Auschwitz, gli studenti all'International March of the Living

m.a.t.