GALLIATE – Il “nuovo” viale si presenta. Dopo tanto parlare, martedì prossimo il progetto per il rifacimento di viale Quagliotti sarà finalmente “svelato”. L’annuncio l’ha dato, in Consiglio comunale, l’assessore ai Lavori pubblici Corrado Frugeri e il sindaco Davide Ferrari l’ha riproposto su Facebook, allegando un primo, inedito, “rendering” del viale dopo il cambio di look. «Ovviamente – precisa Ferrari – questa è una piccola anticipazione di quello che vedrete nella serata pubblica di presentazione in programma per martedì 12 dicembre alle 21 nella sala consiliare del Castello… Nella serata potrete vedere tutti i dettagli: arredo urbano, monumenti, sottoservizi, illuminazione notturna, verde e… perché no? anche qualche “effetto speciale”…».

E che il tema abbia solleticato la curiosità dei galliatesi, lo dimostra il numero di commenti che sono subiti seguiti al “post”. A fronte di tanti che plaudono al nuovo progetto, c’è però anche chi solleva qualche critica. A far discutere, soprattutto, il fatto che i lavori, che dovrebbero partire a metà gennaio per concludersi in primavera, interesseranno – dei quattro viali galliatesi – solo viale Quagliotti. “Che sia bello nessuno lo mette in dubbio, ma sembra che quel tratto di viale tra la rotonda ed adesso il suo rifacimento stia avendo attenzioni eccessive e soprattutto spese molto esose. – scrive qualcuno – Prima di fare un lavoro del genere sarebbe stato meglio dare priorità ad altri problemi più imminenti”.

E se i  costi a bilancio (368.000 euro) sono ritenuti da alcuni un po’ eccessivi, il “punto dolente” è soprattutto quello della scelta di viale Quagliotti a discapito degli altri viali. “Si tratta di capire – scrive ad esempio Adriano Crespi, responsabile della Consulta ambiente – come reagiranno  tutti quei cittadini che risiedono o che hanno esercizi commerciali sugli altri viali, messi piuttosto male per quanto riguarda zone alberate e marciapiedi. Meriterebbero di essere sentiti anche tutti gli altri cittadini e negozianti di Galliate che, per diversi motivi, attendono da anni la sistemazione e riqualificazione delle zone in cui abitano o lavorano e che oggi vedono un investimento tanto importante ricadere solo su un viale, peraltro il più corto”.

Una scelta, quella dell’Amministrazione, che il sindaco aveva già motivato in Consiglio comunale, rispondendo alle critiche del consigliere di minoranza Cosimo Bifano: «Abbiamo iniziato da viale Quagliotti perché è il più frequentato e continueremo da lì, creando uno “standard” che possa essere replicato anche sugli altri viali cittadini».

Spiegazioni che non avevano convinto Bifano, che torna alla carica: «Il dato certo è che spenderemo 358 mila euro per 150 metri di viale di cui una grande parte sarà utilizzata da privati e  quindi solo parzialmente fruibile dagli altri cittadini. E che gli altri viali non verranno considerati importanti e quindi lasciati come sono senza un progetto parallelo».

Non c’è dubbio: la serata di martedì si prospetta decisamente interessante.

Laura Cavalli

GALLIATE – Il “nuovo” viale si presenta. Dopo tanto parlare, martedì prossimo il progetto per il rifacimento di viale Quagliotti sarà finalmente “svelato”. L’annuncio l’ha dato, in Consiglio comunale, l’assessore ai Lavori pubblici Corrado Frugeri e il sindaco Davide Ferrari l’ha riproposto su Facebook, allegando un primo, inedito, “rendering” del viale dopo il cambio di look. «Ovviamente – precisa Ferrari – questa è una piccola anticipazione di quello che vedrete nella serata pubblica di presentazione in programma per martedì 12 dicembre alle 21 nella sala consiliare del Castello… Nella serata potrete vedere tutti i dettagli: arredo urbano, monumenti, sottoservizi, illuminazione notturna, verde e… perché no? anche qualche “effetto speciale”…».

Leggi anche:  4 Mamme, lo show protagonista a Novara

E che il tema abbia solleticato la curiosità dei galliatesi, lo dimostra il numero di commenti che sono subiti seguiti al “post”. A fronte di tanti che plaudono al nuovo progetto, c’è però anche chi solleva qualche critica. A far discutere, soprattutto, il fatto che i lavori, che dovrebbero partire a metà gennaio per concludersi in primavera, interesseranno – dei quattro viali galliatesi – solo viale Quagliotti. “Che sia bello nessuno lo mette in dubbio, ma sembra che quel tratto di viale tra la rotonda ed adesso il suo rifacimento stia avendo attenzioni eccessive e soprattutto spese molto esose. – scrive qualcuno – Prima di fare un lavoro del genere sarebbe stato meglio dare priorità ad altri problemi più imminenti”.

E se i  costi a bilancio (368.000 euro) sono ritenuti da alcuni un po’ eccessivi, il “punto dolente” è soprattutto quello della scelta di viale Quagliotti a discapito degli altri viali. “Si tratta di capire – scrive ad esempio Adriano Crespi, responsabile della Consulta ambiente – come reagiranno  tutti quei cittadini che risiedono o che hanno esercizi commerciali sugli altri viali, messi piuttosto male per quanto riguarda zone alberate e marciapiedi. Meriterebbero di essere sentiti anche tutti gli altri cittadini e negozianti di Galliate che, per diversi motivi, attendono da anni la sistemazione e riqualificazione delle zone in cui abitano o lavorano e che oggi vedono un investimento tanto importante ricadere solo su un viale, peraltro il più corto”.

Una scelta, quella dell’Amministrazione, che il sindaco aveva già motivato in Consiglio comunale, rispondendo alle critiche del consigliere di minoranza Cosimo Bifano: «Abbiamo iniziato da viale Quagliotti perché è il più frequentato e continueremo da lì, creando uno “standard” che possa essere replicato anche sugli altri viali cittadini».

Spiegazioni che non avevano convinto Bifano, che torna alla carica: «Il dato certo è che spenderemo 358 mila euro per 150 metri di viale di cui una grande parte sarà utilizzata da privati e  quindi solo parzialmente fruibile dagli altri cittadini. E che gli altri viali non verranno considerati importanti e quindi lasciati come sono senza un progetto parallelo».

Non c’è dubbio: la serata di martedì si prospetta decisamente interessante.

Laura Cavalli