Dall’Ipsia Bellini ad Auschwitz, gli studenti dell’istituto novarese hanno rappresentato l’Italia all’International March of the Living.

Dall’Ipsia Bellini ad Auschwitz, gli studenti all’International March of the Living

Ieri, 12 aprile 2018, il terzo gruppo di classi dell’Ipsia Bellini attualmente in visita di istruzione a Cracovia – 4 MDA, 4 MATB e 5 MDA – ha partecipato alla 30esima edizione dell’evento “International March Of The Living” al campo di concentramento di Auschwitz e Birkenau, per celebrare il 70^ Anniversario della proclamazione dello Stato di Israele. Designate come delegazione italiana poiché unico gruppo proveniente dal nostro Paese in visita ai luoghi simbolo della Shoah proprio nella giornata della marcia, le classi del nostro Istituto hanno preso parte all’importante manifestazione internazionale il cui obiettivo è quello di sensibilizzare i partecipanti nei confronti dell’Olocausto, approfondendo la storia della Shoah ed analizzando le radici storiche del pregiudizio, dell’intolleranza e dell’odio.

Presenti 13.000 persone da tutto il mondo

L’evento, cui hanno presenziato i Presidenti di Israele e della Polonia, Reuven Ruvi Rivlin e Andrzej Duda, ha visto la partecipazione di oltre 13.000 persone da tutto il mondo ed è stato seguito dai media internazionali e trasmesso in diretta sulla pagina Facebook dedicata all’edizione 2018 della marcia. Un tributo silenzioso a tutte le vittime dell’Olocausto che si è snodato lungo i tre chilometri che separano Auschwitz da Birkenau, alla presenza degli ultimi sopravvissuti.

Come ha sottolineato Milù Allegra, consigliera delegata per l’Istruzione e lo Sport della Provincia di Novara che ha patrocinato l’iniziativa, “i viaggi scolastici di istruzione sono sempre occasione di formazione e crescita, ma in questo caso gli studenti hanno avuto un’opportunità unica. Non solo hanno conosciuto ciò che è stato, e possono impegnarsi ogni giorno a far sì che non accada mai più, ma possono diventare testimoni di verità e portare messaggi di profondo valore e istanze positive a tutti i loro coetanei”.

Leggi anche:  Fondazione Comunità Novarese, pubblicati i bandi 2018

Il sostegno della Fondazione BpN

L’adesione dell’istituto Bellini è stata favorita dal contributo della Fondazione della Banca Popolare di Novara per il territorio: “La Fondazione BPN – ha sottolineato il presidente Franco Zanetta – ha considerato particolarmente importante e indubbio motivo di orgoglio che classi di un istituto scolastico novarese abbia rappresentato l’Italia in occasione di una manifestazione internazionale di grande rilievo e significato, nel luogo simbolo della Shoah. Non ha, quindi, esitato a fornire il proprio sostegno, in modo da consentire ai ragazzi di partecipare ad un evento che resterà nella loro memoria, senza gravare sul bilancio scolastico né, a maggior ragione, su quello delle famiglie, già gravate da tanti oneri, in tempi problematici come quelli attuali”.

v.s.